giovedì 22 marzo 2012

Persone che lasciano una traccia.

Ieri ci ha lasciati Tonino "l'ottimismo è il profumo della vita" Guerra, scrittore, sceneggiatore e poeta.
Mi spiace, anche perché di ottimisti il mondo ha e avrà sempre bisogno.

11 commenti:

Maura ha detto...

E' stato un grande: nella sua lunga vita (92 anni, ad arrivarci...) ha visto l'Italia cambiare; ha vissuto la guerra e la rinascita, e poi ancora gli anni d'oro del cinema italiano, collaborando con i più grandi registi, Antonioni primo fra tutti, poi anche Fellini con il suo Amarcord, i fratelli Taviani, Vittorio de Sica, Monicelli, Damiano Damiani e tanti altri...
e poi la poesia... in italiano sì, ma anche nel suo amato romagnolo... è un peccato che i più se lo ricordano a causa del suo spot pubblicitario.

Vale ha detto...

Sarà che sono una "Felliniana" ma secondo me la sua collaborazione pù riuscita è quella in "Amarcord", un film che secondo me è una poesia, semplice e pura.

Poi citerei anche "Blow Up", che a mio parere è il miglior film di Antonioni.

R.I.P.

Simone M ha detto...

il migliore Guerra che ho potuto apprezzare, anche per l'impegno sociale del film, è nella sceneggiatura di "Cadaveri Eccellenti" di Francesco Rosi, una degna ed intensa trasposizione del romanzo sciasciano 'Il Contesto', interpretata da un brillante e meditabondo Lino Ventura.
che altro dire, se ne stanno andando uno alla volta... :(

Angel-A ha detto...

Nuuuuuu!!!!!
Ero ragazzina quando girava quello spot, e mi faceva l'effetto di uno zio buono... ero molto affezionata a quell'immagine... e non sapevo neanche fosse un poeta così importante (il mondo ha anche bisogno di poeti!)...

Neliel ha detto...

Sapevo a malapena chi era ma ho trovato una sua frase, emblematica ma vera: "Non è vero che uno più uno fa sempre due: una goccia più una goccia, fa semplicemente una goccia più grande". Con una citazione come questa, non posso che inchinarmi davanti ad una filosofia tale. -___-

davide garota ha detto...

è proprio un peccato che lo si ricordi solo per quello spot.
Personalmente adoro mettere in sottofondo il documentario "tempo di viaggio"in cui la sua voce che si mescola con quella di Tarkowskij.
Persone come loro nessuno le ascolta più.E loro sono costretti a fare spot sull'ottimismo anzichè bei film.

CyberLuke ha detto...

Ammetto che anch'io, come molti, ho conosciuto Guerra per quella vecchia marchetta Unieuro.
Salvo poi scoprire che era stato lo sceneggiatore di alcuni tra i miei film preferiti, come Uomini Contro e Al di là delle nuvole.
E anche l'autore di una poesia, I bu, che da ragazzino mi aveva commosso.
Strane le strade che ti fa prendere la vita.

Barbara ha detto...

Se mè ò studié
l'è stè par la mi ma,
ch'la fa una cròusa invéci de su nóm.

S'a cnòss tótt al zità
ch'u i è in chèva e' mònd,
l'è stè par la mi ma, ch'la n'à viazè.

E ir a l'ò purtèda t'un cafè
a fè du pas, ch'la n' vàid bèla piò lómm.
- Mitéiv disdài. Csa vléiv! Vléiv un bignè?


Dal romagnolo:
Se ho potuto studiare
lo devo a mia madre
che firma con una croce.

Se conosco tutte le città
che stanno in capo al mondo
è stato per mia madre, che non ha mai viaggiato.

leri l'ho portata in un caffè
a far due passi
perché quasi non ci vede più niente
- Sedetevi, qua. Cosa volete? Un bignè?

Anonimo ha detto...

Quand ch'a séra znin e' mi bà u m purtèva se canòn dla biciclèta, a m'arcord che una volta per guardè drè m'al dòni a sémm andè te fòs. Adès ch'a so bèla véc a port i mi anvudin se canòn dla biciclèta e a guerd drè m'al dòni, alora a peins...Per furtuna che i fòss in gnè piò.

Addio Tonino.

Simone ha detto...

Che dire? Un grande scrittore. Che la gente lo ricordi per una pubblicità è normale, che al TG facciano vedere solo quella (la pubblicità) e non un pezzo di Fellini o anche la bellissima poesia che sta nei commenti... be', un po' non è tanto giusto, no?

Simone

Fumettista Esplosivo ha detto...

Leggere questa notizia qui, sul tuo blog, mentre mi sento un po' malinconico e sto ascoltando un video con solo il sibilo del vento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...