mercoledì 15 giugno 2016

Brick England.


Nel 1913, nel manifesto futurista ‘L’arte dei rumori’, Luigi Russolo, compositore e inventore di strumenti musicali sperimentali, predisse che l’elettronica e altre tecnologie avrebbero consentito ai musicisti futuristi di sostituire alla limitata varietà dei timbri degl’istrumenti che l’orchestra possiede oggi, l’infinita varietà di timbri dei rumori, riprodotti con appositi meccanismi.
Tra le tante profezie sballate dei futurologi di cui abbonda ogni epoca, quella di Russolo si è dimostrata centrata in pieno.
Ed è esattamente a lui che Jean Michel Jarre dedica il suo nuovo album The Heart of Noise, dove mette assieme gente come – tra gli altri – i Primal Scream, Gary Numan, gli Yello, The Orb, Hans Zimmer e i Pet Shop Boys.
Con risultati alterni, devo dire, ma interessanti.
E io sarò pure di parte... ma il pezzo dei Pet Shop Boys è quello che spacca di più.
Ve l'ho messo qua sotto.
Sentite anche solo i primi trenta secondi e poi ditemi che non ho ragione.
Seconda cosa.
Non ne è stato ancora estratto un singolo, quindi quello che vedete in apertura è solo una mia trovata, che va ad aggiungersi a QUESTE altre.

1 commento:

Sauro ha detto...

Non so gli altri pezzi, ma questo dei PSB è veramente notevole ...