venerdì 27 novembre 2015

Una delle 5 invenzioni migliori della storia dell'Umanità.


Uno dei capi di abbigliamento più distintivi della cultura sixties è la minigonna, apparsa per la prima volta nel 1963.
La paternità è sempre stata in discussione tra la stlista inglese Mary Quant e lo stilista francese Andrè Courrèges... anche se proprio la Quant, più salomonicamente, ha sempre decretato quella che è – più probabilmente – la verità: "Né io né Courrèges abbiamo avuto l'idea della minigonna. È stata la strada a inventarla".

Fu comunque Mary Quant a battezzarla miniskirt (in onore dell’omonima auto di cui andava pazza) e ad imporla a livello mondiale. E fu una sua modella, Twiggy, a lanciarla a livello mediatico, diventando velocemente un simbolo culturale di liberazione e protesta contro i vecchi schemi morali.

In auge fino ai primi anni settanta venne poi soppiantata, in epoca di femminismo duro e puro, dal ritorno delle gonne lunghe per tornare poi prepotentemente e definitivamente (grazie anche al punk)... diventando ormai un classico senza più alcuna connotazione, se non puramente estetica.

La minigonna è, se indossata con il minimo sindacale di autocritica, la cosa migliore che una donna possa sfoggiare.
Innovativa, sexy, provocatrice, attuale, minimalista e inossidabile alle mode.

Persino Uhura sull'Enterprise era in minigonna e ci stava da dio. 

Ma quanta tristezza fanno le gonne sotto il ginocchio?

8 commenti:

Matteo ha detto...

Peccato che non ci sia nessuna che la usa con autocritica... :D

Ariano Geta ha detto...

Non è la minigonna a essere una delle cinque invenzioni più iomportanti dell'uomo. É che la bellezza del corpo femminile è il risultato più straordinario della nostra evoluzione da scimmie erette a esseri umani.

izzy ha detto...

Un po' come dire che andare in giro a petto nudo è una delle cose migliori che un modello palestrato con la tartaruga può fare, e che quindi la dimenticanza della maglietta è una delle cinque migliori invenzioni della storia dell'umanità.

CyberLuke ha detto...

Izzy, non fare finta di non capire.

Andrea ha detto...

...la MiniGonna ha un senso se serve a scoprire delle belle gambe! Prova a sostituire le foto [ di belle donne ] che accompagnano il post con un paio di foto di donne gambe da rugbista! :-)
Keep on, Keepin' on

BlackBox ha detto...

La minigonna va benissimo, lasciate stare i commenti da bar del tipo: minigonna=ragazza facile... le lotte femministe hanno fatto sì che si arrivasse ad indossare la minigonna in segno di libertà della donna, non per farci sentire "messe all'asta". il problema (semmai) è come la si porta. La mini è già molto sexy, meglio abbinarla ad una maglietta molto semplice e ad un paio di ballerine, senza esagerare nell'accostamento dei colori. Se è inverno, calze molto coprenti nere e stivale.
Io la indosso a volte e non mi è mai capitato di essere stata oggetto di commenti volgari. ;-)

Susanna ha detto...

Io -31enne fresca fresca – mi vesto ancora abbastanza "da ragazzina" ma non con gonne o shorts troppo corti e questo perché comunque non lho mai fatto, non mi sono mai sentita a mio agio, quindi mini sì, ma mai inguinali...non riuscirei a muovermi bene per paura di mostrare il chiul e risulterei molto goffa e impacciata. XD

pa ha detto...

la minigonna è un'invenzione fantastica!