martedì 10 luglio 2012

Rebranding Microsoft.

Andrew Kim è un designer coreano che vive a Vancouver e occupa da sempre una posizione privilegiata nel colonnino qui a destra dei blog preferiti, ma magari vi è sfuggito.
Ed è un peccato, perché Andrew, oltre essere molto giovane, è straordinariamente dotato e compie immancabilmente riflessioni intelligenti sul design e la comunicazione, corredandoli (e qui sta la vera differenza tra lui e tanti altri parlatori professionisti) dei suoi progetti, dei suoi disegni e dei suoi studi.

Mi ha parecchio colpito la sua rivisitazione del brand Microsoft, società che, peggio di altre (Apple in testa) sta traghettando la sua immagine nel terzo millennio con lentezza e rischiando di perdere importanti fette di mercato.
Lo studio di Andrew (che vi consiglio di vedere nel dettaglio QUI) parte da un redesign radicale del vecchio logo, ed estende la sua operazione di rebranding non solo all'estetica formale dei suoi prodotti, ma anche a come questi dovrebbero essere percepiti dal pubblico... un'operazione che Apple ha imbroccato in pieno e ne ha fatto, nel giro di un decennio, una delle aziende più solide del pianeta.
Sì, grazie anche più che alla bontà dei suoi prodotti, ne sono assolutamente certo.

Magari a Redmond ci staranno già pensando, in questo momento... ma il fatto è che ogni giorno perso è una piccola quota di mercato perduta, e questi sono anni difficili, molto difficili. Per tutti quanti.
E c'è questo bellissimo progetto, bello che pronto.
Io un'email ad Andrew, fossi in loro, la manderei.

10 commenti:

Glauco Silvestri ha detto...

Interessante...

Christian ha detto...

Bel lavoro, davvero.
L'identità di MS in effetti lascia molto a desiderare...

Simone Longarini ha detto...

Sinceramente non mi piace come ha ridisegnato i loghi di Windows. Meglio gli originali.

zaXon ha detto...

Bello lo studio, brutto il logo. Se possibile peggio ancora dell'originale M$

LUIGI BICCO ha detto...

A me piace molto, questo studio. Il lavoro di Kim è notevole. Peccato che ci pensino gli stessi dirigenti di Microsoft a rovinare tutto. Gira un video della presentazione ufficiale di Surface dove il tablet va in bomba :)

BlackBox ha detto...

Il logo forse è un po' troppo semplice, per un'azienda come la Microsoft servirebbe qualcosa di più forte e di riconoscibile, come la meletta Apple, che resta ancora l'esempio da seguire.
Però concordo, lo studio fatto da Andrew è molto bello

CyberLuke ha detto...

In realtà, lo "slate", come lo chiama Kim, è una finestra stilizzata, come suggerisce in una delle prime schermate: un chiaro riferimento a Windows, il suo prodotto di punta.
Detto ciò, sì, sono d'accordo con voi: si poteva andare oltre.

Lockhart ha detto...

Non sono del mestiere, ma immagino che il valore di un nuovo logo per Microsoft sarebbe talmente elevato da non poterlo certo diffondere su Internet, fosse pure a titolo di studio personale.
Se per assurdo MS lo vedesse e lo ritenesse valido, cosa potrebbe fare? Comprarlo per poco e poi usarlo facendo la figura di quella che ha dovuto trovare sul web un logo decente perché non era in grado di farselo da sola?

CyberLuke ha detto...

@Lockhart: no, però potrebbe fare una seria proposta di lavoro a Kim.
Con tutti i cazzoni che avrà sul suo libro paga, un bravo designer in più non potrebbe che fare bene alla sua (bruttarella, ne converrete) immagine.

Lady Simmons ha detto...

Sai cosa? MI PIACE!
Se non lo assoldano sono miopi.