lunedì 19 ottobre 2015

Un mouse poco magico.


Uno dei prodotti più riusciti di Apple è la sua tastiera.
Sottile, elegante, piacevole da usare.
La sua sorellina bluetooth è persino più bella, ma inspiegabilmente non ha il tastierino numerico, mancanza che mi fa preferire quella a cavo.
Pochi giorni fa, è arrivata una nuova tastiera, la cui innovazione principale è una batteria ricaricabile integrata (ma anche stavolta niente tastierino numerico) e, con lei, un nuovo trackpad (con implementato Force Touch) e la seconda generazione del Magic Mouse, di cui parlai più che bene QUI.

E, sì, il Magic Mouse 2 è quello che vedete nell'immagine in apertura... fotografato nella sua fase di ricarica.
Perché anche il Magic Mouse ha beneficiato della batteria ricaricabile integrata attraverso una porta Lighting, ma gli ingegneri dl Apple sembra non abbiano trovato un posto migliore per sistemarla che sotto il mouse stesso.

Ora, se siete fanboys direte che non ha nessuna importanza. Che il Magic Mouse 2 impiega pochi minuti per raggiungere la carica completa, e quindi resta inutilizzabile giusto il tempo di alzarsi e svuotare la vescica.
Ma non è questo il punto. Il punto è che l’intero brand (e la leggenda) di Apple si basa sulla maniacale attenzione ai dettagli che – normalmente – non vengono neanche notati dai più.
Ma che sono, tutti, valori aggiunti che giustificano una precisa scelta filosofica prima ancora che commerciale. E da questo punto di vista, Apple, hai appena messo in commercio un prodotto assolutamente scadente.
Quindi, cosa avresti dovuto fare? La butto lì? Forse sistemare la presa sul lato del mouse che non è mai visibile? Tipo, una roba così?

Una porta Lighting in quella posizione avrebbe permesso la ricarica e mantenuto il mouse pienamente operativo esattamente come un normale mouse a cavo: una modalità che avrebbe consentito, tra l’altro, di usarlo sempre in carica e e scollegarlo quando si voleva.
Ed evitando figure barbine come questa che non facevate dai tempi di QUESTO.

9 commenti:

Glauco Silvestri ha detto...

Sinceramente parlando... Apple con i Mouse ha sempre avuto un rapporto difficile. Non solo il mouse Tondo che citi, che aveva vita propria e ruotava su sé stesso a posta affinché il tasto non fosse mai dove doveva, ma anche il mighty mouse aveva i suoi bei problemi con la pallina.
Concordo con te... Il connettore poteva essere messo in una posizione più furba, anche perché la trackball lo ha in posizione più furba, e mentre è in carica può essere usata. Il mouse no, e visto che la batteria non si scaricherà mai nel momento in cui devo andare al bagno, doverlo caricare sarà comunque fastidioso.

L'unico dubbio è sul fatto che Apple possa essere stata costretta a questo tipo di scelta perché il componente elettronico è fatto in modo da non poter essere ospitato sul circuito elettronico del mouse in modo che esca lateralmente. Ma a ciò penseranno quelli di iFixit.

Quanto alla tastiera, concordo con te, meglio quella a 102 tasti, ovvero con tastierino. Per di più offre due usb di servizio che mi risultano piuttosto comode. :-)

Glauco Silvestri ha detto...

Ehm... Volevo dire la Trackpad, non la trackball. :-P

zaXon ha detto...

Esattamente il mio stesso pensiero quando ho visto il nuovo MagicMouse!!
Poi ho cominciato a pensar male (che si fa sempre peccato ma il più delle volte ci si azzecca) ...e mi sono chiesto: non è che Apple punta a far comperare un nuovo MagicMouse qualora la batteria integrata diventi esausta e quindi inutilizzabile? Perchè se si potesse alimentare ed usare contemporaneamente anche con batteria esausta il mouse funzionerebbe, ma con questa soluzione sarebbe impossibile da usare!! Queste sono le piccolezze che fanno disaffezionare gli utenti ad un marchio. Povera Apple oramai il mero profitto è diventata l'unico scopo anche per loro!! Brutta storia.

Anonimo ha detto...

O_O
ma si sono bevuti il cervello?
che tristezza...
la soluzione descritta da te era quanto meno OVVIA a chiunque abbia un vago concetto del design come rapporto tra forma e funzione.
una volta apple era il faro per questo...

F

CyberLuke ha detto...

@Glauco: il Magic Mouse è un oggetto praticamente perfetto, di cui riuscirei a fare a meno solo con difficoltà (ero arrivato a portarmi appresso il mio anche quando andavo dai clienti a lavorare sui loro Mac).
L'unico difetto, le dannate batterie che ogni tot devi cambiare o ricaricare.
Poteva diventare un oggetto perfetto. Peccato.

@zaXon: a pensar male, già.

@F: la sola speranza è che tornino sui loro passi come accadde nel 2000 col mouse e ne rilascino una versione "corretta".

izzy ha detto...

Sempre trovato il magic mouse scomodissimo, mi faceva venire i crampi alle mani. L'apoteosi dell'anti ergonomicità. Da noi, su 100 sviluppatori, gran parte hanno abbandonato il magic mouse in favore di mouse da discount, scadenti ma più comodi, o del magic track, o di mouse da gaming (costosi ma molto comodi).
Per la tastiera senza tastierino numerico, invece io sono pro. Sempre usato tastiere 60%. Il motivo è che sono perfette se sei ambidestro, la tastiera sta al centro, puoi spostare il mouse da un lato della tastiera all'altro quando ti pare. Paradossalmente il layout "completo" è scomodo sopratutto per i destrorsi, dal momento che una tastiera con tastierino numerico non sta al centro rispetto al tuo corpo, il tastierino sta infatti tutto sulla destra, e quindi ti trovi il mouse spostato molto a destra. Negli anni poi vai a pagare la posizione asimmetrica che spinge una spalla ad essere più avanti dell'altra, insieme alla spina dorsale piegata e l'anca leggermente ruotata da una parte.
Il tastierino meglio prenderlo separato, così lo metti dalla parte contraria del mouse, mantenendo tutto simmetrico.

Anonimo ha detto...

Vabbe' lo sai cosa penso di apple, ormai. E certamente @zaXon ha ragione. Posso solo dire che dopo 2 mightymouse buttati perchè irrecuperabili causa palla zozza (anche dopo smontaggio estremo) mi sono rotto gli zebe e ho comprato questo (http://www.logitech.com/en-us/product/performance-mouse-mx) a febbraio 2015. È brutto come la notte ma in 6 mesi mi è guarito da solo il "dito a scatto" e ho 7 tasti configurabili più rotella trifunzionale in mano. Attacco x ricarica proprio dove apple NON lo ha messo (ci lavoro anche mentre si ricarica), BATTERIA AA sostituibile!! e funziona pure sul piano di vetro senza tappetino. Certo, il mio delicato senso estetico ne è uscito un po' sciupato ma sto risparmiando sul Voltaren. E anche sul Maalox.

Nonu Aspis

Emanuele "Zuck" Bertoldi ha detto...

Se posso dare un piccolo suggerimento, consiglio di cominciare a tenere d'occhio Xiaomi per quanto riguarda innovazione, cura dei dettagli su qualsiasi oggetto partoriscano, attenzione maniacale per le piccole cose, ecc. di Jobsiana memoria.

Un esempio? La loro nuova Smart TV:

http://en.miui.com/thread-173353-1-1.html

Se in 4 anni sono diventati il terzo produttore mobile del mondo (proprio alle spalle di Apple) e il loro concorrente principale qui in Cina, penso che questo dimostri che hanno buoni cervelli che lavorano per loro.

BlackBox ha detto...

In ufficio usiamo un po' di tutto, Magic Mouse, dei Logitech, dei Microsoft e un paio di mouse da supermercato. Ogni tanto si rompono e li cambiamo, li trattiamo un po' come materiale di consumo, come il tamburo della stampante, tipo.
Sappiamo che non durano per sempre e che prima o poi ci pianteranno in asso. XD
Cmq, vedrai che uscirà un Magic Mouse 3 con la presa al posto giusto... fecero dietrofront pure col mouse rotondo!