sabato 23 marzo 2013

Una questione d'immagine.

Già secoli fa, come se ce ne fosse bisogno, facevo notare come il nostro ex premier avesse ottenuto risultati di tutto rispetto alla voce "Sputtanamento dell'Italia e della sua credibilità su scala mondiale".
Anche ora che il peggio sembra passato (ma grazie a milioni di altri wannabe-Silvio ci siamo andati per l'ennesima volta pericolosamente vicini), subiamo il danno d'immagine all'estero.
Non ricordo se per altre legislature qualcuno ha sentito il bisogno di produrre (e vendere) migliaia di t-shirt come QUESTA da mettere prudentemente in valigia per evitare oltreconfine la facile equazione italiano= berlusconiano… ma, di certo, questa che vi presento oggi è la prima campagna pubblicitaria che usa, pur senza nominarlo esplicitamente, il faccione del cavaliere come testimonial, alla guida di una Ford Figo (sì, il nome è quello che è, ma abbiate pazienza. È un altro mercato).

E cosa troviamo nel baule posteriore della sua Ford Figo?

Tre donnine legate e imbavagliate che, senza neanche sforzarsi troppo, possiamo identificare in Nicole Minetti, Ruby e una donna poliziotto che – sarò malizioso io – dovrebbe alludere alle numerose traversie giudiziarie del Silvione nazionale.

Il claim, creato dalla J. Walter & Thompson India è Leave your worries behind, Lasciatevi le preoccupazioni alle spalle.

Cliccateci per ingrandire, se volete.

Ora, non starò qui a giudicare se questa campagna (che, tra l'altro, è una multisoggetto che vede Paris Hilton riservare lo stesso trattamento alle sorelle Kardashian e Michael Schumacher che neutralizza i rivali Vettel, Hamilton e Alonso) sia di buon gusto o meno.
Di certo, c'è solo il danno d'immagine di cui vi dicevo in apertura.
Così lo vedono.
Così ci vedono.

E il fatto che sia Ford Italia che il Gruppo WPP (partner di Ford) si siano dissociate all'istante temendo ricadute legali e abbiano ottenuto la rimozione delle immagini dal più prestigioso sito di pubblicità del mondo, non cambia assolutamente nulla.

Anzi.
Direzione creativa: Bobby Pawar, Vijay Simha Vellanki
Art Director: Supriya Berry
Copywriter: Binoy S. Sarkar
Illustratore: Nithin Rao Kumblekar

15 commenti:

Glauco Silvestri ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Glauco Silvestri ha detto...

Atz... volevo copiare il commento eliminato per correggere un dettaglio ma, vabbé, il CTRL-C non ha funzionato (boh!).

Dicevo: Ho letto la notizia stamattina. Trovo che anche il nome dell'auto (che però da noi si chiama Fusion, e non Figo) sia azzeccato.

Quanto alla nostra politica, credo avrebbe bisogno di un pizzico di autoironia, così come del resto il nostro italico paese... che di brutte figure ne fa tante, che è visto quel modo dagli stranieri... ma chissà perché è anche quello che tutti vogliono visitare, quello con la cucina più invidiata e apprezzata al mondo... quello che ha dato vita a tante meraviglie... e va bene, ha parecchi difetti. Ma probabilmente se fossimo inquadrati come gli svizzeri non saremmo andati più in là di una tavoletta di cioccolato e gli orologi a cucù!

A me non dispiace di essere italiano... è solo che certi italiani avrei preferito non esistessero, ma va be', non tutte le ciambelle nascono col buco... ma le nostre hanno un buco bello grande (nel bilancio e non solo...).

Brava Ford... peccato abbiano ritirato la pubblicità!

Angel-A ha detto...

Magari conoscevi anche anche la pubblicita' dei lassativi in brasile (questa qui)…. ‘Non lasciate che rimanga oltre’
Oltre al Cavalierone nostro, lo stesso claim viene associato a George W. Bush e a Kim Jong-il ^_______^ uahahahah che pagliaccio

barbara ha detto...

Vedo una grande similitudine tra berlusconi e gli indiani. Tutti due adorano le vacche.

Dan90 ha detto...

Secondo me sbagli quando dici:

"Così lo vedono.
Così ci vedono."

Così ci vedono solo gli stranieri idioti che fanno di tutta l'erba un fascio. E non so se ho molto bisogno del loro rispetto.

Anonimo ha detto...

ancora te stai a preoccupare delle figure che ci faceva fare b.?
dopo la faccenda dei marò comincio a pensare che l'immagine dei puttanieri sia il massimo a cui possiamo aspirare...

incredibile che dal punto in cui eravamo arrivati siamo persino riusciti a scendere ancora...

italiani, gente piena di risorse.

F

CyberLuke ha detto...

@Glauco: il guaio è che "lui" è uno specchio abbastanza preciso di tanti di noialtri. Wannabe, appunto.
Se così non fosse, dovrei spiegarmi così tanti (e reiterati) consensi solo con la stupidità.
E so che non può essere così.

@Angel-A: non la conoscevo. Cristo santo.

@Dan90: magari neanch'io. Ma ne ho incontrati comunque parecchi e non è mai piacevole. Puoi anche giocare a fare il superiore, ma non per sempre e non con tutti.

Simone ha detto...

La pubblicità io la trovo divertente e che prenda in giro Berlusconi ora che abbiamo avuto monti e adesso Bersani lo trovo anche poco correlato all'attuale momento politico e non troppo offensiva verso gli italiani.

Poi se ci pensi Berlusconi ha preso il 20% dell'80% dei votanti. Cioè il 16% degli italiani vota Berlusconi, solo 1 su 6. Non mi pare tanti, e penso che molti siano pensionati che speravano davvero di riavere l'imu perché semplicemente sono senza una lira vecchi soli e disperati.

Io comunque ho votato Grillo... vedremo quanto ci prenderanno in giro a riguardo tra un po' :)

Simone

La firma cangiante ha detto...

Quella con i piloti però la trovo simpatica :)

Lady Simmons ha detto...

Glauco non credere. Non vorrei disilluderti ma non è che TUTTI VOGLIONO VENIRE IN ITALIA per mangiare bene a suon di mandolino e pizza e volemose bene.
I turisti vengono d anoi come in molti altri posti. L'Italia non è certo il più bel paese al mondo, è un paese come tanti con bellezze e bruttezze, sicuramente dal punto di vista culturale zeppo di posti da visitare.
Ma se parliamo di cultura e intelligenza dell'italiano lì ho seri problemi.
Serissimi anzi.
Quetso paese va letteralmente a puttane, e si è un doppiosenso.
Parlaimo dle modo di lavorare. Ho da poco messo su casa, e ho incontrato cosidetti "professionisti" che sono meno bravi dell'ing. Cane.
Lavorano in modo approssimativo, e quando lo fai notare s'incazzano seccati. Pressapochismo.
Altrove il customer care è una religione, e parlo ad esempio della Germania o dell'UK.
Quanto alle figure di merda planetarie non solo abbiamo uomini politici come Berlusconi che mettono i tacchi, il parrucchino, il botox, che parlano in inglese stile dugustismeglcheuan, che pagano zoccolette, che sono incriminati su più fronti e sperano di farla franca, ma abbiamo deficienti che li votano perchè VOGLIONO ESSERE COME LORO, SONO COME LORO: italiani medi, puttanieri, fancazzisti e imbroglioni. Con la convinzione di poter fregare il prossimo e farla franca. Questa è l'italianità media. E ci vedono così perchè SIAMO COSI. Basta guardarsi attorno: quello che fa il furbo per superare la fila, quello che ti propone di pagare senza fattura, quello che lavora male e via dicendo.

Riguardo alla questione India l'i abbiamo dato il massimo. Come paese delle banane intendo.
Prima si poi noi, poi ce li date, poi non ve li diamo, poi ma si riprendeteli.
Ma c'è qualcuno in questo paese che ha le palle di prenderesi le proprie responsabilità?
Berlusconi ha messo il paese sul lastrico e ora parla di "bene del paese". Mi viene da vomitare.
I due militari che hanno ucciso gli indiani si rifugiano sotto la gonna di mamma Italia, pigliando pe ri fondelli l'India.
E gli uomini d'onore dove sono?
Perchè i politici che hanno rubato i nostri soldi, andando a festini mascherati di dubbio gusto e moralità sono ancora là?
PERCHE' QUESTO PAESE FORSE SE LI MERITA.

Ariano Geta ha detto...

Perché "ci vedono"? Così vedono Berlusconi. A noi ci vedono semmai come ladri e mafiosi, ma onestamente questo avveniva già prima dell'ascesa di Silvio.

Fra ha detto...

Quoto Lady Simmons...
A parte questo, le pubblicità le trovo simpatiche.
Infine, è vero che ci vedevano già come mafiosi (una volta, in ovovia, in Trentino, un gruppo di tedeschi mi ha chiesto da dove venissi e, quando ho detto "Italia", mi hanno detto sorridendo "Italia mafia"), ma adesso - con tutti i voti che prende questo clown - ci vedono non solo mafiosi ma anche un branco di pecoroni... a me non piace nemmeno un po'.

Matteo ha detto...

Non ho capito in base a quale criterio se Berlusconi va a mignotte, all'estero dovrebbero pensare che anche io vada a mignotte. Io vivo all'estero e nessuno mi ha mai trattato né guardato dall'alto in basso.
Tra l'altro, noi italiani siamo sempre troppo pronti a leccare i piedi di qualsiasi cosa venga da fuori confine. In base a questo modo di ragionare e vedendo questa copertina dell'autorevole (?) The Economist, anche chi ha votato Grillo dovrebbe sentirsi un buffone?

http://st.ilfattoquotidiano.it/wp-content/uploads/2013/02/economist-cover.jpg?adf349

Anonimo ha detto...

Berlusconi a parte, immagino che l'idea di avere tre donnine in bondage nel bagagliaio non dispiacerebbe manco a te Uahahahahahah

CyberLuke ha detto...

@Anonimo: ti sbagli.
Non terrei mai una donna legata e imbavagliata nel bagagliaio.
La terrei sul sedile del passeggero.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...