martedì 1 marzo 2016

Addio, Jack.

Magari avrete già sentito i rumors circa la possibile rimozione dell’entrata audio dal prossimo iPhone. Le cuffie,a  sentire i soliti bene informati, funzioneranno via bluetooth o, soluzione con cavo, tramite la porta Lightning (e la cosa buona potrebbe essere, visto che non sarebbe possibile collegare contemporaneamente cuffie e cavo d’alimentazione, che Apple potrebbe finalmente produrre un iPhone con ricarica wireless).

Ma perché rimuovere il povero jack audio?
Per il motivo più stronzo dell'universo, e cioè rendere l’iPhone 7 più sottile... cosa che non interessa a nessuno, al contrario di una migliore durata della batteria (semmai, potrebbe renderlo più resistente all’acqua).
Immagino quanto saranno contenti tutti quelli che hanno comprato costose cuffie di terze parti per ascoltare musica dai loro iPhone (per loro parrebbe che Apple stia lavorando a dei nuovi auricolari Beats privi di cavo... ovviamente venduti a parte). Questa mossa, inoltre, chiuderebbe ancora di più i device Apple rendendoli incompatibili con un altro standard universale, ma avendo acquisito Beats immagino che ne sbattano altamente le palle. Buon per loro.

Al povero jack audio che sembra avere i mesi contati, è dedicata questa strip di Joy of Tech, tradotta per voi dal vostro affezionato Cyberluke di quartiere.

9 commenti:

CervelloBacato ha detto...

Uno dei motivi per cui non apprezzo apple: non è compatibile con questo, quello e quell'altro. E poi non ho soldi. Certo che più sottile del jack?! What???

Glauco Silvestri ha detto...

Come l'altra volta... Ribadisco che la sottigliezza interessa parecchio, a tutti, e non solo agli utenti Apple, visto che ogni smartphone che esce è sempre più sottile (tra le altre cose, il record di sottigliezza lo detiene uno smartphone Android), e soprattutto che quelli grossi - che ancora vengono prodotti - hanno vendite rasenti lo zero (io, per dire, sono innamorato del CAT Rugged con termocamera - 600euro, ma odio Android OS, ci ho litigato per anni, e persino qui in ditta, visto che ultimamente sviluppiamo app per smartphone - Se solo lo facessero con Windows Phone...).

Ma a parte questo, a me della scomparsa del jack interessa poco o nulla (se non per il fatto che l'auricolare fungeva anche da telecomando per la fotocamera, e a volte mi è stato utile) perché già da anni uso cuffie bluetooth. Non hai idea di quante cuffiette ho strappato perché non mi ricordavo che il cell era nello zaino e... togliendomelo improvvisamente dalle spalle, e quante volte ho fatto fare dei voli al cell perché uscivo di scatto dall'auto con gli auricolari nelle orecchie. Quel filo che penzola tra la mia testa e il cellulare mi stava proprio sulle scatole. Per cui, che il Jack se ne vada o meno, non mi tange granché!

Anonimo ha detto...

quoto in tutto Luke.
io sono anni che sto combattendo una solitaria battaglia contro il wireless decerebrato.
ci stanno facendo passare quest'idea che "senza cavo" è meglio a prescindere, quando invece ci sono chili di casi in cui una connessione cablata è ancora preferibile, tra cui appunto gli auricolari...
peraltro apple aveva già rotto abbastanza i coglioni con la cablatura CTIA contro l'OMTP dei jack audio...

f

Sauro ha detto...

Togliendo i cavi, ogni periferica ha batterie aggiuntive, caricatori aggiuntivi, problemi aggiuntivi. Il cavo rende delle cuffie/auricolari il più semplici possibile, senza necessità di avere batterie da ricaricare ed elettronica di controllo on-board. Vuoi mettere? Magari potevano cambiare il connettore, facendolo più slim e creando un nuovo standard.

@Glauco Silvestri: Sai che in auto non puoi mettere auricolari o cuffie, vero? Lo dice il codice della strada ...

CyberLuke ha detto...

@Cervello: quando sei al vertice della catena alimentare, immagino che credi di poter fare qualsiasi cosa.
@Glauco: e, di nuovo, ti dico: è la sottigliezza degli smartphone è un falso mito. Come quando, tra gli anni novanta e duemila, ci fu la corsa a chi faceva il cellulare più piccolo. Con risultati che sono arrivati al ridicolo Panasonic GD55, che giusto Barbie poteva usare. Cos'aveva il primo iPhone che non andava? Davvero 115 millimetri era troppo spesso? Torniamo sulla Terra. Distinguiamo ciò che serve realmente da ciò che vogliono spacciarci per cool. Tipo, e scusa mi ripeto come un mantra: una cazzo di batteria che duri dalle 12 alle 14 ore. Attaccarsi alle dieci sera agli energy box è come girare in auto con la tanica di benzina nel bagagliaio: fastidioso e, alla lunga, ridicolo.
@F: una vita senza cavi piacerebbe un mucchio anche a me. Ma Apple (o chi per lei) deve propormi un nuovo standard che funzioni bene almeno quanto quello che va a sostituire, se non meglio. Con USB (non di sua invenzione, ma è stata la prima a crederci e a impiegarlo massivamente) ha fatto così, e tanto di cappello. Vediamo cosa tirerà fuori prima di giudicare, ad ogni modo.
@ Sauro: di certo andranno ricaricate anche quelle in qualche modo. E non ti nascondo che anch'io, come Glauco, detesto sbrogliare il filo delle cuffie o trovarmelo impigliato in questo e quello.
E questo è un vantaggio interessante, non ridurre di un altro millimetro e mezzo un device che è già una sottiletta.

LUIGI BICCO ha detto...

Viste le nuove ipotesi sui buchi neri a 5 dimensioni, forse quelli della Apple si sono prefissi di sfidare le regole fisiche dello spazio e vogliono arrivare a fabbricare un iphone che misuri -3mm di spessore. Me li vedo già i pack nuovi completamente vuoti perché l'occhio umano non è in grado di cogliere le differenze (stupido umano!!!).
Basterà allora produrre un adattatore wireless per occhi umani e il gioco è fatto.

E uno ci può pure scherzare sopra, eh. Purtroppo però spesso ci hanno visto lungo. Quello che farà la differenza sarà sempre il prezzo. Più sarà sottile e più costerà. E più vedrò di far dureare il mio Samsung per sempre :)

Anonimo ha detto...

@Luke:
una vita senza cavi è "idealmente" migliore, ma poi devi calare quest'idea nella pratica.
l'esempio classico che mi trovo sempre a fare è quello del bluetooth in auto.
cioè, sei seduto dentro un generatore di corrente e gli colleghi il tuo smartphone in un modo che scarica la batteria??
ma allora sei fesso...
che siamo onesti, il tempo che ci metti a fare l'accoppiamento è esattamente uguale a quello che ci metti ad attaccare il cavetto...

F

Glauco Silvestri ha detto...

@Sauro: Quando ancora non c'erano i vivavoce, per telefonare era obbligatorio usare gli auricolari per telefonare... Come ho scritto, è un pezzo che ho smesso di usare roba col filo. :-)

Anonimo ha detto...

Togli togli prima o poi apple riuscirà ad eliminare anche l'utente:
"A che cazzo serve 'sto pirla che si siede sui miei preziosi telefonini e me li piega; li tiene con la mano sinistra (cosa starà facendo con la destra?) e blocca la ricezione del segnale; compra gli accessori e PRETENDE di utilizzarli anche con il modello successivo, addirittura 6 mesi dopo. Tra poco vorrà pure continuare ad usare la stessa sim su telefono e tablet: VIA LA SIM!! E via anche l'utente che, quasi sempre non è affatto "slim". Less is more."
Io, che mi sono sempre considerato uno "avanti", mi sono già adeguato: mi sono eliminato da utente apple, prima ancora che diventi "cul". Sto proprio all'avanguardia.

Nonu Aspis.