giovedì 28 febbraio 2013

Quando le stelle sembravano vicine.

El Cosmonauta è un  film di produzione spagnola che ha fatto parlare di sé per via del modello di finanziamento utilizzato per la produzione e per la distribuzione.
La Riot Cinema ha utilizzato il crowdfunding, un motore finanziario con un potenziale enorme che si basa sull'immenso popolo del web. In parole povere, chiunque, con micro-investimenti anche di pochi euro direttamente attraverso Internet, può diventare un produttore del progetto in questione.
Per El Cosmonauta questo particolare modello di finanziamento ha fruttato la rispettabile somma di 300 mila euro, pochissimi se confrontati alle produzioni hollywoodiane che con quella cifra non pagano neanche lo staff della star di turno, ma abbastanza per mettere su un prodotto onesto, interessante e – almeno a giudicare dal trailer – neanche troppo scadente sotto il profilo degli effetti visivi.

El Cosmonauta è ambientato nel 1967. Nell'allora maestosa Unione Sovietica è in atto una corsa contro il tempo per battere gli americani per la sovranità dello spazio.
Il fuoco della macchina da presa è puntato su Stas e Andrei, due giovani cosmonauti che si allenano per le prime missioni orbitali e lunari e che vivono di persona intrighi politici, lotte di potere, successi e disfatte dell'ex superpotenza... quando sembrava che l'uomo avesse messo un piede nel cosmo e stesse iniziando quella che un giornalista italiano dell'epoca definì "l'Era dello spazio".

La storia poi ci ha ricacciati alle nostre misere faccende quaggiù, inchiodati dalla Gravità disattendendo migliaia di opere di fantascienza e i sogni di chi guardava verso il cielo ogni notte vedendovi il futuro dell'Umanità.
Io, per ora, mi accontenterei di vedere il film completato. Non c'è ancora una data di uscita, ma, se sono riuscito ad interessarvi, potete tenervi aggiornati QUI.

5 commenti:

Alex McNab Girola ha detto...

Interessantissimo.
Adoro questo genere di progetti. Grazie mille della segnalazione, terrò d'occhio il film...

Leonardo ha detto...

Forse il trailer indugia troppo sulla love story a tre... però sembra interessante, anzi, trovo strano che nessuno abbia fatto un film sull'epopea spaziale di quegli anni (ricordo un film americano, ma nulla sulla controparte russa)...

francesco1375 ha detto...

I sovietici avevano in effetti progettato fin nei dettagli la loro esplorazione umana sulla Luna.
Nonostante avessero probabilmente accesso a gran parte dei progetti Apollo, elaborarono un progetto totalmente indipendente.
Il progetto fallì soprattutto per la sottovalutazione dell'elettronica, molto indietro rispetto a quella americana. L'arretratezza in questo settore portò al fallimento del vettore di lancio che a differenza del Saturn americano si basava su un sistema sostanzialmente elettro-meccanico per mantenere l'assetto. Architettura che si rivelò insufficiente nella stabilizzazione dell'immenso razzo che avrebbe dovuto portare i russi sulla Luna.

E Leonardo ha ragione, è una storia così affascinante che è strano che nessuno l'abbai ancora raccontata.

Angel-A ha detto...

Anche gli astronauti hanno le storie d'amore!! ^___^
Non sapevo del crowdfunding, e mi sembra una figata... ma mi sa che il film non è ancora pronto, in giro non ne sento parlare e il tuo post è uno dei pochi articoli che ho trovato....

La firma cangiante ha detto...

Ma si diventa produttori aggratis no? Per pura passione credo, non è che se il film incassa quanto Titanic se ne vedono gli utili :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...