lunedì 4 giugno 2012

Che se me l'avessero detto solo sei mesi fa...

...mi sarei fatto una grassa risata.
Insomma, il reggae è un genere di cui, nelle giornate in cui gira bene, mi frega zero.
Ma poi arriva uno come Skrillex, si fa due chiacchiere – e magari due acidi – con Damian Jr. Gong Marley ed ecco che viene fuori un pezzo che da due settimane non riesco a far scendere nella playlist dell'iPod che tengo in tasca.

E adesso, vorrei sapere cosa avrebbero fatto assieme Skrillex con Beethoven, che a ben vedere sono meno dissimili di quanto possa sembrare.

10 commenti:

MightyArem ha detto...

A Napoli diremmo che è un pò bacone, ma sto pezzo è bello...

Maura ha detto...

Io la trovo allucinante...

Anonimo ha detto...

Contaminazione a dir poco grandiosa.
Distorsioni e i bassi che hanno reso celebre il suono "alla Skrillex" fusi alla perfezione nel tipico ritmo jamaicano.
Se poi si aggiunge la voce di Damian Marley come ciliegina sulla torta, ecco che la hit è confezionata e infiocchettata. : ]

Yeeshaval ha detto...

Una ragga-dance stupida quanto scontata. Probabilmente anche il figlio del re del reggae ha capito che la fantasia e l’ispirazione monetizzano poco, piegandosi al credo “io vi do ciò che volete e voi mi riempite di soldi”, che va tanto di moda ultimamente anche in generi lontani dal pop.

LUIGI BICCO ha detto...

Beh. La cover mi sembra molto figa. Una commistione di generi riuscita, almeno lì. Il pezzo difficilmente potrebbe far suonare le mie corde, ma ammetto che l'operazione è interessante.

Bernard ha detto...

Per chi schifa a priori questo pezzo: intanto va detto che la musica dub è un sotto-genere della musica reggae che con gli anni è diventata conosciuta per i suoi suoni tipici di fatti da bassi e batteria, suoni che la musica dubstep ha preso in prestito.

La musica 2-step, conosciuta anche come 2-step Garage invece è un genere musicale inglese che trae le sue origini dallo UK garage ma cambia il normale ritmo in quattro quarti con un ritmo sincopato, mettendo le percussioni solo sulla prima e terza battuta.

Quindi unendo i bassi della Dub con il ritmo della 2-step nasce la musica dubstep.
Il che rende questo pezzo logico, inevitabile.
Bellissimo.

Neliel ha detto...

Bisogna mischiare, mischiare e mischiare oltre che inventare....

Make It Bun Dem nn mi aveva esaltato al primo ascolto, ma poi mi ha preso tantissimo....

Angel-A ha detto...

A me piacciono parecchio alcune sue cose, la featuring con damien marley la trovo molto bella, poi che sia inflazionato è vero, com'è vero che la maggior parte della gente che lo ascolta ora non conosce null'altro del mondo dubstep!
Però c'è gente pompata alla grande dalle case discografiche che merita molto meno secondo me... ^____^

Anonimo ha detto...

..ma che copertina spettacolo?!

missMarvel

Lady Simmons ha detto...

Proprio no.
Non potrei ascoltare ancpra una volta questo pezzo!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...