mercoledì 19 settembre 2012

Sicuramente è un caso (2)

Forse ricorderete QUESTO post.
Beh, è arrivato il momento di una nuova carrellata di somiglianze imbarazzanti.
Ogni immagine è ingrandibile cliccandoci sopra.

19 commenti:

Ariano Geta ha detto...

In effetti...
Complimenti per lo spirito di osservazione e la memoria, si vede che hai l'occhio del grafico.

pa ha detto...

sono davvero imbarazzanti, e anche a distanza di poco tempo l'uno dall'altro...

Marco Goi - Cannibal Kid ha detto...

che fantasia!
comunque posso anche capire gli altri, ma copiare daredevil era davvero necessario? :)

Alex McNab Girola ha detto...

Imbarazzante è il termine giusto.
Un po' di dignità personale no, eh?

Simone ha detto...

La butto li: le società che fanno locandine hanno una specie di catalogo e il cliente sceglie dicendo 'la voglio come questa'.

Simone

Planetary ha detto...

O anche che al grafico venga messa talmente fretta e pagato talmente poco che chi glielo fa fare di sbattersi la testa per avere un'idea originale? :)

LUIGI BICCO ha detto...

Questa guerra dei poster cinematografici non avrà mai fine. Però è sempre divertenti beccarli. Mi sono spesso chiesto se ha a che fare con un preciso volere delle case di produzione o è solo mera scopiazzatura. Mah.

La firma cangiante ha detto...

Sicuramente un caso :)

Speriamo che quello di Dredd non sia un presagio nefasto, il film di Devil mi fece schifo assai.

Lastwhitelf ha detto...

La maggior parte delle locandine sono fatte con lo stampino, dipende solo dal genere.
Ti segnalo questo link, per fati un'idea: http://leganerd.com/2011/11/11/re-poster/

Simone ha detto...

No no su rottemtomatoes Dredd prende giudizi buonissimi è un film da vedere (per chi piace il genere)!

Simone

Vlao ha detto...

Bè che fantasia...

ai primi due si potrebbe aggiungere la locandina di Babel...

Lady Simmons ha detto...

Visto che sei del campo, secondo te è un caso?

Tipo che si hanno talmente tante grafiche in mente che può capitare o è proprio intenzione scopiazzatoria stiole" figurati se notano che la grafica è uguale a 10 anni fa"?

Uapa ha detto...

Posso sperare che si tratti di citazioni volontarie ad opere precedenti che magari sono proprio tanto piaciute agli autori, tanto da prenderle come riferimento ed esempio? ç_ç

CyberLuke ha detto...

@Lady Simmons: tecnicamente, è perfettamente possibile che due creativi arrivino alla stessa idea quasi simultaneamente.
E credo sia avvenuto per il caso delle locandine di Safe e L'Àveugle, praticamente uscite in contemporanea.
Diverso è il caso di Havoc, Babel (grazie, Vlao) e il recente Savages.
Sono tutti troppo distanti tra loro per pensare che l'uno non abbia influenzato l'altro, anche se continuo a chiedermi come, in una produzione firmata Oliver Stone, possa passare inosservata una cosa simile.
Altri casi sono forse meno marcati, e magari solo noi designer ci facciamo caso... ma quando produci qualcosa che ha potenzialmente una visibiltà "universale", dovresti resistere alla tentazione di "appoggiarti" a qualcosa di già fatto, specie se nel tuo stesso identico settore (Daredevil e Dredd).
A meno che tu non abbia una fretta del diavolo e sei pure pagato due soldi, in quel caso sticazzi.

LUIGI BICCO ha detto...

Giusto così, per info, non posso davvero fare a meno di segnalare questo articolo sul blog di Vanity Fair, visto che siamo ampiamente in tema.

Angel-A ha detto...

Bellissima raccolta!! ^___^
E comunque, credo che si copi un po' in tutti i campi... nella musica, in pubblicità, al cinema, in letteratura... c'era qualcuno che diceva che non esistono più idee originali e man mano si riciclano e si attualizzano sempre le stesse.... che abbia ragione??

Romina ha detto...

Sono d'accordo con Angel-A... gira e rigira, le idee sono limitate, è possibile (e in certi casi facile) che escano soluzioni simili o addirittura uguali.
La "trovata" della faccia ( o delle mani ) dietro un lenzuolo, per esempio, non è che può essere "brevetatta" e una volta tirata fuori da qualcuno nessuno può più usarla... sarebbe assurdo.
Sono più colpita dallo stesso uso di combinazioni di colori e scritte, come nel caso dei poster di Havoc, Babel e Savages... lì è difficile pensare ad una coincidenza.

Maura ha detto...

Il primo e l'ultimo esempio sono sinceramente sbalorditivi.
Ma se "Safe" e "L'Aveugle" sono praticamente usciti in contemporanea e una coincidenza può sempre accadere, che dire del poster dell'ultimo Oliver Stone? Possibile che il grafico pensava di passarla liscia così?

BlackBox ha detto...

A volte succede anche da me, e accade che ci viene esplicitamente chiesto di "ispirarci" a cose che sono già state pubblicate.
E io, che già non sono troppo contenta di rubacchiare idee altrui, cerco di realizzare qualcosa nel mood... per poi vedermela "correggere" verso qualcosa che è un vero e proprio plagio... questo per dire che non è sempre colpa del designer, ma proprio di chi commissiona il lavoro.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...