lunedì 20 giugno 2016

I miei dubbi su Siri su Mac.

Durante la WorldWide Developer Conference di qualche giorno fa, Apple ha presentato una beta di macOS Sierra, che sarà installato su ogni Mac in vendita a partire dal prossimo settembre, e come già accaduto in passato, più che un sistema completamente nuovo è una versione migliorata del precedente.

Comunque, in Apple non si sono lasciati sfuggire di strombazzare la novità più eclatante, cioè l'integrazione di Siri, l'assistente vocale (chiunque l'abbia usato e ha un minimo di onestà non riesce a chiamarlo assistente intelligente) presente già da qualche anno su iOS, ovviamente in una versione appositamente studiata per l'esperienza desktop.
Accessibile dal Dock (di default, è l'icona subito alla destra del Finder), dalla barra dei menu (subito di fianco all’icona di Spotlight) o tramite la combinazione tasto funzione + barra spaziatrice, Siri permette di usare la vostra voce per cercare informazioni, trovare file e inviare messaggi.
(Solo per completezza, ricordo che Cortana, l’assistente di Microsoft, è presente su Windows 10 da ormai due anni e permette ad utenti desktop di avere sempre a portata di mano uno spazio della task bar per inoltrare domande che possono anche essere ricercate su Internet.)

In pratica, cosa potrete chiedere a Siri su mac OS Sierra?
A dispetto dei comunicati pubblicitari, non molto. Sostanzialmente le stesse cose che siete abituati a chiedere su iOS: cercare informazioni su Internet, controllare le previsioni del tempo, creare promemoria, creare una playlist, trovare dei file sul vostro Mac usando dei filtri.
Sfortunatamente, almeno per ora, Siri non è in grado di operare nessuna azione complessa o operazioni che implicano il controllo di elementi hardware o software: in altre parole, non potrete ordinare a Siri di riavviare il vostro Mac, lanciare un'applicazione, creare una cartella. Anche il dannato cestino dovrete continuare a svuotarvelo da soli.

Ho come un dejà vu.

Ora, lasciando da parte per un attimo (ma giusto per un attimo) la necessità impellente per Apple di ampliare enormemente i campi di utilizzo di Siri su Mac (evitando il passo falso di renderla una copia monca dell’assistente con cui la maggior parte di noialtri cazzeggia su iOS), quello che mi chiedo è...

...tutti i possessori di un Mac privo di microfono (e cioè tutti quelli che non hanno un Macbook o un iMac), dovranno comprarsene uno ausiliario (occupando un'altra delle risicate prese USB) e parlarci dentro tutte le volte?

No, perché posso anche capire che Apple continui a non cagarsi di striscio il Mac Mini (l'ha sempre trattato come l'ultima ruota del carro), ma chi ha acquistato un Mac Pro spendendoci i suoi bei tremila euro (non ricevendo alcun aggiornamento dalla data della sua presentazione, nel lontano 2013) potrebbe anche non prenderla tanto bene.

Chiudo con questa scenetta, che avrà pure trent'anni sul groppone ma mi fa ancora ridere di gusto.

7 commenti:

Glauco Silvestri ha detto...

quoto: No, perché posso anche capire che Apple continui a non cagarsi di striscio il Mac Mini (l'ha sempre trattato come l'ultima ruota del carro), ma chi ha acquistato un Mac Pro spendendoci i suoi bei tremila euro (non ricevendo alcun aggiornamento dalla data della sua presentazione, nel lontano 2013) potrebbe anche non prenderla tanto bene.

rispondo: Apple dirà che il Cinema Display è dotato di webcam e microfono, quindi no-problem. Ma se hai un monitor di terze parti...ahi ahi ahi

:-)

Quanto a Siri, da quello che ho letto in giro, con iOS7 sarà in grado di interagire con le applicazioni. Ciò dovrebbe avvenire anche sul nuovo MacOS, immagino. Poi dipenderà dagli sviluppatori delle App se integrare o meno le API di Siri. Fortunatamente Apple non può avere il controllo su chi scrive il software di terze parti, ma sfortunatamente ciò influenza/castra le potenzialità di Siri. Cosa che accade anche con Cortana, e Ok Google.

Quanto all'accesso a funzioni basilari del sistema operativo, io credo che ci sia un po' di paura nell'ambito della sicurezza. Metti che un tuo collega passa davanti alla tua postazione, e per farti uno scherzo dice al tuo computer: hey siri, cancella il file superurgente e svuota il cestino in sicurezza. Come la prenderesti al tuo ritorno in postazione?

Glauco Silvestri ha detto...

Ho scritto una castroneria... volevo dire iOS10 non iOS7 :-D

CyberLuke ha detto...

@Glauco: per quello che mi riguarda, se Siri non interagisce con MacOS se non a livello di ricerche (in pratica, è uno spotlight a comando vocale) non mi serve a molto. Se è davvero prevista un'integrazione più spinta, Apple non l'ha detto, e comunque non vedo perché dovrebbe tirare fuori questa feature più avanti, se non ci crede da subito.
E, sì, confermo: Cortana non ti fa cancellare neanche un contatto dalla rubrica.
Quanto alla tanto decantata "sicurezza" (parola con cui ormai si giustifica ogni scelta controversa), se qualcuno si avvicina al tuo Mac abbastanza da dare un ordine a Siri, può fare danni anche e più usando il mouse. Anzi: se Siri obbedisse solo alla tua voce (e questa sì che sarebbe una cosa utile, oltre che del tutto fattibile), allora sì che si farebbe un passo avanti verso la sicurezza.

CyberLuke ha detto...

Ah, i monitor.
Certo. Peccato che gli Apple Cinema Display siano fermi da una vita. L'ultimo schermo Thunderbolt è del 2011, e di una nuova generazione con spessore ridotto, display 5K e magari scheda grafica integrata basata su connessione Thunderbolt 3 non si sente neanche parlare.

Larsen ha detto...

oddio luca, gestire una risoluzione a 4k richiede una gpu di un certo livello, non nella media di quelle installate su prodotti apple.
giusto il pro (intendo il cestino) puo' aver senso accoppiato ad un monitor a 4k, ma per gli altri la vedo molto dura.

quanto a cortana, sul mio e' durata 10 minuti... a parte che qualsiasi cosa gli chiedi, sta "zoccola" la cerca online usando bing e edge, ignorando il browser predefinito, e relativo motore di ricerca, e poi e' "scema" come pochi.

credo che l'utilizzo migliore, a voce, sia con google su android, nel dettargli le cose da scrivere... ecco, non e' eccelso, ma non e' malvagio.

CyberLuke ha detto...

Beh, gli iMac attuali hanno già schermi a 4k.
Che poi servano davvero, ecco, di quello si può parlare.

Larsen ha detto...

si, ma per un'uso lavorativo, alla fine hai "solo" piu' spazio sul desktop, e questo e' un bene, visto che le finestre dei menu' nei programmi continuano a moltiplicarsi.
il problema lo noteresti se provassi a vedere un film in 4k nativi.
sono tanti dati, e se non hai una gpu piu' che decente, e una buona quantita' di ram video, la resa e' penosa.

non parliamo poi di giocare, che vabbe', non e' un problema per gli icosi, ma su pc si... giocare a 4k al momento e', letteralmente, impossibile, a meno di non spendere 2000€ di schede video.

la cosa piu' ridicola poi sono le tv a 4k :D
si, ok, se uno la prende con l'intenzione di vederci netflix o similari (ammesso di avere una linea dati all'altezza) ci puo' stare, ma per guardare i programmi sul digitale terrestre, o anche sul satellite, e' ridicolo :D
le trasmissioni standard sono a 576i, e i canali hd sono a 1080i... l'i sta per interlacciati, quindi non e' manco un full hd reale (in sostanza e' un 540p).