mercoledì 26 marzo 2014

Heroes Factory. Il magazine.

Signore e signori, vi presento Heroes Factory, il mio primo progetto in crowdfunding.

Per quelli che non sanno bene cos'è il crowdfunding, un breve riassunto: in teoria, si tratta di una raccolta fondi che avviene online tramite una rete di contatti (amici, follower, fans), e che sfrutta l'enorme potenziale della viralità del web e dei social media. 
In pratica, in Italia è ancora tutto da scoprire, dal momento che di esempi ce ne sono pochi, seppur validissimi. In genere vi si ricorre per raccogliere fondi in contesti che spaziano da campagne di beneficenza, venture capitalist, startup, progetti imprenditoriali, micro-prestiti e finanziamento di progetti creativi. 

Heroes Factory è uno di questi ultimi.
Qualche tempo fa, circa un anno a questa parte, ho iniziato a lavorare con Photoshop su qualche fotografia di qualche cosplay particolarmente ben riuscito, ripulendoli di tutti i "difetti", ambientandoli nel contesto del personaggio ed aggiungendo effetti speciali a carrettate.
Gli interessati se li ritrovavano sulla loro bacheca Facebook e ci andavano pazzi, accumulando decine di like nel giro di poche ore.
Insomma, io mi ci ero divertito, gli amici ringraziavano, gli amici degli amici sbavavano e tutti erano felici.

Meno tempo fa, Fulvio era a casa da me e, avendo probabilmente una mentalità più imprenditoriale della mia, ha ritirato fuori una sua vecchia idea di creare un magazine sul cosplay, il costuming e il prop, che avesse contenuti di qualità e fosse attraente e del tutto competitivo anche in un ambito internazionale.
Fulvio è il fondatore di Pannaus Props ed è uno dei propmakers (leggi: realizzatore di oggetti, armi, armature e qualsiasi altro oggetto possa venirvi in mente dedicato al mondo del cosplay) più bravi che possiate trovare in circolazione (e non lo sto dicendo perché è un mio amico, ma perché la qualità delle sue robe è davvero straordinaria e comunque potete rendervene conto da soli facendovi un giro sulla sua pagina Facebook), ha imparato a muoversi in questo mondo e a conoscerlo meglio di me e quindi sono stato ad ascoltarlo.

Abbiamo fatto una chiacchierata, un paio di riunioni informali e siamo arrivati alla definizione di Heroes Factory.



A chi potrebbe interessare?

Ai cosplayer. Chiunque voglia le proprie foto in costume trasformate in qualcosa di epico ed eroico, sul modello dei manifesti dei film hollywoodiani, da adesso può averle.
Postproduzioni di qualità, stampate alla grande e diffuse in tutto il mondo sul magazine.

Tanto per darvi un'idea...

A chi è interessato a realizzare costumi e prop partendo da zero.
Il magazine sarà pieno di tutorial, interviste e contatti di ogni tipo. Questa parte la curerà Fulvio e il suo staff, ma sono previsti contributi da parecchie altre "factory" italiane e non – approfondendo aspetti come la progettazione, il disegno, la modellazione, la sartoria e parecchio altro ancora.

Per finire, Heroes Factory è indirizzato a chi col cosplay e il prop ci vive e ne ha fatto un mestiere, e vuole mostrare a tutto il mondo (letteralmente) le sue creazioni e pubblicizzarle meglio che in qualsiasi pagina Facebook.
Il plus è costituito dalla possibilità di pubblicizzare le proprie robe in modo professionale ad un target specifico.
Per dire, da una foto così si può tirare fuori una pagina pubblicitaria così:


Di cosa abbiamo bisogno?
L'obiettivo è produrre una rivista stampata, un oggetto, a mio avviso, molto più figo della solita webzine online assemblata approssimativamente e destinata a svanire nell'oceano della Rete.
Abbiamo calcolato in circa duemila euro la cifra per coprire tutte le spese, compresa la stampa di 100 copie (da 40 a 50 pagine) del primo numero.
Se riceviamo abbastanza interesse, abbiamo già pronto un piano editoriale di dodici numeri l'anno.

A fronte del vostro sostegno finanziario, cosa ottenete?
Il progetto è del tutto flessibile, ed è pensato sulla logica del "ottengo per quanto ho contribuito".
Volete apparire come degli Eroi e magari finire in copertina? Heroes Factory è nata per questo.
Volete pubblicizzare sulle pagine della rivista le vostre creazioni con un annuncio professionale? Noi lo facciamo per voi.
Volete solo ricevere la rivista e conoscere una vetrina incredibile di eroi, leggere degli artisti o imparare trucchi e suggerimenti di produttori esperti?
È fatta per voi.
Volete portarvi a casa, oltre la rivista oggetti esclusivi come un elmetto di Magneto perfettamente rifinito o uno di Iron Man motorizzato e con luci che manco Tony Stark? O anche solo un portachiavi tagliato al laser?

Potete fare anche questo.
E via dicendo.

Tutti i dettagli li trovate QUI.
Sostenetemi. Se vi va.
Altrimenti, se la cosa non vi interessa, condivitedemi sulla vostra bacheca Facebook che è una gran forma di sostegno pure quella.

Io, intanto, continuo a lavorare sui dettagli, ma posso già dirvi che sta venendo una roba fighissima.
Vi tengo aggiornati.

13 commenti:

Glauco Silvestri ha detto...

Ma che storia... è grandioso! Spero tanto che questo progetto possa andare in porto! :D

Lory84 ha detto...

Mi sembra una bellissima iniziativa, complimenti!
Ma, in pratica, come si può finanziare il progetto?

CyberLuke ha detto...

Se volete contribuire, andate sul link (QUESTO) e cliccate su: Contribite Now.
Dovrete farvi un account su indiegogo, ma non necessariamente: se ne avete uno Facebook potete usare Facebook login così non dovete stare a immettere dati o altro.

Vi ricordo che per avere la rivista a casa, dovrete pagare 15 euro più la spedizione, mentre se volete avere una vostra foto postprodotta il reward vi costa 30 euro e avrete foto elaborata e rivista.

Neliel ha detto...

♥♥♥ strafigata!!!!! ♥♥♥
Ma posso usare paypal??? *_____*

CyberLuke ha detto...

PayPal è ok.

Ylenia Proietti Kuran ha detto...

Fantastico!!!! quindi posso mandare una mia foto in cosplay e la vedo pubblicata direttamente sul primo numero?! Great! Inizio subito a fare una selezione!! Grande Cyber!

Larsen ha detto...

io sono in rosso perenne ormai, ma una condivisione non costa nulla, e serve sempre ;-)

Maura ha detto...

Non sono una cosplayer, nè ho una bacheca Facebook su cui condividere... ma mi pare una bella iniziativa, di qualità, e credo meriti il massimo risalto.
In bocca al lupo. ;)

sommobuta ha detto...

Mi delurko per la tua gioia, contribuisco con un obolo e vado di passaparola!

Alessandro Girola ha detto...

Come sai, questa idea mi piace moltissimo.
Lo segnalo in giro, partendo da una mia amica cosplay molto in gamba, che potrebbe farvi un bel po' di pubblicità.
Se la cosa andasse in porto, e io ve lo auguro, mi piacerebbe discutere della realizzazione (a livello grafico) di qualche costume basato sui supereroi di Due Minuti a Mezzanotte.
Intanto vado a contribuire!

LUIGI BICCO ha detto...

Al di là dell'idea e degli argomenti (come sai non sono un cosplayer nonostante la tua vecchia, allettante proposta di "vestirmi" come William Riker), come al solito noto un gusto e una pulizia notevoli nel tuo lavoro. Darei un occhio ad una rivista impaginata in quel modo, anche se parlasse di materiali edili e tappi di sughero :)

claudia ha detto...

ma che bella cosa lu!
il crowdfounding e' il futuro, e io vi sostengo sin d'ora con i miei miseri eurini...
anche se non sono su fb trovero' un modo per darveli!
bravi tutti!

Dama Arwen ha detto...

Questo progetto (finalmente riesco a leggere x bene il post!) è figherrimo e spero che partirà! Per ora ho dato il mio piccolo contributo economico. Inutile dire che sarebbe UTLISSIMO leggermi un ale magazine xKé nella parte prob sono carente, perché a me e alle mie amiche che facciamo costuming piacerebbe farci conoscere, perché mi piacerebbe avere le mie foto in cosplay/costume photoshoppate come solo tu sai fare!