sabato 28 marzo 2015

Batman, il ritorno.

La strada per diventare un supereroe è tutta in salita.
E, tutto sommato, restarsene immobili per trenta minuti a farsi colare gesso gelido sulla testa non è nemmeno la parte peggiore.

7 commenti:

Chiara Rox ha detto...

Un bel progetto, complimenti!
Ho notato che ci sono diversi tipi di alginato, tu quale utilizzi? e per fare un calco del genere di quanto alginato si ha bisogno? Grazie sei fantastico *___*

CyberLuke ha detto...

Tutto il lavoro l'ha fatto Chiara, dovrei chiedere a lei.
Da quello che so io, ne esistono differenti in base al tipo di asciugatura (rapida o meno). Se sei agli inizi, probabilmente ti servirà un'asciugatura medio/lenta perché hai più tempo per lavorarlo.
Ma, ripeto, io ero solo il modello, l'artista è lei. ;)

LUIGI BICCO ha detto...

Tu sei pazzo. Ma con che coraggio...? Non mi farei colare gesso in testa nemmeno a pagamento :D

Ma sono parecchio curioso di vedere il prodotto finito.

Chiara Rox ha detto...

Secondo te, è fattibile fare calco e positivo in gesso, utilizzando "qualcosa" che funga da staccante? Grazie ancora...

CyberLuke ha detto...

@Luigi: in realtà è meno traumatico di quanto pensi.
Te ne stai mezz'ora zitto e tranquillo come sotto il piumone. Finché puoi respirare liberamente, è del tutto fattibile.
@Chiara Rox: genericamente l'alginato tende a staccarsi da solo. Per sicurezza puoi usare uno sottile strato di vasellina.

Dama Arwen ha detto...

Dilettante!
Il primo calco della testa l'ho fatto a una mia amica nel lontano 2007 :-P

Scherzo sul dilettantismo della ragazza in questione, ma non scherzo sul calco!

Guarda qui!

Uapa ha detto...

Altro che piumone, non potrei mai O_O
Un abbraccio forte! :-)