mercoledì 4 luglio 2012

È morto Sergio Pininfarina.


È stato uno dei più grandi designer del secolo (secondo solo a Nuccio Bertone, a mio personalissimo gusto), e ha prestato il suo stile fantastico (e tremendamente sinuoso, in contrasto con le geometrie aliene del collega Bertone) a innumerevoli automobili ma anche un mucchio, ma davvero un mucchio, di altri splendidi oggetti (macchinette per l'espresso, mobili, biciclette, utensili da cucina, telefoni, bottiglie, trolley, orologi...).

Attualmente, esistono moltissimi altri bravi designer che ne raccolgono il testimone (soprattutto in Corea), ma alcune sue cose, per pulizia e per bellezza delle linee, resteranno insuperate ancora per parecchio, parecchio tempo.

4 commenti:

Simone ha detto...

E questo chi lo supera? Sembra impossibile. Il genio secondo me non si "supera" né si eguaglia. Ci può essere un altro genio nuovo, diverso, che dà un taglio netto. Però non si può migliorare un'idea già perfetta.

Simone

Glauco Silvestri ha detto...

Non ho mai amato lo stile di Bertone, pur riconoscendone la bravura. Mentre Pininfarina aveva davvero un tocco speciale...

Ora devo andare a cercare un nuovo designer che sappia "catturarmi". Magari italiano. Mi spiacerebbe scoprire che la scuola più importante del nostro paese vada a scomparire con la scomparsa dei grandi nomi del passato. Un po' di campanilismo ci vuole, no?

Anonimo ha detto...

Grazie Sergio hai fatto più bello questo mondo ci mancherai.

Matteo ha detto...

È stato un grande... peccato per la Tempra. Riposi giustamente in pace