giovedì 21 agosto 2014

Perché ad Asimov al cinema è sempre andata male.


Elysium è l'esempio perfetto di quello che succede ad un regista "promettente" che non riesce a mantenere, per l'appunto, le aspettative.
Sui perché e i percome per me Elysium è stato una delusione sotto ogni punto di vista, potete leggere QUI.
Questo che vi propongo è – almeno per il mood che traspare dal trailer che vi suggerisco di guardare qua sotto –  "il film che avrebbe dovuto girare Neill Blomkamp dopo District 9", e che invece porta la firma di Gabe Ibáñez, spagnolo classe 1971.
E Banderas, che qui appare come una sorta di Rick Deckard rasato a zero, è persino riuscito a sembrarmi del tutto in parte.

Nessuna data d'uscita per ora, ma la presenza di Banderas nel cast mi fa ben sperare in una distribuzione italiana.

A cosa devo attaccarmi per vedere un film di fantascienza al cinema, cazzo.



2 commenti:

LUIGI BICCO ha detto...

E! Roba molto interessante. Mi fa incazzare che devono essere di nuovo gli spagnoli a padroneggiare meglio il "mezzo" fantascienza o ad aver capito il messaggio. I film ispirati alle opere di Asimov non sono mai riusciti proprio perché gli americani non sono mai andati al di là del concetto puramente tecnologico e scientifico delle invenzioni asimoviane, quando invece il punto di forza sta proprio nella capacità immaginifica dello scrittore di dipingere la società. Non a caso hanno sempre stravolto le sue opere adattandole al grande schermo (e non a caso Roddenberry lo incaricò invece di fare da consulente diretto per il primo film di Star Trek).

P.S.: Al di là dei robot protagonisti di Automata, comunque, questo film non è ispirato "direttamente" ad un'opera di Asimov, mi sembra di capire.

Mr. Lunastorta ha detto...

Grazie per la segnalazione!! Il trailer mi ispira... Speriamo che il film sia all'altezza!