martedì 17 febbraio 2015

MacOS XI. Volendo.


Esercizio di stile sul possibile aspetto della prossima major release di Mac OS (anzi, solo OS).
Zero schemourfismo, zero ombre, rilievi, riflessi di alcun tipo, che pare facciano definitivamente "anni duemila" (e siamo già a metà negli anni dieci, vi ricordo).
Imparentato, come pare che sia il trend, con iOS dal quale ho preso ispirazione.
L'ho battezzato Andromeda, che, dite quello che volete, è sempre meglio di Maverick o Yosemite.
Se volete guardare le videate in dettaglio, cliccate QUI e QUI.

6 commenti:

Marcus ha detto...

Bello, immagino che sarà molto simile a questo concept. Mi piace!

Jasmine ha detto...

La grafica minimalista di iOS è molto bella, però su OS X non so se avrà lo stesso effetto.
Il tuo concept non mi dispiace anche se ero affezionata alla vecchia grafica Aqua...

LUIGI BICCO ha detto...

Bel lavoro. Sposo completamente la tua linea minimalista. Meraviglioso il trattamento per le cartelle. Gli anellini (quelli colorati solo in outline in alto a sinistra) mi ricordano qualcos'altro. Forse c'era una distro linux che trattava le icone così. Boh. Non ricordo.

Xavier ha detto...

All'inizio l'eliminazione di ogni tipo di orpello scheumorfico su Maveriks mi aveva spaesato, ora lo apprezzo molto di più (Il meno é piú!!)... tu hai aggiunto un tocco di eleganza, bravo

BlackBox ha detto...

E' vero che ci si abitua in fretta, all'inizio iOS7 non lo potevo sopportare, e anche tante scelte Yosemite (chiaramente prese da iOS)tuttora non le digerisco (quelle icone sono oscene), ora ci lavoro e non ci faccio più tanto caso... se non altro il tuo concept "aggiusta il tiro", proponendosi come una versione più evoluta di Yosemite, l'uso del nero in trasparenza gli dà stile, ed è tutto molto leggibile, non mi stupieri se la prossima versione di MacOS fosse davvero così. ;-)

CyberLuke ha detto...

Lo schemourfismo, come mi sono trovato a dire già altre volte, aveva un senso.
Però – forse – ha fatto il suo tempo, e chi in Apple ha pensato di eliminarlo deve aver concluso che dopo trent'anni l'alafbetizzazione informatica è aumentata abbastanza da poter rinunciare alle metafore visuali nelle GUI.
Comunque grazie a tutti per gli apprezzamenti.