mercoledì 23 ottobre 2013

Due parole su Mac OS Mavericks.


Che, se dedico tre post a iOS7, poi pare brutto che esce una nuova versione di Mac OS e io non ne parlo almeno un po', visto che è quello che, in definitiva, uso dieci e passa ore al giorno e mi dà pure da vivere.
Ad ogni modo, tranquilli, la farò molto breve.
Intanto, cosa serve per installarlo?
- una connessione Internet a banda larga. Apple da tempo ha deciso che o vivi nel presente (o nel futuro, a seconda di quale zona del mondo vi troviate) e allora hai una linea ad alta velocità, o resti con quello che hai. Vi piaccia o meno, Mac OSX 10.9 è venduto solo tramite Mac App Store.
- Mac OS X 10.6.8. 
- almeno 2 GB di RAM.
- almeno 8 GB di spazio libero su disco.

Macintosh compatibili con Mac OS Mavericks:
- Tutti gli iMac dal 2007 in poi
- Tutti i Mac mini dal 2009 in poi
- Tutti i Mac Pro dal 2008 in poi
- Il MacBook d'alluminio del 2008 Aluminium e tutti quelli dal 2009 in poi
- I MacBook Air dal 2008 in poi
- I MacBook Pro dal 2007 in poi
- Gli Xserve dal 2009 in poi

Filtrando le tecnobubbole che potete trovare anche da soli sul sito Apple, Mavericks OS X è progettato per funzionare al meglio con gli ultimi Mac. Non è un sistema rivoluzionario, non innova quasi nulla ma introduce qualche miglioria come Power Nap (che si occupa dell'aggiornamento del software anche quando è in stop), una minore richiesta energetica (se non usate un portatile, potete benissimo fregarvene) e altro codice ottimizzato per il display Retina del MacBook Pro.


La novità più evidente di Mavericks sono i pannelli. In poche parole, se fino a ieri avevate millemila finestre aperte insieme, adesso è possibile raggrupparle in una sola, esattamente come accade da un po' nelle applicazioni Adobe. Niente di rivoluzionario, dicevo, ma per gli amanti dell'ordine e per chi ha schermi piccoli, come i possessori di portatili, di certo è una feature benvenuta.


Le etichette, o i tag, sono un modo per organizzare e trovare più velocemente i file sul Mac (anche quelli che salvate su iCloud). Il funzionamento è abbastanza trasparente: si assegna una  parola chiave ai file che si vogliono raggruppare insieme (ad esempio “in scadenza”) e per ritrovarli tutti basta cliccare su “in scadenza” nella barra laterale del Finder, o digitarlo nel campo di ricerca.
Rispetto il salvare questi file tutti in una stessa cartella, questo sistema offre il vantaggio di assegnare più tag allo stesso file, il che non è affatto male: se ho un certo file di Photoshop, ad esempio, posso trovarlo sia cercando in "lavori 2013" che "copertine di libri" che "progetti per il portfolio". Oppure posso, con un solo clic richiamare tutti i file con determinate tag tutti insieme, organizzati come un solo progetto in un’unica finestra del Finder.
E, ok, sembra un'idiozia, ma per chi – come me ma presumibilmente parecchi di voi – ha migliaia di file da organizzare sul vostro Mac, questo semplificherà le operazioni quotidiane.

Avete presente quei fastidiosi messaggi che il vostro smartphone Android/iOS vi fa apparire sul display esattamente quando non ve ne frega assolutamente niente ma che invocano una vostra decisione, fosse anche solo premere "ok"? Sì, le notifiche.
Mavericks, mutuandole da iOS, ne fa un uso più intensivo. Interagendo con esse, si può rispondere o eliminare un'email (senza passare per l'applicazione di posta elettronica), accettare una videochiamata FaceTime, registrarsi su siti web per ricevere news, avvisi e altro anche se Safari non è aperto, e altre robe fastidiose che, se per caso vi allontanate dieci minuti per andare al bagno, vi trovate tutte elencate giusto per ricordarvi che non dovete avere una vita lontano dallo schermo.
Magari per molti sono utili.

Altre minchiatelle potete leggerle direttamente da QUESTA pagina riassuntiva a cura di Apple, così siete sicuri di non perdervi nulla, ma il grosso è questo.
Decidete se per voi vale la pena aggiornare.

11 commenti:

Matteo ha detto...

Pare che gestisca anche meglio l'uso della RAM. Io ho aggiornato e da utente superficiale non vedo grosse differenze. Anzi, a dire il vero non ne vedo nemmeno di piccole. La gente grida al miracolo ma non mi sembra un upgrade indispensabile.
Se però fa risparmiare energia elettrica mi trova comunque sempre favorevole.

Shonenbat ha detto...

Io spero che tutti questi pareri positivi non finiscano in una bolla di sapone appena arrivato sul mercato... Lion mi ha ucciso il macbook unibody (la prima serie uscita).
Da allora ho perso nel tempo di installazione di un OS 2 ore di autonomia e anche con mountain lion le cose non sono migliorate.
App come iPhoto che prima si aprivano in un lampo adesso ci mettono una vita..

BlackBox ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
BlackBox ha detto...

Uhm.... io non l'ho ancora scaricato, ma sono proprio curiosa di provarlo per verificare con mano il reale risparmio energetico e il miglioramento prestazione che apporterà all'hardware.

Anche se Finder Tabs, Tags, Maps ed iCloudChains sarannno delle belle comodità, chiamiamole pure utility (e fini a se stesse) ma null'altro che già si potevano avere tramite tools di terze parti già da due o tre sistemi operativi fa.

iBooks finalmente è arrivato anche su OSX. Mi sono sempre chiesta perché se acquisto un libro su iTunesStore poi sono vincolata a visionarlo su iPad ed iPhone e non più comodamente sul Mac!

Notification ed il poter rispondere direttamente alle mail dalle notifiche… questo sinceramente mi inquieta un pochino ok che lo posso disabilitare e posso sempre usare Mail, ma quello che mi lascia un attimo basita è la tendenza che sta assumendo OSX di generazione in generazione... a volte mi sembra di guardare lo schermo di un iPad, spero cambino direzione o tra 10 anni ci ritroveremo con OSX 10.19 "Paperopoli" ;-D

P.S: il nuovo iWork's su iCloud, ho capito male o si possono creare i files solo da OSX (e naturalmente editare e visionare) mentre da Windows si possono solo editare e visionare e da iOS solo visionare?

Justine ha detto...

Vorrei installarlo anch'io, ma prima vorrei fare un bel formattone.... (ovviamente ho il backup di Time Machine)... Cyber, la "piallata" dell'hd come la faccio?

E come faccio a far partire l'installazione da chiavetta (che creerò con Lion DiskMaker 3b3)?

Grazie x la risposta... se mi leggi.... ^^

CyberLuke ha detto...

@Matteo: gridare al miracolo è un trend, tra taluni utenti. Credo si tratti di una forma di autoesaltazione collettiva che, personalmente, non riesco a condividere.
Però, se sono contenti così.

@Shonebat: iPhoto è la merda vera. Scusa, ma non riesco a dirlo più gentilmente di così.

@BlackBox: che MacOS cerchi di assomigliare a iOS è iniziato già tempo fa. Anzi, presto pubblicherò un post esattamente su questo.

@Justine: in primis, assicurati di averfatto un backup. Hai fatto il backup? Ricontrolla.
Hai verificato bene?
Guarda meglio.
Rifanne un altro, per sicurezza.
Creata la chiavetta (hai fatto il backup, vero?), riavvia il Mac tenendo premuto Alt fin quando non ti appare la schermata di selezione del disco di boot e, allora seleziona la chiavetta con Mavericks.
(il backup è al sicuro, vero?)
Quando avrà caricato il tutto, apparirà una schermata con varie opzioni, Tu seleziona Utility Disco.
Da Utility Disco formatta la partizione che ora contiene Mountain Lion (o Lion, o quello che hai sul tuo Mac). Poi chiudi Utility Disco e dalla schermata principale selezioni Installa Mavericks (o qualcosa del genere).
Durante il processo, l'installer ti chiederà se vuoi anche ripristinare il backup creato prima.

justine ha detto...

Grazie!!!! :-*

Il backup è su un disco esterno, devo lasciarlo collegato al mac insieme alla chiavetta immagino

Anonimo ha detto...

Installato Mavericks su MBP late 2011 stanotte (difatto ora sto in ufficio e sto collassando) ed è andato tutto liscio.
Aggiornamento via App Store, nessun accorgimento particolare!
Procedura giusto in pelo più lenta (40-45 minuti totali) rispetto a ML (nonostante da allora abbia aggiunto 4GB di RAM e SSD da 512GB), evidentemente di roba da sistemare ce n'era davvero tanta!!
Primo impatto più che positivo, sono curioso di vedere quanto durerà la batteria con tutti gli accorgimenti che dicono di aver inserito, stasera aggiorno anche iLife e iWork.

Anonimo ha detto...

powernap era disponibile già in ml

sembra fico.
speravo in una revisione grafica tipo ios7, almeno per liberarmi del famigerato "linen"...

F

(PS: in compenso il mio air mid 12 pare rientrare in un programma di sostituzione dell'ssd per possibili problemi. sì, vabbè, è gratis. ma backuppa tutto, pialla in safe mode e rsta senza per qualche giorno. un macello...)

FedericoF ha detto...

Beh, visti gli aggiornamenti praticamente inutili sarebbe stato meglio avessero pubblicizzato maggiormente la completa incompatibilità di Maverick con After Effects cs5 o precedenti.

Felipegonzales ha detto...

Da possessore di iMac 21,5" Late 2009 posso dire che per ora non faró l'aggiornamento, nonostante sia gratis. Le novità sono pochine e, per me, poco significative.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...