mercoledì 4 novembre 2015

Lucca, ultima frontiera.


E archiviamo anche questa edizione del Lucca Comics and Games, graziato da quattro giorni di sole e temperature che di certo qualche cosplayer avrà compiuto dei sacrifici umani per ottenere a novembre.
Adesso, avrei un mucchio di belle immagini da pubblicare su questo mega-raduno nerd (e lo farò, e 'ndo scappate?), per il momento, però, mi limiterò a una carrellata veloce sulla giornata di venerdì che mi ha visto vestire per la prima volta i panni di un ufficiale della Flotta Stellare.

A giudicare dall'accoglienza che io, Guido (Spock) e Alessandro (Kirk) abbiamo ricevuto, direi che Star Trek è una serie profondamente radicata nell'immaginario e nel cuore di tanti, e di certo costituisce la migliore eredità possibile per il sogno di Gene Roddenberry di un'umanità finalmente raccolta sotto una sola bandiera e un solo obiettivo, l'esplorazione e la conoscenza.
Che, a dirlo così, sembra una roba banalotta e un po' da tv dei ragazzi, ma, amici, quanta strada abbiamo ancora da fare.
Ecco a cosa serve il cosplay. A vivere dentro un dannato sogno.

4 commenti:

Lady Simmons ha detto...

A vivere dentro un dannato sogno...che belle foto siete stupendi!!!!!

Ariano Geta ha detto...

É vero, è stata una giornata che mi è parsa un sogmo, e ora capisco perché è un appuntamento irrinunciabile per tanti.
Anche come ufficiale dell'Enterprise fai la tua porca figura, lo sai?

Larsen ha detto...

conoscendoti ti vedrei bene come mccoy :D

LUIGI BICCO ha detto...

Meraviglioso. Anche la mise classica trekkiana ti sta a pennello. Quella blu è per gli ufficiali medici e/o scientifici e immagino che l'importante fosse non vestire quella rossa delle brevi comparse :)
P.S.: A proposito. Se ti interessa, ho appena letto che è in preparazione una nuova serie tv per il 2017. Speriamo.