domenica 17 giugno 2012

Visto da dentro...

...è quasi più interessante che da fuori.
Quasi. Ho detto quasi.



PS non funge malaccio la nuova piccola, eh?

14 commenti:

dandia ha detto...

Sono d'accordo, è ingiustamente molto più famoso fuori che dentro.
La piccola funziona piuttosto bene. E pare permetta di fare foto dove gli altri non possono. Giusto? ;)

N3m ha detto...

E' il museo Guggneheim di Bilbao, non è vero?
Devo dire grazie a Frank Gerhy che ha saputo creare questo vascello in titanio che sembra sempre in navigazione con un continuo cambiamento di colori delle coperture esterne che vanno dal giallo/rosa dell'alba al rosa/rosso del tramonto.Spettacolo incantevole ed emozionante. Le strutture interne sono di una sinuosità magica che si coniugano magnificamente con quelle esterne.. belle fotografie, complimenti

BlackBox ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
BlackBox ha detto...

Beh, se andavi a Bilbao senza visitare questo grandioso museo commettevi davvero un'eresia.
Sono stata in visita insieme al mio boy ed alla vista di questa magnifica opera siamo rimasti ambedue senza fiato.
Nonostante io non sia appassionata di arte contemporanea in effetti l'ho visitato con grande interesse, qui il soggetto ,più che l'esposizione al suo interno , è proprio la struttura che si lancia verso il cielo con quelle forme incredibili... hai fatto foto anche dell'esterno, immagino, quando ce le farai vedere?

Marcus ha detto...

O___O hai già pensionato la Canon?...

Claudio C ha detto...

Mi sono bastate un paio di foto per riconoscerlo... il museo, dentro e fuori, è una vera opera d'arte...è indimenticabile...ti lascia a bocca aperta da qualunque punto di vista lo guardi. Le esposizioni al suo interno molto ma molto meno: ma forse son stato sfortunato io, tu cosa hai trovato? comunque le foto, se fatte con quella compattina lì mi sembrano molto molto buone!

CyberLuke ha detto...

@dandia & marcus: diciamo che usare una compatta è parecchio più comodo in più di un'occasione. C'è probabilmente meno flessibilità, ma sull'altro piatto della bilancia c'è la portabilità (anzi, la tascabilità), la velocità, la semplicità d'uso.
E anche il simil-grandangolo che monta, unita allo zoom ottico 18x, non sono affatto caratteristiche che disprezzo.
@N3m: grazie.
@BlackBox: sì. Il tempo di fare una selezione e ritoccarle un pelo.
@Claudio C: a dirtela tutta, mi sono annoiato a morte. La mostra di David Hockney strombazzata a caratteri cubitali è una delle cose più deludenti che abbia visto.

LUIGI BICCO ha detto...

Le foto sono belle. I soggetti davvero interessanti. C'è tutta la "matematica" che mi piace riprendere attraverso la fotografia.

Ma della Samsung WB850F non hai mai parlato o mi sono perso qualcosa io?

Spero tu possa parlarne in uno dei prossimi post, perchè sembra parecchio interessante :)

LMC ha detto...

La prima foto! Portal!

http://www.aboysmind.com/uploads/2012/05/Portal-2-Moving-Walls.jpg


Incredibile :)

CyberLuke ha detto...

@Luigi: of course.
@LMC: cosa?

Yeeshaval ha detto...

Ganzo, sembra una chiesa futuristica.

Maura ha detto...

Suggestive davvero.

LMC ha detto...

@cyberluke

Nel videogioco Portal - http://www.thinkwithportals.com/ - ci sono delle pareti composte di moduli semoventi.

Se dovessi pensare una controparte real life di quelle pareti non potrei immaginare qualcosa di diverso da quello che c'e' nella prima foto :)

Rudy Checchin ha detto...

Di che piccola parli!? Che macchina hai usato Luca!?
Ciauz.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...