mercoledì 27 giugno 2012

Non vedo perché no.

Sì: il meccanismo narrativo alla base di questo film in uscita con Frank Langella, Susan Sarandon e Liv Tyler è di un trito che più trito non si può.
Copio e incollo la sinossi ufficiale di Robot and Frank, perché mi vergogno a dirla a parole mie:

Frank (interpretato dal sempre magnifico Frank Langella) è anziano e vive da solo in una casa piena di disordine e di ricordi. Un giorno suo figlio (James Marsden) insiste per l’acquisto di un custode robotico e l’uomo si oppone. Col tempo però i due iniziano un rapporto che sfocerà in un’insolita amicizia.

Come vedete, nulla di nuovo sotto il sole.
Ma basta che a me ci mettono un robot nella storia, e vado a vedere qualsiasi cosa.
Mi sono visto persino Real Steel, non vedo perché non dovrei vedermi anche questo.
Vi farò sapere.

7 commenti:

Sauro ha detto...

Non sembra affatto male ... e io sono come te, basta che ci sia un robot, una astronave o anche solo un concetto fantascientifico ... ed il film è mio.

Larsen ha detto...

potrebbe essere simpatico...

Glauco Silvestri ha detto...

Beh... però Real Steel, sapendo che è una produzione Disney, non è stato davvero male! ^_^

Vedremo com'è questo!
Ma dopo IA non credo si sia fatto più niente di davvero interessante riguardo a film di robots.

Ma che fine ha fatto Gaiking?

Count Zero ha detto...

È uno di quei film che ti aspetti dal Sundance. Sembra carino, comunque. Cambiando tipologia ma sempre in ambito robot mi incuriosiscono di più le prime immagini di Autómata.

La firma cangiante ha detto...

Beh, sulla carta mi sembra più interessante di Real steel

Lady Simmons ha detto...

Sicuramente lo vedrò anche io!
Real Steel era una palla, speriamo bene!!!

Fra ha detto...

Sarà che mi ha influenzato l'aver lungamente chiacchierato con Elbot the robot, ma questo adesso non me lo voglio perdere!! :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...