giovedì 6 dicembre 2012

Solo gli stolti non cambiano mai idea (2).

Ho sempre snobbato i Blur.
Anche quando i Pet Shop Boys li remixarono in un 12" meravigliosamente electro di qualche anno fa.
Poi, mi imbatto in questa Parklife, dal testo intrigante che è una sberla (anzi, una bella serie di sberle) a tutto il popolo dei guardoni e dei Senza Peccato di cui pare che il nostro mondo (virtuale e non) abbondi, e ne faccio il mio inno per questo mese.
In heavy rotation sul mio iPod.

PS E poi, insomma, c'è pure una guest star come Phil Daniels, che non sto neanche a spiegarvi chi è.
Anzi, .   

8 commenti:

Anonimo ha detto...

il video è bloccato per motivi di copyright

CyberLuke ha detto...

Non mi pare.

CyberLuke ha detto...

Anzi, sì. Ne metto un altro. Che palle.

LUIGI BICCO ha detto...

Ancora 'ste cazzate dei contenuti bloccati? In pieno 2012, col 2013 ormai alle porte e i Maya sul piede di guerra?

Se vuoi puoi tranquillamente inserirlo da Dailymotion, QUI.

I Blur mi sono stati sempre simpatici, devo dire. Poi voglio dire, Damon Albarn, i Gorillaz... non so se mi spiego :)

Lisa Costa ha detto...

Bravo! Damon Albarn è un piccolo genio in qualunque progetto sia passato, ma i Blur restano i migliori!

claudia ha detto...

da sempre uno dei miei gruppi preferiti, e pop song 89 quasi la migliore canzone di sempre!

pa ha detto...

i blur sono i miei 17 anni... sono le mie pause pranzo al liceo con gli arancini gelidi in piazza... sono interi pomeriggi sdraiata in soffitta... giubbotto di pelle e anfibi!

BlackBox ha detto...

La sto già ballando! :-D

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...