venerdì 15 febbraio 2013

Quando vi assegnano un lavoro...

...le percentuali possono variare, ma grosso modo le cose stanno così.

24 commenti:

Dama Arwen ha detto...

Ahahahaha!
Guarda, se vuoi ti faccio io un corso di InDesign dopodiché non vorrai mai più usare Xpress.
Concordo sul tempo sprecato per le correzioni idiote… ma ogni tanto uso anche font che non siano l'Helvetica! ;-)
Ah, io sostituisco il tempo di FB con il blog o il forum di Y4

Larsen ha detto...

xpress e' uscito dal mio harddisk definitivamente da almeno un lustro :D

LUIGI BICCO ha detto...

Grandissimo.
La parte oro delle modifiche del cliente e quella rossa di x-press... quanto sono vere :D

P.S.: Per la seconda, in particolare, da quando c'è stato il traumatico passaggio alla CS6. Soprattutto InDesign. Da dimenticare.

Ettone ha detto...

a sto giro non condivido perché preferisco di gran lunga Indesign a Xpress...
il resto però è vero...

CyberLuke ha detto...

Ancora con 'sto InDesign.
È troppo complicato, mi spiace.
Xpress è brutale e veloce.
InDesign è per fighette e ha così tante palette che è stato progettato in accordo coi produttori di monitor panoramici. Punto.

Dama Arwen ha detto...

Xpress è vetusto, rigido, complicato, macchinoso inutilizzabile. Ci vuole il doppio del tempo a fare le cose.
L'ho usato x 8 anni, mi è bastato ID 2.0 x nn volerlo + vedere. L'ho dimenticato - x fortuna - dal 2006.
ID Fa l'imposition automatica, crea le ombre da solo, gestisce i vettoriali, i psd crea PDF senza problemi di compatibilità.

CyberLuke ha detto...

XPress è vetusto e rigido: vero.
Complicato e macchinoso: perché invece InDesign! :D
InDesign ho provato ad usarlo più volte. Ogni volta, esasperato, richiudevo tutto e tornavo a Xpress.
Anche lui crea le ombre da solo e importa i file a livelli, e genera pdf leggerissimi.
Sul serio, qualcuno mi dice cosa fa che XPress non fa?

Cervello Bacato ha detto...

Pause su facebook è l'elemento essenziale di ogni lavoro xD

Beki ha detto...

Personalmente invertirei lo spicchio viola con lo spicchio giallo! :)
Un abbraccio.
Beki

Alex McNab Girola ha detto...

Tragicamente, cambiando qualche voce, vale anche per la scrittura e per l'editoria.

pa ha detto...

fantastico! molto vero! che vitaccia!

pa ha detto...

ps ti ho adorato quando hai scritto "Xpress è brutale e veloce.
InDesign è per fighette e ha così tante palette che è stato progettato in accordo coi produttori di monitor panoramici. Punto."
in questa cosa ti sento davvero fratello maggiore!

Dalailaps ha detto...

Mi vuoi ancora bene se ti dico che la prima cosa a cui ho pensato quando ho visto quel grafico è stato a un video? vai al nono minuto. :D



sartoris ha detto...

XPress brutale rulez!!!!

Matteo ha detto...

la prima cosa che mi viene in mente è che id, ad esempio, non crasha ogni 15 minuti... :-)

Matteo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Fra ha detto...

vale un po' per tutti i lavori :) simpatico! :D

Claudio Patriarca ha detto...

"InDesign è per fighette e ha così tante palette che è stato progettato in accordo coi produttori di monitor panoramici".
Ma quanto è vero!!! Io quella parte della "torta" infatti l'ho proprio eliminata da quando QXP si è aggiornato.
Quello che QXP non fa vuol dire che in effetti non serve!

Matteo ha detto...

@Claudio Patriarca: vienimelo a dire quando devi impaginare un libro di 500 pagine con 1600 note... e in xPress le devi inserire tutte a mano e poi, magari, il correttore si sveglia che un paio le vuole eliminare.

Inoltre, potete pure chiuderle TUTTE le palette in ID e avete la stessa identica struttura di xPress.

Un conto è trovarsi meglio con xPress - e su questo non discuto - ma per fare un paragone bisognerebbe conoscere bene entrambi i programmi e partire dal presupposto che ID è un software diverso e non un clone di xPress, che perciò va imparato.

E inoltre bisognerebbe pure specificare cosa ci fa uno con i programmi: per una locandina o un volantino xPress va benissimo, per fare una rivista, o peggio ancora un libro, InDesign ha oggettivamente degli accorgimenti che semplificano alla stragrande il lavoro, velocizzandolo al massimo.

Poi, ripeto, se preferite inserire a mano 1500 note non sarò certo io a impedirvelo :)

Angel-A ha detto...

Quoto Fra! Vale per un mucchio di lavori!!! ^______^

Valeria Boffi ha detto...

Concordo tranne che per l'uso di Xpress.

Mi viene in mente il duello tra te e Matteo a Badia Prataglia... :-P

Alessandra ha detto...

Ho facebook bloccato a lavoro e non posso installare altri font se non quelli che abbiamo, quel tempo li' lo guadagno anche se poi lo spreco a stare appresso al mio capo che ormai si comporta come un novantenne e non si ricorda nulla. Ah e non abbiamo indesign quindi vado diretta su quark ;)anche se presto ci convertiranno anche a noi ahime'.

CyberLuke ha detto...

@Alessandra: facebook bloccato in ufficio non è una cattiva idea (so che dicendo così mi inimico parecchi di voi, ma è la verità e lo sapete bene).
@Valeria: bei giorni, quelli.
@Matteo: per fortuna, nella mia carriera non ho ancora dovuto affrontare l'annosa questione delle note a pié di pagina. Magari cambio idea quando mi ci trovo. Cmq, XPress non mi crasha dai tempi del 6.0. Te lo metto per iscritto.
@pa:ho un paio di trucchetti da insegnarti, sorellina.
@Alex e Angel-A: in effetti, sì.

pa ha detto...

Cyber: non ho dubbi, ne avrai anche 4. attendo da te!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...