lunedì 27 agosto 2012

"Un po' d'aria infuocata che io preparerò ci solleverà agili da terra". Goethe, Faust, 1908


Vola via anche Neil Armstrong, che ho avuto la fortuna di vedere sul minuscolo schermo in bianco e nero del televisore di casa – probabilmente ancora incapace di distinguere tra cronaca dal vivo e fantasia – scendere incerto come una persona molto anziana reggendosi a una scaletta d'alluminio per posare i suoi stivali corazzati su un altro mondo.

A tutt'oggi resto stupefatto di quanto dovessero essere coraggiosi e cazzuti quegli uomini a volare così lontano da casa con una tecnologia che oggi è superata da una qualsiasi utilitaria giapponese.

E mi chiedo se oggi abbiamo ancora eroi così a cui ispirarci, o anche solo qualcuno che ci ricordi che i nostri sogni valgono più dei nostri discorsi.

11 commenti:

barbara ha detto...

Sono di poco più piccola di te, ma me lo ricordo anche io.
Un piccolo televisore a tubo catodico con un unico canale RAI e Tito Stagno che mi sembrava bellissimo.

Maura ha detto...

E un altro pezzetto di storia se ne va...

Gianna ha detto...

Manco mio babbo esisteva a quel tempo, era ancora nelle biglie del mi nonno... però per me Armstrong è una figura leggendaria, pensa che ho visto che faccia avesse solo in questi giorni che è morto.

Anonimo ha detto...

Purtroppo per tutti noi prima o poi arriva l'ora di andarcene. L'importante è vivere una bella vita e riguardo a questo penso che Armstrong abbia fatto anche di più.
Oltre alla sua vita incredibilmente emozionante, lui ha fatto sognare e continuerà a far sognare intere generazioni. Io penso che sia in gran parte merito suo se ora molti di noi guardando le stelle un piccolo futuro tra di esse (forse) lo vedono.

BlackBox ha detto...

Sì, se ne è andato a 82 anni portandosi dietro un carico di simboli che non capita spesso, e forse non ci ricapiterà più.
Ma ci pensate? “Il primo uomo sulla Luna”. Non ce ne sarà mai un altro così importante e rappresentativo, nemmeno il primo su Marte avrà diritto alla stessa gloria, all’incredibile distinzione di primo essere umano a mettere piede su un mondo diverso dal nostro. A interpretare così straordinariamente quel senso di “tutto è possibile all’umanità” che siamo poi stati così bravi a perderci per strada.

MG ha detto...

Non ero nato nel 69, ma avrei voluto essere li a guardarlo in tv, mi sono accontentato di leggere di lui e degli altri astronauti, di queste meravigliose conquiste, ho guardato innumerevoli volte le loro imprese in svariati documentari (chi, da ragazzino, alla domanda "cosa vuoi fare da grande?" non ha risposto: l'astronauta!)... purtroppo, poi, l’uomo ha deciso di pensare più ai soldi che ala sua gloria, spero di fare in tempo a vedere lo sbarco su marte e la rinascita della storia dell’uomo.

Angel-A ha detto...

Manco io c'ero all'epoca... e sarei venuta solo un bel po' più tardi! ^___^

Peccato che la sua impresa sia stata messa in dubbio da quelle fantasticherie mondiali circa il presunto falso arrivo dell’Uomo sulla Luna ….. Fantasticherie che in Italia hanno trovato terreno fertile (siamo sempre bravi in certe cose!).
Comunque, senza rischiare di cadere nel retorico, Neil Armstrong è stato e rimarrà simbolo di una vicenda della nostra storia e di un carattere dell’Umanità che dobbiamo tutti preservare e tramandare. Bellissima l’ultima frase del Family Statement: “Honor his example of service, accomplishment and modesty, and the next time you walk outside on a clear night and see the moon
smiling down at you, think of Neil Armstrong and give him a wink.” Che possa questa indicazione essere il faro di vecchi e giovani!

Anonimo ha detto...

"Un piccolo passo per [UN] uomo"


GrammarNazi

CyberLuke ha detto...

Corretto, grazie.

Larsen ha detto...

beato chi ha potuto assistere in diretta all'evento... io sono arrivato tardi anche in questo caso.

poteva, secondo logica, restarmi la possibilita' di vedere il primo uomo su marte, ma non credo che ce la faranno nei prossimi 30/40 anni...

cmq quello nella foto e' aldrin ;-) armstrong e' quello che faceva la foto...

Glauco Silvestri ha detto...

Eh beh... :(

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...