lunedì 6 febbraio 2012

A come arrangiati.

Molti di voi ci saranno anche abituati e 60 (sessanta) centimetri di neve non sono che una seccatura da poco... ma per me, bestia metropolitana, dopo l'euforia iniziale del venerdì, ho iniziato a chiedermi: e adesso come cazzo esco da qui?
La foto che vedete qua in alto, scattata alle otto di stamattina, è la mia macchina, ovviamente priva di catene, e bloccata da quello che oggi è diventato una massa compatta di ghiaccio.
Mentre quello qua sotto è il desolante cartello (stampato in Times New roman, corpo 36, con una getto d'inchiostro piuttosto buona) che venerdì appariva prima delle dieci di mattina in un grosso ipermercato della capitale dove, io e qualche altra centinaia di disperati, siamo arrivati carponi e sulle ginocchia, speranzosi come pellegrini alle porte di un'oasi.
E quindi, secondo voi... come ho percorso stamattina i trenta chilometri che mi separano dal lavoro?

21 commenti:

Ferruccio gianola ha detto...

Povero Luca, non so che dirti. Io vivo in mezzo ai bricchi e ai primi di novenbre monto sull'auto le gomme da neve e vivo l'inverno come un cowboy.

Ti sono solidale e la sola cosa che posso fare:-)

Stargirl ha detto...

Detesto la neve, soprattutto in città.. soprattutto nei giorni lavorativi.

Larsen ha detto...

ma e' ovvio, come dicono anche tutti qui da me appena parli di disagi per ghiaccio e neve: con i mezzi pubblici!

peccato pero' poi che con l'auto riesci ad arrivare in citta' con il treno, che non ha certo i problemi di tenuta di strada dell'auto, rischi di restare sequestrato in mezzo al nulla e al gelo.
per non parlare di autobus e tram... gia' solitamente carenti, ancora piu' latitanti quando le condizioni meteo si fanno piu' difficili.

e per fortuna, con i lastroni di ghiaccio dovuti ai parecchi gradi sotto i -10, non ci sono i soliti pirla salutisti che tirano fuori la bicicletta come mezzo alternativo... hanno la decenza di tacere.

Gian DeSteja ha detto...

Anche io sono nella condizione di Ferruccio, e devo ammettere che sono sadicamente divertito dalla situazione.
La Natura ogni tanto ci ricorda che l'uomo è un essere assolutamente insignificante. ;)

Maura ha detto...

Io sono arrivata solo ora all'università, e al prezzo di quattro dicasi quattro scivoloni dove ho solo che da ringraziare il cielo o chi per lui che non mi sono rotta una gamba.
A parte questo (ed altre lamentele di rito), Bologna è davvero bellissima. Immagino che Roma non sia da meno, consolati così.

Marcus ha detto...

Fammi indovinare? Autobus? Metro?...
E quanto ci hai messo, per curiosità?...

Gian DeSteja ha detto...

http://www.ilpost.it/makkox/2012/02/04/pignolerie/

MagicItaly ha detto...

con la batmobile

Angel-A ha detto...

Io ci ho provato a mettermi in marcia... ma mi sono intraversata quasi subito con la mia smartina e solo per un pelo non ho fatto grossi danni.... sono scesa che mi tremavano ancora le gambe e arrivata in redazione coi mezzi!!! Bella da vedere la neve ma... se hai più di sette anni è un casino... ^____^

Fox ha detto...

Catene introvabili un po' dappertutto... per non parlare dei supermercati lasciati a secco di latte, uova e acqua... la solita sindrome da guerra termonucleare globale... mah....
anch'io stamattina ho lasciato l'auto a casa...aspetto il disgelo, và, che è meglio.

La firma cangiante ha detto...

Certo che il signore del magnetismo non dovrebbe avere di questi problemi.

Createle tu le catene, facile :)

Simone ha detto...

Ora hai capito perché io odio la neve? Lo sapevo che sarebbe successo un casino.

Io sono stato 3 giorni chiuso in casa perché non ho le catene (come tutti). Comunque ora ad AGOSTO me le compro (così magari staranno scontate) e le tengo in macchina. Peccato che non saprò come montarle ^^.

Simone

CyberLuke ha detto...

Ho provato: ho teso le mani in avanti, e ho iniziato a fissare la macchina agrottando la fronte, come da copione.
Quando il vicino è uscito e mi ha guardato strano prima di dirmi se volevo un passaggio fino in stazione, ho smesso e sono salito sulla sua 4x4.

Da lì, trenino locale (con cambio a metà strada per motivi ignoti), metropolitana e poi autobus.
Niente a cui non ci si possa abituare, immagino... ma stamattina, ai tornelli della stazione Flaminio, tutti imbacuccati e a capo chino, eravamo la fotocopia a colori dei primi cinque minuti di Metropolis.

Glauco Silvestri ha detto...

Da noi, a metà novembre, c'è l'ordinanza comunale che impone l'obbligo di avere le gomme termiche e/o le catene a bordo.
Prevenire è meglio che curare ^_^

Cmq... il vs sindaco, ultimamente, è su tutti i canali televisivi a sbandierare le previsioni del tempo che la protezione civile gli aveva inviato. Ma non lo sa, lui, che le "previsioni" non sono "certezze"?
A ogni modo, se mi compare anche su Boing TV, comincio a protestare pure io... ^_^

Paolo Lucciola ha detto...

Io ho risolto prendendomi un giorno di ferie...

Domenico "Helldoom" Attianese ha detto...

Da me non ce ne sono di questi problemi, l'unico e che l'università dove vado sta praticamente in montagna e c'è il rischio che rinviino gli esami.

Io odio la neve :@

Ettone ha detto...

Sembra assurdo che un po' di "fioca" per dirla in dialetto piemontese, porti tanti disagi... Io ho le gomme da neve da fine ottobre e sono andato avanti anche con la tormenta... certo, c'è da spalare, c'è da sperare di non trovare l'auto ghiacciata, ma bastano piccoli accorgimenti... Come anche quello di non parcheggiare lungo le carreggiate onde evitare di ritrovarsi l'auto sommersa dalla neve tolta dallo spazzaneve...

Detto questo, capisco che altre zone vedano la neve come un evente eccezziunale veramente e che questo possa creare i suoi casini...

cmq, qui questa mattina c'erano -18 C° ... e STI KAZZI...

Anonimo ha detto...

Stamattina partito con -13, l'auto mi si ferma in tangenziale.
In curva.
Col gasolio speciale (che costa più della benzina, anche avendo costi di produzione più bassi).
E un "additivo antigelo" da 125 ml che ho pagato 9€, dico 9 EURI, per evitare proprio questo.

non commento... mi sembro pure l'omino michelin per come so' vestito...

LUIGI BICCO ha detto...

E io che pensavo a qualche super soluzione alternativa!

Io stamattina ho grattato il parabrezza ma il ghiaccio non veniva via e non riuscivo a capire. Poi sono salito in auto e ho capito. Il ghiaccio era dentro, non fuori. -15 gradi, gente impazzita. Io ho battuto i denti, ma dopo un po' ridevo :)

Uapa ha detto...

Ok.
Adoro la neve, era dal 1985 che aspettavo questa nevicata. Ma caspita, però!
Venerdì sarei dovuta partire per l'Inghilterra. Mi dico "Partiamo con largo anticipo, perché, causa neve, troverò del traffico o dei rallentamenti".
10, dico DIECI ore nel traffico e appena 9 km percorsi.
Volo perso, sono partita il giorno dopo... E Isoradio che continuava a dire corbellerie tipo "Ha smesso di nevicare-il traffico non è bloccato".
Passerotti disperati, gatti disperati, vecchietti disperati.
Un gran casino. E me la sono ritrovata pure a Londra! XD

Fra ha detto...

Qua noi siamo neve-free... per fortuna.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...