giovedì 16 agosto 2012

iPad, 2.0.

Rispetto il vecchio, è più sottile, più leggero, ha un processore più veloce (un dual core A5 da 1 GHz con una RAM da 512 MB), e la batteria dura persino più a lungo.
Personalmente, a fronte di uno schermo dalla qualità già talmente elevata come quello del primo iPad, non riesco a percepire il valore aggiunto del retina display montato sull'iPad 3 (a meno che non mi venga voglia di schiacciare il naso contro il vetro per cercare di distinguere i pixel), quindi questo iPad 2 mi è sembrato un ottimo acquisto.
Differenze rispetto il mio vecchio iPad?
La gestione delle pagine web è notevolmente migliorata. Adesso le pagine aperte, oltre ad essere organizzate per schede piuttosto che per anteprime (e questo è un difetto) non si ricaricano ogni volta che vengono selezionate (una delle cose che mi mandava in bestia del primo iPad).
Il fattore di zoom sulle immagini è, tipo, decuplicato. Il che, se avete sul vostro iPad immagini a una risoluzione esagerata e che volete esaminare fin nei dettagli più minuscoli, è una gran bella cosa.
Fotocamera e videocamera, beh, prima semplicemente non c'erano, e adesso sì.
Sono le due cose che ho usato meno finora, e per l'uso che ne faccio io potevano benissimo non mettercele neppure... ma il loro funzionamento è intuitivo, rapido ed elegante come Apple ci ha abituato, e suppongo sia meglio averle che un giorno non si sa mai dovessero servire, anche se la qualità della fotocamera è talmente bassa da non avvicinarsi manco per sbaglio a quella dell'iPhone, e la videocamera si comporta appena meglio.
Del resto, ci sarà sempre un geek, al mondo, capace di scovarne altri difetti, esattamente come ha fatto con l'iPad 3 e come farà con l'iPad 4, 5... ma l'iPad non è un prodotto pensato per loro, no.

L'iPad è un prodotto consumer rivolto al pubblico più generalista possibile.
L'iPad è il sogno di Steve Jobs di un device elettronico con un solo tasto che tutti potessero usare con facilità.
L'iPad è il prodotto su cui nessuno scommetteva una lira, ed è diventato uno dei più grandi successi commerciali di tutti i tempi e che, più di qualsiasi altra cosa, ha dato una scossone all'industria dell'intrattenimento basato su software legalmente acquistato... che siano videogiochi, utility, musica, film o ebook.

Se ve lo state chiedendo: non sto dicendo che rinnego tutto quello che scrissi in QUESTO post.
È che, finché non vedrò in giro qualcosa che funzioni meglio, sia progettata con maggior cura e visionarietà, che abbia un design degno di un museo d'arte moderna e il cui utilizzo preveda una curva d'apprendimento più ripida, i miei quattrini continueranno ad andare ad Apple... che, per inciso, non è neanche più lontanamente l'azienda con cui sono cresciuto e che stava per dichiarare bancarotta alla fine degli anni novanta.

Il mondo aspettava qualcuno o qualcosa che la traghettasse con convinzione nel nuovo millennio, e non è stata Microsoft a farlo.
Jobs è stata la persona giusta al momento giusto.
Credo che, ovunque si trovi ora, possa essere molto, molto soddisfatto.


10 commenti:

iSDC ha detto...

Senza volerti fare i conti in tasca, hai trovato qualche offerta speciale?
Ci sto pensando pure io ad un iPad 2...

Glauco Silvestri ha detto...

@iSDC
qui.
Da mondadori informatica, se non sbaglio fanno l'iPad 2 a 16Mb wi-fi a 349 eu.

@Luca
Mmh... non so. Non so come sarebbe oggi il mondo senza Apple, probabilmente diverso, ma non sono convinto che Apple abbia rivoluzionato il mondo in campo tecnologico.
Apple è stata brava a vendere nel mondo consumer delle tecnologie che fino a ieri erano usate solo in ambienti professional. Questo te lo concedo... del resto Apple ha sempre fatto così, sin dai tempi in cui per prima impiegò il mouse, e una interfaccia grafica (Xerox docet). Ma io ricordo anche che nel medesimo periodo un'altra azienda faceva esperimenti con le interfacce grafiche... la Commodore. Io, sul mio 64, avevo installato una interfaccia non molto diversa da quella del primo mac. ^^
E se oggi Apple esiste e non è morta come Commodore, lo si deve proprio a Microsoft, che per tutti gli anni 90 ne ha detenuto una grossa fetta azionaria!
Ma questo è business... e storia!

Quanto all'ipad. Oggi ci sono belle offerte sul 2... probabilmente in prospettiva del fatto che tra un paio di mesi dovrebbe uscire un iPad mini, il vero iPad 3 (quello attuale è chiamato Nuovo iPad... e i geek hanno ben dimostrato che a parte il retina display, e l'overclock a 1.4Ghz, con tanto di surriscaldamento del device, del processore A5 già presente in iPad 2, non ha nulla di più... e Apple lo sa).
Per cui gli iPad 2 vanno via come il pane... o almeno vengono proposti a buon prezzo.

Sì, anche io sono tentato di prendermi un iPad 2. Però c'è il Surface della Microsoft che mi incuriosisce parecchio. Visto che mi trovo molto bene con il mio Windows Phone, ero tentato di aspettare il tablet analogo. Tra le altre cose girano voci che ci saranno versioni low-cost, con processore Arm, che potrebbero spostare i pesi sulla bilancia. io Resisto.

Ma l'ipad 2 che hai tra le mani è il refurbished che ti è stato proposto in cambio dell'iPad 1 rotto??

Glauco Silvestri ha detto...

Ops... ho scritto troppo di corsa è ho fatto un po' di strafalcioni :/ Volevo scrivere:

...che tra un paio di mesi dovrebbe uscire un iPad mini e il "vero" iPad 3...

...che ci saranno versioni low-cost, con processore Arm, che potrebbero spostare i pesi sulla bilancia. io per ora Resisto... e alla peggio mi prenderò un iPad 2 usato (del resto ho quasi tutta roba usata!) ^^

Ferruccio Gianola ha detto...

A settembre ho tutta l'intenzione di prenderlo:-)

CyberLuke ha detto...

@iSDC: nulla di che, un misero 5% in qualsiasi Mediaworld. Dove ti consiglio (anzi, consiglio a tutti) di spendere un paio di carte da dieci in più, è in un'estensione della garanzia. Avere un iPad guasto può rivelarsi un'esperienza molto, molto frustrante).
@Glauco: come già detto da altri, Apple ha il "suo" modo di fare rivoluzione.
E a quanto pare, funziona. Ad ogni modo, se non si fosse capito, rimpiango la Apple degli anni ottanta e novanta, anche se è la "neo-Apple", post-iMac, che è sopravvissuta ed è diventata il Moloch che tanto combatteva.
Ho seguito con grande attenzione Surface.
Certo, avessimo qualcosa di più preciso in mano... che so, una data ufficiale per il lancio? Un prezzo? Nel frattempo che Microsoft si sbottoni, cosa dovremmo fare? Aspettare? Immagino che chi può (o vuole), lo farà. Nel frattempo, in mancanza di un Surface da comparare, ho preso un nuovo iPad.

Quanto all'iPad Mini... troppo piccolo, per me. ;)

@Ferruccio: se per te uno schermo più piccolo è sufficiente, aspetta di vedere se effettivamente uscirà una versione "ridotta" dell'iPad: potrebbe fare al caso tuo.

Larsen ha detto...

se il surface dovesse essere messo sul mercato sul serio a 199$ come alcune voci dicono...

Glauco Silvestri ha detto...

@Larsen:
Ci spero!! :D

iSDC ha detto...

Mah, surface nasce già male poichè Microsoft ha presentato DUE versioni con architetture INCOMPATIBILI tra di loro (ARM e INTEL) senza prevedere un layer intermedio.
Ergo, uno rischia di compererlo e poi avere la versione con il parco software sacrificato.
Vedremo, ma mi sembra che l'inesperienza di Microsoft nel gestire software e hardware possa creare non pochi problemi.

Stefano ha detto...

Il surface con intel dovrebbe essere un vero e proprio tablet pc slate, non un tablet come è l'ipad o la versione con processore arm.
ovviamente significa che avrà anche un costo superiore. ;)

Lockhart ha detto...

La cosa probabilmente meno gradevole che trovo nell'iPad (io ne ho uno di prima generazione) è la navigazione in rete, che sempre più spesso trovo frustrante.
La RAM interna è poca, così poca che spesso Safari ricarica le tab aperte anche quando queste sono un numero esiguo (due sono sufficienti, a volte).
Sentivo che avevano risolto il problema già con l'Pad 2, e tu me ne dai conferma.