venerdì 1 aprile 2016

Fedeli alla linea.


Lo ammetto: non mi aspettavo troppo da questo nuovo lavoro in studio dei Pet Shop Boys, specie dopo l'assaggio ricevuto qualche settimana fa (il singolo Inner Sanctum non era proprio nulla di speciale), e anche la copertina, di insuperata bruttezza, non faceva sperare che il contenuto fosse straordinario.
E invece mi sbagliavo.
Il disco è uscito oggi, ed è tutto il giorno che me lo sento a rotazione.
Super è un ascolto familiare e spiazzante assieme, in cui EDM, dance anni novanta ed elettronica minimale si fondono e si splittano in dodici pezzi citazionisti ma personalissimi.

Uno di quei dischi che vorresti, all'improvviso, avere di nuovo vent'anni tondi per ballarli tutta la notte in uno di quelle dancefloor inglesi male illuminate e un po' sporche da dove alla fine ti scaricano fuori, ubriaco, pesto e con la voglia di tornare dentro e ricominciare daccapo.


Un paio di pezzi sono davvero folgoranti (Sad Robot World è un pezzo che gli Air o i Daft Punk pagherebbero oro per averlo dentro uno dei loro dischi, e Twenty-Something è un piccolo capolavoro), un'altra manciata sono davvero buoni (Happiness, Groovy, Undertow e Burn) e i restanti sono riusciti anche se non memorabili.
Insomma, lo ascolto da solo mezza giornata e posso già dirvi che Super, per me, è uno spasso e mi ci ritrovo alla grandissima. 

1 commento:

Uapa ha detto...

Pop Kids è adorabile, mi piace tanto anche Burn!
Happiness è bella, anche se un po yippee yayoh, mi sa di Cotton Eyed Joe, un elettro-country XD
One Hit Wonder è già fra le mie preferite di sempre.
Un album decisamente Pet Shop Boys, il loro vecchio sound, ma con una buona dose di novità, che non lo rende una minestra riscaldata.
E niente, anche io non mi aspettavo tanto e invece sono rimasta piacevolmente colpita. Anche Steve approva e qui BBCradio2 gli ha anche dedicato 4 puntate documentario speciali per i 30 anni di carriera!
Però, una cosa mi ha profondamente delusa. Non che non mi piaccia la copertina, ma su un album che si chiama Super mi aspettavo Neil e Chris vestiti da Batman e Robin, chessò, in stile fumetto Marvel. E invece...
Vabbè, per 'sta volta li perdono, va ^^