mercoledì 20 novembre 2013

[Recensione] Thor: the dark world


Poca voglia di scrivere.
Magari è una fase, o forse se ne sta per chiudere una.
Ad ogni modo, mi scuserete se questa e le prossime recensioni saranno persino più brevi del solito.

Thor: the dark world.
Bellino.
Un po' noioso. 
Visivamente, davvero buono: i costumi (e in questo film ce ne sono a strafottere) sono tutti curatissimi, senza eccezione, fino all'ultima fibbietta. 
Asgard è come dovrebbe essere la Terra tra mille anni: niente automobili, niente semafori, fast food, insegne pubblicitarie, supermarket, localini trend per l'apericena.
Non ho idea di come arrivi tutto quel ben di dio sulle tavole di Asgard, ma di certo non si vedono in giro asgardiani con le buste della Coop.
Ma sto divagando.
The Dark World, sì. 
Il cattivo non è troppo carismatico, e Thor, beh, se non siete donne e non siete sensibili al fascino della bellezza scultorea vanamente sporcata da sangue e fango finti applicati dagli artisti del make-up, lui vi dirà poco, o comunque non più di quanto non abbia già fatto nelle due precedenti apparizioni cinematografiche.
Odino/Hopkins recita le sue battute svogliatamente e di certo non si beccherà un altro Oscar per questa interpretazione, quindi, una volta di più, i riflettori sono tutti per Loki, un cattivo che, se alla Marvel Studios riescono a non sprecare, potrebbe arrivare a meritarsi anche uno spin-off tutto per sé, vai a sapere.
Per il resto, troverete tutti i consueti ingredienti dei Marvel cinecomics: azione, siparietti comici, CGI a tonnellate, ancora azione, distruzione (ma senza l'ombra di un cadavere, che è sempre roba Disney, a conti fatti), universi, fulmini, portali spaziotempo, scenetta post-titoli di coda (moscetta anche quella).
In altre parole: se sapete cosa vi aspetta, vi piacerà, a patto che  non lo consideriate nemmeno per un attimo più di quello che è: un prodotto di puro intrattenimento senza troppe pretese ma godibile, che manderà in estasi quelli che hanno amato Loki e lascerà abbastanza soddisfatti i più. Lo dimenticheremo tutti non appena uscirà Days of the Future Past.

A proposito, solo io mi sono accorto che il layer con gli effetti speciali in uno dei manifesti di The Dark World è lo stesso (non simile, lo stesso) usato in quello della prossima serie del dottor Who?

8 commenti:

CervelloBacato ha detto...

Eee lo guarderò, e ti dico che pure dalle altre recensioni il giudizio è simile. X men... aspettative a mille. Speriamo bene!

LaPulce ha detto...

Io lo aspetto solo per Loki, quindi dovrei essere a posto! ;-)

Alex McNab Girola ha detto...

Lo guarderò proprio nello spirito che suggerisci tu.
Il Thor cinematografico mi sta simpatico, ma so che a molti fan della versione originale (quella a fumetti) sta sulle palle :P

La firma cangiante ha detto...

Ho appena visto il primo, non male. Poi di Thor 2 chissene, l'attesa vera è per il cinquantennale del Doctor Who :)

Attesa...attesa... manca ancora poco.

Anonimo ha detto...

Spiace leggere che si possa chiudere la "fase" della scrittura e quindi quella relativa a questo blog.
Sono affezionato a questo spazio ed anche se non commento quasi mai passo da qui ogni giorno a leggere i tuoi pensieri/commenti. Li trovo sempre validi o quantomeno divertenti :)
Spero sia soltanto un momento passeggero.
Buona Serata

Massimiliano

Dama Arwen ha detto...

La tue rece mi basta per invogliarmi a vederlo: dell'attore che fa Thor non me ne potrebbe fregà de meno (aborro i biondi occhi azzurri, io LOVVO Loki) ma la cura maniacale nei costumi, di cui parli, solletica tutte le mie doti di cosplayer *_*

Angel-A ha detto...

Aaaahhh... i pettorali di Chris Hemsworth... *_____*

Anonimo ha detto...

@Angel-A: stavolta, più che i pettorali, gli scoprono il didietro (che ha un suo perché, invero...) :D

Ari

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...