giovedì 19 dicembre 2013

Still Life.


Se volete farvi un regalo, questo è un film che, più di tanti altri, ha le chances per scaldare i vostri cuori di gesso.
Lo dobbiamo a Uberto Pasolini, produttore di successo e regista che da sempre predilige geografie umane lontane anni luce dai modelli patinati e glamour del cinema commerciale (vedi gli operai disoccupati che si reinventano stripper in Full Monthy, o i soliti ignoti pronti a svaligiare una banca con pistole giocattolo nell'imperdibile Palokaville di Alan Taylor, sempre prodotto da Pasolini).

Il suo Still Life è un piccolo gioiello che arriva inatteso in un'offerta natalizia mai tanto scadente, delicato, malinconico, poetico, che riesce a mescolare solitudine, ironia e cinismo senza mai scadere nel pathos a buon mercato.
La figura di John (un immenso Eddie Marsan), scrupoloso impiegato del comune che si prodiga a dare degna sepoltura a coloro che muoiono senza discendenza e senza un'amicizia disposta ad accompagnarli nell'ultimo saluto, scaverà un posto nel vostro cuore e vi resterà a lungo.
Ci scommetto quello che volete.

8 commenti:

Glauco Silvestri ha detto...

Lo metto in lista!

Anonimo ha detto...

ciao Luke

premesso che ti leggo, anche nell'altro sito dove scrivi, commenti di Cinema.

"solo" i tuoi preziosi consigli, sarebbero un buon motivo per lasciare aperto questo blog....

non voglio farmi promotore di nulla, ma credo di interpretare anche il desiderio di molti

....RIPENSACI riguardo la chiusura

grazie, Beppe

Dama Arwen ha detto...

Interessante! Soprattutto perché (il tipo di morto) è quella che sarò io una volta passata all'aldilà.

Maura ha detto...

Sembra il mio genere, in effetti in questi giorni, se uno si vuole concedere un film per "scaldarsi" un po' anche dentro, c'è poco da scialare (forse il nuovo Ben Stiller, ma esce solo oggi, mi pare).
Grazie della segnalazione, credo ci mancheranno anche queste.

biondesita ha detto...

Gran bella dritta. Lo cerco stasera stessa.

B

Lady Simmons ha detto...

Appena ho sentito parlare di questo film mi è venuta immediatamente una voglia matta di vederlo.

Anche io ti dico...RIPENSACI!!!
Come faccio ad andare al cinema senza le tue recensioni prima???

claudia ha detto...

gia' fatto! e in effetti, e' un faro nella notte dei cinepanettoni nostrani e natalizi, sempre uguali, sempre beceri...
forse anche philomena puo' interessarti ed intrigarti : uscito ieri

pa ha detto...

e alla fine ci siamo andati. io, lui, e il personaggino di quasi tre mesi che ci portiamo appresso. lui mangiava castagne e meditava, il personaggino beveva dal biberon ed era concentratissimo su ciò che accadeva nel film. io... ho pianto come una fontana sul finale. che mi ha ricordato un pò troppo l'eleganza del riccio. ma in genere l'ho trovato davvero delicato e dolce.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...