lunedì 25 febbraio 2013

Due parole sulle elezioni. Prima che i giochi siano finiti.

Di certo con questo post mi alienerò le simpatie di questa o quell'altra fazione.
Ma tanto per non nascondermi dietro un dito o ipocriti giri di parole e visto che di politica ne parlo rarissimamente, voglio raccontarvi in breve – e prima che chiudano i conteggi – cosa penso sui protagonisti di queste ultime elezioni 2013.
Poi deciderete se insultarmi, abbandonare questo blog per sempre o candidarmi alle prossime elezioni (grafica migliore per tutti potrebbe essere il mio slogan, ma ci sto ancora lavorando).

Silvio Berlusconi.
Nel momento in cui scrivo, ha poco più del 26%.
Il che significa: milioni di italiani che, a scelta (o anche insieme):
• hanno creduto di nuovo alle sue balle
• simpatizzano per un criminale (per criminale si intende uno condannato da un tribunale penale, poco importa se giochetti di prescrizioni e leggi ad personam l'hanno tenuto lontano dal carcere)
• sono dei masochisti.
Se avremo per la quarta volta lui al governo, sarà l'ennesima e incontrovertibile prova che gli italiani meritano tutto il male che gli viene dall'espressione più becera e indifendibile della politica, laddove lo stesso termine "politica" non merita neanche di essere usato.
PS se c'è anche una sola donna che l'ha votato, questa non merita un briciolo del mio rispetto.
Avete messo la vostra vita nelle mani di chi vi considera come materiale da sveltine nella migliore delle ipotesi, azzerando decenni di lotte femministe in una grassa risata in doppio petto.

Pierluigi Bersani.
Ha il 34,50 e per ora è in testa.
Non mi piace, come non mi piace tutta quella sinistra che negli ultimi trent'anni ha perso tutta la credibilità che poteva avere costruito (almeno rispetto quella manica di mafiosi che costituiva la Democrazia Cristiana) perdendosi in millemila microfazioni inseguendo giochetti di potere in tutto e per tutto simili a quelli della controparte.
La sinistra ha avuto la sua occasione. E l'ha sprecata. Non basta opporsi al Silvione per riempire i programmi elettorali. 

Mario Monti.
Ha il 9,22% ed è l'uomo delle banche. E le banche, lo sapete benissimo anche voi, sono il Male.
Mi fido di lui come di uno scorpione nel letto. Un "tecnico" la cui idea più brillante per far quadrare i conti dissestati dal criminale di cui sopra è stata aumentare le tasse anziché chiudere i rubinetti degli sprechi, dei finanziamenti illeciti, delle sovvenzioni mafiose e miliardarie, andando a colpire le fasce meno abbienti e legittimando un organo come Equitalia a commettere le più immorali zozzerie concepibili.
Che aveva dichiarato che non si sarebbe presentato alle elezioni e poi ha detto Sapete che c'è? che ho cambiato idea, questa poltrona mi piace proprio. Ma per il vostro bene, eh, beninteso.
La sua coalizione (che annovera due personaggi col pedigree di Casini e Fini, li avete guardati bene in faccia, vero?), se non raggiungerà il 10% dei voti resterà esclusa dalla Camera. Oh, neppure un deputato, che peccato, quanto mi dispiace.

Movimento Cinque Stelle. 
Al momento in cui scrivo, ha il 25,8%.
È un boom annunciato. Suppongo che siano confluite nella sua coalizione le preferenze di tutti i disillusi d'Italia che in passato avevano affidato le loro speranze al PD, all'Olivo, ai Radicali, ai Verdi e a tutta la sinistra in generale.
È un fenomeno del tutto prevedibile, considerati gli ultimi anni di politica scellerata e menefreghista che hanno portato il paese ad essere la barzelletta dell'Europa, con la disoccupazione più alta da decenni e una pressione fiscale iniqua e insostenibile.
Non ho alcun precedente su cui basarmi sul Movimento di Grillo. In un certo senso, è un salto nel buio.
Ma se da una parte ci sono ladri, puttanieri, mafiosi, ciarlatani e giocolieri, cosa ci può essere di peggio dall'altra?
Io ho fatto il salto.
E, per la prima volta in trent'anni di voto, mi sento ottimista.

29 commenti:

La firma cangiante ha detto...

Il salto l'ho fatto anche io. Comunque rimango dell'idea (e mi alienerò la simpatia di TUTTI) che siamo un paese di merda.

Marcus ha detto...

Diciamo che, con le dovute riserve, appoggio quasi tutte le tue opinioni.
Comunque Udc, Fli e Scelta Civica pare abbia superato, pur se di poco lo sbarramento del 10%.
Personalmente, avrei scommesso di più su Rivoluzione civile, naufragata in un misero 4%.

Maura ha detto...

E' davvero paradossale che questi risultati facciano figurare il risultato del PdL, che nel 2008 prese più del 40%, come una vittoria, nonostante abbia perso il 10% dei voti.
E' una delle tante magie della sinistra italiana.
Se si tornasse a votare domani, Berlusconi sbaraglierebbe tutti, tranne il M5S.

Fotogriphone ha detto...

Grande Cyber, se non in altre cose (tipo i gusti in fatto di donne ^^) in politica siamo quasi fratelli.
Voglio solo far notare che a parte il direttore del sole24 nessuno ha capito cosa gli ITALIANI hanno voluto dire con i risultati del M5s... anzi qualcuno ha detto che gli ITALIANI sono dei bugiardi perchè i sondaggi non hanno rispecchiato i risultati., oppure che i candidati del M5s sono troppo giovani e non sono preparati a sostenere dibattiti impegnativi... essere GIOVANI NON SIGNIFICA ESSERE STUPIDI... Grazie Beppe per aver dato voce al popolo vero, quello che combatte tutti i giorni con le spese che sono sempre maggiori dei guadagni e che spera sempre di avere un lavoro che si possa permettere anche di avere una FAMIGLIA ed un FUTURO.

Tatiana_89 ha detto...

PERFETTAMENTE D'ACCORDO !

BlackBox ha detto...

Parole sante.
Bersani, rispettando la miglior tradizione della sinistra che dice di voler cambiare ma non è capace di farlo mai, sta perdendo clamorosamente anche questa opportunità.
Avrebbe dovuto farsi da parte, magari cedendo il partito in mano a Renzzi... con Renzi anche quelli di destra votavamo pd.... .passava da solo il 50%...
Con questo scenario è perfettamente inutile anche solo tentare di comporre un governo.
Temo che ne vedremo delle belle nei prossimi mesi.

Anonimo ha detto...

Quello che auspico io...
da domani esproprio delle reti Mediaset, cacciata di piersilvio e confalonieri, nomina della Annunziata quale direttore.
Confisca e vendita forzosa di villa certosa e di tutte le proprietà del nano e consegna del ricavato De Benedetti quale risarcimento.
Retrocessione del Milan tra i dilettanti cessione della proprietà a Ingroia quale risarcimento per non essere stato eletto.
Ed infine ricovero forzoso di tutti quelli che han votato ancora berlusconi per programma di rieducazione che li terrà imprigionati fino a che non avranno imparato a memoria la vita e le opere di Stalin.
Finalmente, in Italia, aria nuova :D

Dan ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Dan90 ha detto...

Un appunto: se anche la coalizione di Monti non superasse il 10%, molto probabilmente la sua lista avrebbe comunque superato sia il 4% alla camera, sia l'8% al senato. Il che significa che la lista di Monti entra, Fini e Casini no.

Leonardo ha detto...

Visto che si fa outing, neanch'io nasconderò le mie simpatie per Grillo e il suo esercito di parlamentari giovani e battaglieri. Saranno un pungolo per tutti, uno sprone al cambiamento.
Ma non posso fare a meno di pensare che se Matteo Renzi avesse avuto la meglio su Pier Luigi Bersani, oggi assisteremmo a risultati diversi: Berlusconi non si sarebbe presentato, avrebbe lasciato il posto a un Pdl che difficilmente avrebbe avuto la possibilità di contrastare l’astro nascente di una sinistra socialdemocratica.
Ma la sinistra italiana è quella che è: ottusa. E la transizione non si è conclusa.
Forse un giorno la leggeremo come l'ennesima (ultima?) grande occasione perduta dal popolo Italiano.

Neliel ha detto...

La sottoscritta chiede ESPLICITAMENTE a TUTTI coloro che hanno votato BERLUSCONI di rimuovermi dalle loro amicizie su QUALSIASI PIATTAFORMA.

@Franky90oedi ha detto...

Io ringrazio ci ha fatto il figo dicendo "io non voto, nessuno mi rappresenta"...
ora vi rappresenterà di nuovo Silvio, felici?

Anonimo ha detto...

Berlusconi è talmente gasato che adesso vuole partecipare al Conclave.

Anonimo ha detto...

scusami, non sono d'accordo con le tue conclusioni e condivido solo in parte le tue premesse.
io non sono per niente ottimista ed anzi penso che il meteorite russo in confronto a grillo sia tutta salute.
in particolare: berlusconi è un buffone, un cialtrone, un strimpellatore da nave da crociera. e non ha mai fatto nulla per nasconderlo. se gli italiani continuano a votarlo, è semplicemente perchè è il miglior rappresentante che possono avere. la sua totale mancanza di senso di responsabilità è l'unica cosa che può definire un qualunque abitante dalle alpi a lampedusa.

bersani è il prodotto di una sinistra che in 60 anni non ha tirato fuori un'idea che sia una, men che meno progressista.
concordo con BlackBox: se avessero presentato renzi avrebbero vinto. ma per presentare renzi ci volevano le palle, e la sinistra italiana non ce le ha.

monti è un massone che la prima cosa che ha fatto da presidente del consiglio è andare a baciare l'anello di Ratzinger (di cui ho grande rispetto, ma che dovrebbe essere il capo di uno stato straniero).

e poi c'è grillo.
una mina vagante. un pericolo che nessuno sembra riuscire a comprendere.
anzi, sono tutti ottimisti, come te.
ricordiamoci un attimo chi è grillo.
un tizio che fa i soldi facendo spettacoli in cui dice possiamo lavare il bucato con una palla di ceramica ma non ce lo dicono perchè ci sono le lobby dei detersivi cattivoni. dice che possiamo usare la macchina ad aria compressa ma la lobby del petrolio cattivone. dice che (questa è il massimo...) che i livelli di colesterolo limite li decidono quelli della lobby delle case farmaceutiche. che prima va avanti dieci anni a dire che il particolato e poi mettono il limite dei pm10 e li allora dice che dovevano mettere quello del 2,5.

grillo dice tutto ed il contrario di tutto da 30 anni. va benissimo se fai il comico. va meno bene se hai in mano le sorti del paese. appena gli si fa notare che "scusi grillo, sa che le macchine ad aria non funzionano?" vieni manganellato dalle sue squadracce di commentatori su internet e messo alla pubblica gogna. appena qualcuno del movimento dice che non è d'accordo con lui viene espulso e chissenefrega che questo ha preso voti E GRILLO NO. è uno che adesso gestisce il primo partito d'italia ma non si è candidato, il furbastro. arriverà a roma in treno, dopo che gli altri han fatto la marcia...

insomma. per me è un grave pericolo sia per la sua gestione del movimento che per le idee che ci mette dentro. ed è ancor più pericoloso per la gente che gli dà credito.
scusatemi, ma è quello che penso.
hanno appena intervistato la più giovane deputata (grillina, 25 anni, non ricordo il nome.) sembra una uscita da un'assemblea d'istituto del liceo. per cairtà, va benissimo la gente giovane, le idee nuove.
sentiamole, queste idee.
lei: "sì, noi vogliamo assolutamente fare il referendum per uscire dall'euro" (e già qui, chi ha un minimo di buon senso se non di basi di economia, si sta allacciando le cinture di sicurezza...)
giornalista: "ehm, mah... guardi che la costituzione non prevede referendum su cose di questo tipo..."
lei, cascando dalle nuvole: "ah.. eh, sì è vero, ma noi lo vogliamo fare lo stesso. tanto poi non è che vogliamo uscire dall'euro sul serio, per ora".

traduco: non sappiamo di cosa stiamo parlando, ma chiediamo un referendum che tanto non serve perchè a noi lo fanno fare gratis.
e non è una novità.
pizzarotti a parma ha fatto la campagna elettorale sull'inceneritore da smantellare. la gente gli ha dato il voto (per lo schifo, concordo) e questo arriva lì e scopre che non è una decisione che può prendere lui!

insomma grillo è un tizio con metodi assai poco tranquillizzanti, idee a metà tra il complottista e lo yahoo answers, e preparazione da assemblea di condominio.

ma da cossiga in qua di gente che piccona non ne abbiamo avuto abbastanza?
qualcuno che costruisce no?

Simona Pasquariello ha detto...

D'accordo in tutto e per tutto! Anche io ho fatto il salto nel buio (con le relative paure e angoscie) e davvero davvero davvero per la prima volta sono fiduciosa per un futuro migliore. Se si andrà di nuovo al voto sono sicuro che il M5S farà davvero il botto, perchè se ora molti non l'hanno votato per dare il voto "utile" al PD o per paura di sprecare il voto in un partito "piccolo e con gente comune che di politica non ne capisce niente" magari ora vedendo i risultati eclatanti ottenuto dopo solo 3 anni di campagna elettorale on line si convinceranno che una politica pulita e onesta, che fa quello che promette (quando ne hanno, ovviamente i mezzi e le possibilità, non siamo utopici) e magari davvero riusciremo a ridare dignità all'Italia e ad avvicinarmi alla politica buona stile Norvegia :)

LUIGI BICCO ha detto...

Non avrei saputo dirlo meglio. Sono molto d'accordo. C'è da aggiungere che sembra abbiano capito che Grillo ha tolto voti anche a destra. E non pochi. Per buona pace di tutti quelli della sinistra che negli anni passati accusavano Grillo di togliere voti al PD.

La cosa da tenere in considerazione è che mantenendo le giuste premesse, il Movimento 5 Stelle è un fenomeno destinato a crescere ancora parecchio, nel tempo.

E comunque, tanto per scherzarci su, solo nel Movimento 5 Stelle si poteva mettere a capolista della Camera Emanuela Corda, una grafica pubblicitaria :D

Mr. Lunastorta ha detto...

Continuerò a leggere il tuo blog! ;-)

Dama Arwen ha detto...

Beh, come non quotare tutto il tuo ragioanmento!?
Io volevo fare una cosa, il famoso rifiuto delv oto messo a verbale, x dire che NESSUNO, NESSUNO dei candidati mi andavano bene.
Ma una volta capito che questa verbalizzazione avrebbe cmq favorito il + votato, ho deistito.
A parte l'astensione, che non ritengo giusta, trovo vergognoso che in Italia non si possa dire: Oh, mi fate cagare tutti! A casa, voglio qualcun altro!"

Dama Arwen ha detto...

@Anonimo delle poche righe (quello dell'esproprio di Mediaset, retrocessione del MIlan ecc)
io NON HO votato Berlusconi, ma secondo me sei un coglione che ragiona esattamente come lui… hai detto le cose più stupide che potessi sentire.

@Anonimi: perché non vi firmate???

Alex McNab Girola ha detto...

Ogni voto, tranne quello che Berlusconi, è rispettabile.
Detto ciò, io non ho votato Grillo.

Alessandra ha detto...

Diciamo che si votava non il migliore ma il meno peggio :( che tristezza! Appena scattano i 5 anni prendo la seconda cittadinanza e questa qui al metto nel cassetto, oggi mi sento cosi' pace.

Anonimo ha detto...

@Alex: ogni voto è rispettabile, anche quello per b.
dopotutto c'è anche chi prova piacere a farsi fare cose che a me non piacciono, quindi non stiamo a sindacare.
solo che da chi vota in un certo modo poi non voglio sentire UN FIATO di lamentela.

@Simona: "una politica pulita ed onesta che fa quello che promette"????? O_O e sarebbe grillo? a parte che dove sta amministrando NON FA quello che ha promesso (facile dire "quando è possibile". a promettere cose impossibili e poi fare solo quelle possibili sono buoni tutti. persino berlusconi.) e poi, scusate, ma è la prima volta che spero vivamente che qualcuno non faccia quello che ha promesso, o ci ritroviamo come la corea del nord in tre mesi. per chi ne brama l'avanzata libertà ricordo che pyongyang è verso est, se si vogliono incamminare...
mai come oggi spero di sbagliarmi, ma non mi ero sbagliato su berlusconi quando prendeva 400 deputati su 600...

@Dama: non mi firmo perchè sono un prezzolato del Pd per gettar discredito sul nuovo che avanza e se metto il nome potreste scoprirmi. seriamente, non vedo che senso abbia mettere un nome a casaccio (un po' come un nick qualsiasi, tipo Damaeccetera...) su internet. se faccio affermazioni lesive c'è il mio ip. altrimenti posso dire di essere Mario, Giorgia, o Ugo e che cambia? Federico, comunque. piacere.

Dama Arwen ha detto...

@All'anonimo Federico: solo per sapere a chi a rispondere! Siete 2 anonimi e non vi si distuingue. Che poi sia un nick un nome vero o falso poco importa, solo per quello ;-)

Anonimo ha detto...

Caro Luca, che dirti...sono d'accordo pressoché su tutto ma non ho votato Grillo. Confesso che avendo le tasche piene di ogni populismo, mi preoccupavano certi segnali che avvertivo nelle piazze, ma d'altra parte la vittoria era annunciata e comprensibile. Il csx ha sperperato ogni energia positiva postprimarie e non ha saputo parlare al Paese così come ha fatto Grillo, nella posizione vantaggiosa del suo non collocarsi ne' a ds ne' a sx. Devo però dirti di ritenere superabili queste due posizioni solo fino a un certo punto, non nel senso di resuscitare moriture ideologie novecentesche, ma nel senso che si tratta di due diversi sistemi di valori non sovrapponibili, che alla fine emergeranno in fase dibattimentale, soprattutto quando si tratterà di affrontare i temi eticamente sensibili, le questioni dei diritti civili, le problematiche dell'immigrazione. Insomma, il popolo 5S da qualche parte arriverà pure, a quel punto cosa prevarrà? Quale idea verrà scelta, in base a cosa e da chi? Saranno eterodiretti da Grillo o Casaleggio? In ogni caso per questo c'è tempo, e nel frattempo molte cose buone possono essere fatte: io mi "accontenterei" di avere finalmente una buona legge elettorale, una buona legge sul conflitto di interessi e correggere un po' di iniquità.
Ho fiducia che tutto questo alla fine sarà salutare perciò faccio tanti auguri al M5S e al Paese. Un abbraccio a te.Ciao. Elena

p.s. gli unici che non riesco a rispettare sono quelli che hanno votato B.

Anonimo ha detto...

e per B. intendo Silvio, ovviamente
(Elena)

Angel-A ha detto...

Grillina dell'ultimora ma pur sempre prima di lunedì scorso!!!!! ^_____^
Beppe facci sognare (e falli tremare!!!!) uahahahahah

Anonimo ha detto...

Condivido tutto, ma proprio tutto quello che hai scritto. Anche io ho fatto il salto... ;)
Stella

Lady Simmons ha detto...

Sono d'accordo su tutto, Luke. Però io non me la sono sentita di votare Grillo. Primo perchè è uno che grida e a me quelli che devono alzare la voce per farsi sentire non piacciono.

Ho votato per SEL, perchè Vendola lo conosco non di persona, ma di comizi su comizi ascoltati con le mie orecchie in Puglia ma soprattutto perchè è stato l'unico programma politico che mi ha dato un barlume di speranza.

E non ultimo, perchè era l'unico a parlare di diritti degli animali, oltre al resto.

Lady Simmons ha detto...

Sono d'accordo su tutto, Luke. Però io non me la sono sentita di votare Grillo. Primo perchè è uno che grida e a me quelli che devono alzare la voce per farsi sentire non piacciono.

Ho votato per SEL, perchè Vendola lo conosco non di persona, ma di comizi su comizi ascoltati con le mie orecchie in Puglia ma soprattutto perchè è stato l'unico programma politico che mi ha dato un barlume di speranza.

E non ultimo, perchè era l'unico a parlare di diritti degli animali, oltre al resto.