mercoledì 24 luglio 2013

Del Comic Con 2013 e di scimmie che montano.


Da tempo accarezzo l'idea di investire la tredicesima e tutte le mie ferie estive in quel di San Diego dove, giusto in questi giorni, ogni anno si svolge il Comic Con, nato come la più importante convention mondiale sui fumetti, fantascienza e fantasy, e divenuta negli anni la più grande vetrina per anime, manga, cosplayer, videogiochi, giochi di ruolo, horror, animazione, serie tv e – naturalmente – cinema.
Ma stavolta non vi ammorberò/delizierò con la solita carrellata di fotografie di cosplay discinti, che pure hanno un loro perché, no.
Sono gli annunci fatti dagli uffici stampa di Marvel e DC Comics sulle prossime uscite cinematografiche ad avermi fatto montare una discreta scimmia sulla spalla... oltre ad essere la conferma definitiva (se mai a qualcuno ne servisse ancora una) che questi anni dieci per il cinema sono nati e sembrano voler proseguire sotto l'insegna dei fumetti fatti carne (e CGI), un trend iniziato nel 2002 con il primo Spiderman di Raimi e che ci ha dato qualche prodotto notevole (la trilogia di Christopher Nolan dedicata a Batman), qualcun altro non perfetto decisamente sopra la media (il primo Iron Man X-Men: First Class), altri semplicemente tamarri ma tutto sommato funzionanti allo scopo (The Avengers, The Amazing Spiderman), un bel po' di dimenticabili (i due Fantastici Quattro, Catwoman, Ghost Rider, Elektra), più una manciata di interessanti prodotti collaterali sul tema supereroe (Chronicle, Super e Defendor).

Peraltro quasi tutti accomunati (persino i più inguardabili) da incassi che vanno dallo stratosferico (The Avengers, un miliardo e mezzo di dollari) al decoroso (i due Hellboy, 160 e 100 milioni di dollari).
E, in tempi di vacche magre come queste (persino ad Hollywood la crisi morde le chiappe ai produttori), si investe quasi esclusivamente dove c'è rientro.
Ed ecco, dunque, a fronte della valangata di quattrini fatta dal genere superoistico, che ci siamo assicurati una stagione 2014/2015 assolutamente degna di nota.

Vediamola nel dettaglio.


Superman vs. Batman
L'ultimo Batman: The Dark Knight Rises non ha esattamente aperto la strada ad un sequel, e meno che mai a un film dove i supereroi si danno le cinquine tra di loro.
Eppure, Warner Bros e DC hanno buttato sul piatto quello che potrebbe essere il crossover di tutti i tempi, sintetizzato dall'immagine che vedete qua sopra e che è stata proiettata al Comic Con ammutolendo tutti i presenti per poi farli esplodere in un applauso che veniva giù il convention center di San Diego.
D'altra parte, se hai tra le mani un franchise miliardario come Batman e l'ultimo Man Of Steel che i suoi 630 milioni e rotti di dollari se li è portati a casa, non fai freddare il ferro.
Al timone c'è di nuovo Zack Snyder, Superman sarà di nuovo interpretato da Henry Cavill mentre per Batman si cerca il sostituto di Christian Bale, che ha declinato.
Tra due anni sapremo tutto.


Avengers 2: Age of Ultron
Dopo l’annuncio del sequel di Superman insieme a Batman, il presidente Marvel Kevin Feige e il regista Joss Whedon non potevano che rilanciare con annunciando il titolo ufficiale del sequel di The Avengers, programmato per il 1° maggio 2015.
A partire da Thor: the Dark World e Captain America: the winter soldiers, Marvel non prevede più una numerazione incrementale ai titoli dei propri film (Iron Man 1, Iron Man 2, Iron Man 3), ma un sottotitolo. Che, nel caso dell'inevitabile sequel degli Avengers, svela da subito il villain della pellicola: l'androide Ultron, uno dei nemici storici dei Vendicatori e ai quali è stato dedicato l'ultimo "evento" fumettistico Marvel (QUI) ma che, stando alle dichiarazioni di Whedon, non avrà niente a che vedere col film (a quanto pare, in Avengers: Age of Ultron non è prevista neppure la presenza di Hank Pym, il creatore di Ultron, "giustificandone" l'assenza dichiarando che i prodotti Marvel-cinema sono slegati dagli avvenimenti dei Marvel-comics... e in effetti, finora tutte le trasposizioni cinematografiche della Casa delle Idee ricalcano solo alla lontana le loro controparti a fumetti).
Interessa a qualcuno che c'è VIn Diesel nel cast?



Captain America: The Winter Soldier
Riprende là dove The Avengers aveva lasciato, con Steve Rogers (Chris Evans) che fatica ad abbracciare il suo ruolo nel mondo moderno e collabora con la Vedova Nera (Scarlett Johansson), per combattere un nemico potente e oscuro in una Washington odierna. 
Sul palco del panel a San Diego c'erano i registi Joe ed Anthony Russo e i membri del cast Frank Grillo, Emily Van Camp, Cobie Smulders, Anthony Mackie, Sebastian Stan, Samuel L. Jackson, Scarlett Johansson e naturalmente Chris Evans.
Sebbene il primo capitolo non mi mi abbia entusiasmato e il personaggio di Cap non sia tra i miei preferiti, sono abbastanza curioso di vederlo agire ai giorni nostri. Nei cinema ad Aprile 2014.


Thor: The Dark World
A questo giro, il vendicatore biondo è in lotta per salvare la Terra e i Nove Regni da un’antica dinastia dominata dallo spietato Malekith che minaccia di far ripiombare l’universo nell’oscurità (ma non faceva prima a stabilirsi in Svezia, che in inverno arrivano ad avere mezz'ora di luce al giorno?).
Lasciando stare che ovviamente ce la farà, in quest'episodio (ormai questo tipo di film va letto così) Thor si ricongiungerà con Jane Foster/Natale Portman e quindi il bacio a ventosa tra dei e umani è garantito.
Sul palco del panel il presidente di Marvel Studios Kevin sta per dire che attualmente si è passati nella fase di post-produzione del film, quando le luci si spengono, un lampo di luce colpisce il palco e al riaccendersi delle luci appare Tom Hiddleston nei panni di Loki. Standing ovation dalla folla.
Per gli appassionati del più grande fregnacciaro di Asgard, l'appuntamento è per il 21 novembre 2013.


Guardians of the Galaxy
Subito prima dell'annuncio di Avengers 2, il panel Marvel ha buttato sul piatto i Guardiani della Galassia, introdotto da una clip (potete cercarla su YouTube, ma viene rimossa praticamente alla stessa velocità con cui viene caricata) messa assieme con le prime due settimane di girato.
Se sapete poco o zero di questo fumetto, tranquilli, non siete i soli. 
Ma probabilmente, neanche il cast, almeno per noi europei, dice granché: sul palco c'erano il bressler Batista (Drax il distruttore), Karen Gillan (Nebula), Benicio del Toro (il Collezionista), Michael Rooker/Merle di The Walking Dead (Yondu), Lee Pace (Ronan l'Accusatore), Chris Pratt (Starlord), Zoe Saldana (Gamora), Djimon Hounsou (Korath). E, ah, sì, c'è anche un procione in CGI (se cliccate sull'immagine qua sopra, si ingrandisce e lo vedete bene).
Se non fosse che alla regia c'è il James Gunn di Super (QUI), io questo lo salterei tranquillamente.
Ma magari negli USA fa il botto, vai a sapere. Nei cinema nell'agosto 2014.


The Amazing Spiderman 2
La regia dello Spidey 2.0 è affidata di nuovo a Marc Webb, che a mio avviso, ne aveva dato una rilettura fresca e convincente (QUI) lo scorso anno.
Stavolta, anche se gli accenni a Norman Osborn/Goblin nel primo episodio avevano fatto pensare diversamente, il cattivo della pellicola sarà Electro, non il tipo ridicolo in verde e giallo che potete vedere QUI, ma il pelatone che vedete QUI, interpretato da Jamie Foxx. Nel resto del cast, di nuovo Andrew Garfield/Peter parker ed Emma Stone/Gwen Stacy, Shailene Woodley, Sally Field, Dane DeHaan, Martin Sheen e Felicity Jones.
E, forse in risposta alle orde di nerd inferociti per le licenze che Webb si era preso nel design del costume, Garfield veste una mise praticamente identica a quella dell'Uomo Ragno Ultimate.
Tutti i cosplayer del mondo appassionati dell'arrampicamuri dovranno confrontarsi il 2 maggio 2014.



X-Men: Days Of Future Past
Questo me lo sono tenuto per ultimo. Giorni di un Futuro Passato è il nuovo capitolo del franchise X-Men (che ha al suo attivo i tre film di Singer e Ratner, l'ottimo prequel First Class e i due spinoff su Wolverine), è basato sulla bella miniserie di Claremont e Byrne, e pesca a mani basse nel filone "viaggi e paradossi temporali".
La modifica più importante vede Wolverine prendere il ruolo che nel fumetto era di Kitty Pride, e sarà la sua mente ad essere inviata nel passato nel suo corpo più giovane, a convincere i giovani Xavier e Magneto ad evitare un futuro disastroso e distopico che ha avuto origine da un evento scatenante nel loro presente.
Il cast, presente in massa al Comic Con, è di quelli da far tremare i polsi a qualsiasi produzione: vede, tra gli altri, Hugh Jackman, Michael Fassbender, Patrick Stewart, Halle Berry, Ian McKellen, Ellen Page e James McAvoy.
Alla regia c'è di nuovo Bryan Singer, e la data d'uscita è fissata per maggio 2014.
E voglio essere ibernato fino a quella data.


EDIT. Il teaser poster con Wolverine in realtà non l'hanno fatto, ma possiedo una copia di Photoshop e non ho paura di usarla, quindi eccolo qui in esclusiva per i lettori del Cyberluke Human Blog. 
E, sì, lo so che la parte colorata in realtà dovrebbe essere quella "giovane" e che Wolvie è l'unico che non invecchia.
Così è, se vi pare.

12 commenti:

Valeria Boffi ha detto...

Iper mega sbaaaav! Per Avengers e X men però. Il resto mi interessa relativamente.

Franius ha detto...

Ah ecco! Ora si che tutto torna. Hanno scomodato una delle pietre miliari dell'universo marvel (ovvero la saga days of future past) solo perche' dovevamo in qualche modo mandare Logan indietro nel cast di X-Men first class... Ma vaff!

Neliel ha detto...

Un cast bello corposo quello di X-Men ♥♥♥ speriamo che il regista riesca a darci un film ai livelli dei primi due capitoli della vecchia trilogia e non si incarti come gli è successo con Superman Returs. XD
C'è da dire che se rispetta un decimo della storia cartacea viene fuori un bel film, quindi sarà difficile, ma proprio tanto, che fra un anno uscirà una completa porcata.

M-M ha detto...

Stando alle indicazioni di trama che ci ho letto in giro di ‘Giorni di un Futuro Passato’ Fassbender lotterà per impedire che McKellen e gli altri mutanti debbano affrontare un futuro troppo simile al passato di Magneto.
Credo che sarà proprio lui la chiave di volta attorno alla quale tutti gli altri personaggi, compreso uno Xavier che immagino sempre più incerto sulla sua linea pacifista e portata alla convivenza, ruoteranno.
Inutile dire che anch'io auspico in una pronta ibernazione per svegliarmi direttamente a maggio dell'anno prossimo... ;-)

Anonimo ha detto...

Nel breve teaser trailer di The Amazing Spider-Man 2 proiettato durante il San Diego Comic c'era a la “nascita” di Electro.
Interpretato in mezzo a varie polemiche da Django-Jamie Foxx.
Solo io mi sono accorto che Foxx (attore di certo di caratura notevole) è afroamericano mentre Electro nei comics è bianco?
In ogni caso se il film sarà ben fatto nessuno avrà più nulla da ridire a riguardo, almeno tra le persone civili e di buon senso.

Yeeshaval ha detto...

Comunque sia, credo che nel nuovo Spiderman comparirà Osborn, per dargli un po' di profondità in attesa del badabooom del terzo film.
Non sono una grande fan di questi film, ma il reboot mi ha convinto, di certo più dei film di Raimi.

Giada ha detto...

Ultron, beh mica male oh.
Un personaggio che persino quel grandissimo egocentrico di Tony Stark considera estremamente più intelligente di lui, non è certo da prendere sotto gamba.

Potrebbe essere un gran bel seguito.

Il Moro ha detto...

La saga di Annihilation (quella da cui mi sembra prendere spunto guardians of the Galaxy, procione compreso) in effetti non mi era dispiaciuta per niente. Però mi sembra infilmabile. Mah... Secondo me è una bufala, difficile che decidano di puntare carriolate di dollari su personaggi relativamente poco conosciuti.

LUIGI BICCO ha detto...

Devo essere onesto e dirti che c'ho un po' di scimmietta solo per Giorni di un Futuro Passato. Tutto il resto lo lascio ai posteri o, al limite, gli do un'occhiata in tempi non sospetti, quando ormai tutti li avranno già visti.

Più che altro, poi, spero che il film sui Guardiani della Galassia (dei quali, inutile dirlo, ho letto tempo fa tutte le recenti miniserie) possa rivelarsi un piccolo kolossal sci-fi. I presupposti ci sarebbero pure. Speriamo.

Io ricordavo di un annuncio ufficiale dove dicevano che la nemesi dei vendicatori nel secondo film sarebbe stato Thanos. Boh. Mi sa che hanno cambiato all'ultimo per spostare Thanos sui Guardiani della Galassia.

E purtroppo per me non ho mai sopportato i cross over tra Batman e Superman. Quindi il film, ahimé, a meno che non si riveli un gioiello, non mi interessa granché (e con Snyder di nuovo alla regia, non credo ci si possa attendere gioielli).

Ma al Comic Con, un giorno, ci andrai o no? Hai deciso?
Io quest'anno ero stato invitato da una ex collega che ora fa l'insegnante di italiano a San Diego. Ho declinato per evidenti problemi economici. Mi sarebbe costato 13a, 14a e forse anche 15a :)

LaPulce ha detto...

Così tante meraviglie.. e così tanto tempo di attesa!!

CyberLuke ha detto...

@Valeria: in effetti, le mie stesse preferenze. Anche se voglio vedere come ripropongono Batman nella continuity dell'attuale Man of Steel.
@Franius: Wolverine è il mutante "di punta" della Marvel. Non mi stupisce che abbai "scippato" il ruolo che era di Kitty Pride nella miniserie.
@Neliel: Singer è bravo, ma "legato". Avrei preferito un altro alla regia, ma tant'è.
@anonimo: beh, pare che anche nel reboot dei Fantastici Quattro la Torcia Umana sarà di colore. Il che mi pare una cazzata megagalattica, che col razzismo non ha nulla che fare.
@Yeeshaval: il Goblin di Raimi non mi era piaciuto manco un po'. In questo di Webb (che apparirà, probabilmente, nel terzo film) invece ci credo di più.
@Il Moro: magari negli USA vanno forte. Chi te lo dice.
@Luigi: beh, meglio Ultron che Thanos, ma, tipo, venti a uno. E, a differenza di te, i crossover mi divertono da morire.
Per il Comic Con, chissà, boh, vediamo. Coi tempi che corrono, però, mi sa più no che sì.

Dama Arwen ha detto...

Mi sono guardata il video di Tom Hiddleton che irrompe in sala e grida "SAY MY NAMEEEEE! SAY MY NAMEEEE"

Unico commento>> FIGHERRIMOOOO

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...