domenica 19 agosto 2012

[Recensione] Iron Sky


Da buon ultimo (ma non ultimissimo, visto che molti, per vederlo, aspetteranno la sua uscita ufficiale nelle sale italiane ad ottobre) ho visto Iron Sky, la pellicola del finlandese Timo Vuorensola che tanta aspettativa aveva generato in rete, corrisposta a (quasi) altrettanto entusiasmo negli appassionati del genere al termine della visione, sia con mezzi leciti che meno leciti (vedi: tutti i paesi in cui la distribuzione non ha trovato un buco dove infilarlo).
Sgomberiamo subito il campo: è un bel film... ma per me non è il gioiello che dicono (mi spiace, Germano e Alex, so che non mi parlerete più per un pezzo).
Sostanzialmente, l'unica idea della pellicola è quella di mettere in scena una storia di un'invasione nazista dall'ennesimo, redivivo Quarto Reich che per tutti questi anni ha ordito nell'ombra della faccia nascosta della Luna, raccontata, praticamente per forza di cose, in chiave surreale, grottesca e satirica.
Il film utilizza qualsiasi arma a disposizione per divertire ed ammiccare allo spettatore, dai dischi volanti di Ed Wood alle battaglie spaziali di Star Wars con suggestioni da Flash Gordon a Mars Attacks! e parecchie, parecchie altre. Gli effetti visivi sono fumettosi ma d'impatto, considerato il budget risicato (ma il Moon di Duncan era stato girato con ancora meno quattrini).... ma, a conti fatti, morde come uno sketch di Striscia la Notizia e si svolge seguendo un percorso piuttosto telefonato. Il citazionismo è talmente esasperato da sconfinare nell'ammiccamento, e dopo venti minuti se ne ha più che abbastanza, esattamente come il numero comico di un bravo cabarettista che sa quando è il momento di non strafare.
Intendiamoci... di trovate carine il film ne propone, prima tra tutte l'idea di usare l'iPhone dell'astronauta americano per attivare la gigantesca quanto anacronistica macchina da guerra nazista, ma assistiamo anche a situazioni scontate e parecchio viste, come lo scontro tra con la gang di New York, e tutta la parte satirica interessata al governo USA è fin troppo sopra le righe per poter essere definita realmente satira: qualcuno diceva che la satira dovrebbe far sorridere, non ridere.
Perché Iron Sky, fa ridere, naturalmente.
È confezionato a modino, è girato e montato più che dignitosamente, ha una sua originalità nel pur stretto filone in cui sguazza, ha un'estetica che ho adorato... eppure, nonostante questo, una volta finito il film non si può non avere l'impressione di aver assistito a una cosetta leggera che nulla toglie e nulla aggiunge al canone.
Perdonatemi ma, a questo punto, mi tengo stretto quel gioiellino di Dark Star.

10 commenti:

vercingetorige ha detto...

In parte concordo con te.
Il film è tutto nei primi 10 minuti iniziali, la navicella che atterra, i nazi che sbucano, e l'incredibile apparizione della base spaziale a forma di svastica. Per il resto, poco,
Forse è mancato quel pizzico di cattiveria che poteva farne un piccolo cult movie.

Neliel ha detto...

Mi incuriosisce tantissimo, sono un po' di parte se si parla di sci-fi (per quanto comico/grottesco), il film prende 2 punti in più a prescindere XP

ps Cyberr non ti fa venire un sacco di belle idee x dei cosplay fighissimi??? ♥♥♥

chameleon1 ha detto...

Stavolta sei stato troppo cattivo... personalmente l'ho trovato un lowbudget estremamente ben fatto, ben scritto, ben interpretato e soprattutto con degli ottimi sfx (ok, questo l'hai riconosciuto...)

il finale poi lascia spazio ad un momento di riflessione che mette seriamente ansia e angoscia ... una roba che non ti aspetteresti mai vista la leggerezza dei temi trattati nel corso del film!

mi sono divertito (e stupito) di più nei 90 minuti di iron sky che nelle 6 e passa ore della trilogia dei transformers

avercene di prodotti del genere....

Hell ha detto...

A dire il vero non concordo su un fatto, a me ha fatto sorridere più che ridere. Credo di aver usato proprio queste parole nella mia recensione.
Per questo l'ho trovato riuscito. ;)

Yeeshaval ha detto...

Io l’ho visto in vacanza in Svezia, in lingua originale sottotitolato in lingua locale. Peccato che metà film era in tedesco, e non ci ho capito una fava.
Comunque a me è garbato, comico-trash ma non banale. E poi le mutazioni di washington sono capolavori.

Alex McNab Girola ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alex McNab Girola ha detto...

Figuriamoci, ogni parere è lecito e sacrosanto.
Sapessi cosa penso io di Moon (in breve l'ho trovato noiosissimo) non mi parleresti più per mesi :D

CyberLuke ha detto...

Nel caso non fossi stato abbastanza chiaro, Iron Sky mi è piaciuto... ma, come spesso accade, l'hype gioca brutti scherzi, e alla fine le aspettative sono talmente alte che si resta delusi.
Badate che credo avverrà esattamente la stessa cosa per calibri del tipo di Prometheus, per dire.

Aislinn ha detto...

Ce l'ho in lista d'attesa, me ne hanno parlato bene ma non sono del tutto convinta... vedrò!

Stefano ha detto...

Grazie per averne parlato Cyb, non gli davo un centesimo e invece dopo averlo visto si è guadagnato la palma di film tamarro dell'anno!
Bellissimo, epico, cafone, memorabile... dippiùùù!

Concordo in toto con Chameleon sul giudizio, specie sul finale che angoscia quasi.

Poi ha tutta una serie di chicche e citazioni come il remake della famosa scena di Hitler che fa il cazziatone ai sottoposti. :D

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...