venerdì 11 gennaio 2013

Alternative.


Nell'attesa che Fringe spari le sue ultime cartucce (la terzultima puntata andrà in onda negli Stati Uniti giusto questo lunedì), posto qui questa roba che tenevo da parte da mesi, e cioè da quando nel finale di stagione Over There Peter viene portato in un appartamento dove lui e B-Olivia discutono su come i due universi abbiano un mucchio di punti di contatto e apparentemente siano quasi identici, ma di come in realtà differiscano in migliaia di piccoli particolari.
Walter-nate ha lasciato alcuni effetti personali per lui… tra cui una foto di famiglia e alcune copertine di fumetti incorniciate. 
Copertine che, a una prima occhiata, sembrano piuttosto familiari… finché non le si osserva più attentamente.
E vedere che gli autori di Fringe abbiano posto tanta attenzione (e investito, verosimilmente, parecchio tempo) nel realizzare queste copertine alternative che, in definitiva, si scorgono a malapena nel finale di quell'episodio è una di quelle cose che mi fanno amare questa serie e che, tutto sommato, me la faranno rimpiangere quando sarà finita.

Di seguito, trovate la copertina "alternativa" e, più piccola, quella che abbiamo avuto nel nostro universo.

10 commenti:

Dama Arwen ha detto...

Geniale!

Enrico ha detto...

Ricordo quell'operazione, che coinvolse un team di artisti guidato da Hank Kanalz comprendente nomi come quelli di Ivan Reis, Oclair Albert, Carlos D’Anda, JJ Kirby, Michael Lopez, e Oliver Nome.
Decisamente una bella trovata...

DoctorDoomIII ha detto...

Apparentemente sono dei normali what if come alla marvel ne hanno sempre fatti a bizzeffe... però credo questa sia la prima volta che vengano introdotti una serie tv.
Sarebbe bello cmq leggere qualcuna di storie alternative… in particolare, "the man of steel returns". ;)

BlackBox ha detto...

Ecco, a me a fare queste cose fighe non mi chiamano mai!! :-/ avrei potuto realizzare tutta una serie di copertine "alternative" di riviste, giocando sulle similitudini e le piccole differenze tra universi paralleli!
Molto curate, cmq!|

LUIGI BICCO ha detto...

Ma dai, che fighe. Non ne sapevo assolutamente nulla. Peccato solo per quella di Red Lantern e Red Arrow. Con quei due personaggi si sarebbe potuto giocare meglio.

Alex McNab Girola ha detto...

Un tocco di gran classe. Adoro la cura di questi piccoli dettagli. Denotano poca superficialità e molta attenzione all'insieme.

Lady Simmons ha detto...

Concordo con Alex. Sono i dettagli che rendono le cose eccellenti.

Domenico "Helldoom" Attianese ha detto...

Sottoscrivo, i dettagli apparentemente insignificanti ben riusciti sono epicità pura *O*

La firma cangiante ha detto...

Magari uno neanche se ne accorge però la cosa denota una grande cura da parte della produzione. Prima o poi dovrò recuperarlo.

fotografo imperfetto ha detto...

comunque hanno fatto un errore nella penultima stagione scopriamo che l universo alternativo non conosce Batman, ha un eroe alternativo mantis ''la mantide''

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...