lunedì 12 dicembre 2016

Pillole di resistenza all'obsolescenza programmata.


Se avete un iPad o un iPhone o un iPod Touch con iOS8 e non volete aggiornare a iOS9 o iOS10, siete liberi di non farlo, naturalmente (specie se, come me, siete perfettamente soddisfatti di iOS8, stabile e performante).
Il problema è che, periodicamente, alcune app vengono aggiornate e possono manifestare malfunzionamenti su sistemi operativi più vecchi: ad esempio, YouTube, Prisma o WhatsApp. Col risultato che, se volete che tutto torni a funzionare, sarete spinti ad aggiornare il sistema operativo.
Il che porterà – checché ne dica Apple – a rallentare il vostro device e quindi a spingervi, presto o tardi, a comprarne uno nuovo.
Il che, non facciamo finta di cadere dalle nuvole, è uno dei più collaudati (e striscianti) modi per spingere all'obsolescenza coatta i vostri dispositivi... anche se hanno solo un paio d'anni di vita. 

Quindi?
Quindi, fate come me.

• Sul vostro computer avrete una copia della app originaria, quella che funziona bene su iOS8: ad esempio, Prisma versione 1.0 o YouTube versione 10.50.18 (per controllare il numero della build, lanciate iTunes, nel colonnino di sinistra cliccate su App, localizzate quella che vi interessa e col tasto destro ottenete le info).
• Sul vostro iPad/iPhone/iPod Touch disinstallate l'app che dà sintomi di malfunzionamento (basta tenerci il dito premuto sopra qualche secondo, cliccare sulla X e confermare).
• Collegate il vostro iPad/iPhone/iPod Touch al computer, e questo apparirà nell'elenco dispositivi di iTunes: reinstallate da lì le vecchie versioni delle app che avete appena rimosso.
• E qui il colpo di grazia: dal menù Impostazioni del vostro iPad/iPhone/iPod Touch, andate su iTunes Store e App Store e, nel pannello Download automatici, deselezionate Aggiornamenti. Se non lo fate, il vostro device aggiornerà automaticamente le vecchie app non appena vi distrarrete un attimo... e sarete daccapo, invece in questo modo sarete voi a decidere cosa aggiornare e quando.

È tutto. Fuck the system.

2 commenti:

Glauco Silvestri ha detto...

Peccato che sul lungo periodo il metodo non funzioni. E' noto che Youtube, e google in generale, vogliono eliminare Flash dalla loro vita. Ciò significa che i video su Youtube vengono mano a mano convertiti in HTML5, e se la vecchia app Youtube non si aggiorna a questo standard, la visione dei video non sarà possibile.
Idem per Whatsapp, che di recente ha introdotto la crittografia dei messaggi. Se quella vecchia non è in grado di tradurre i dati criptati, comunicare con chi ha l'app aggiornata sarà impossibile. E via dicendo...
Senza dimenticare le vulnerabilità di certe app, che vengono corrette di pari passo con le nuove versioni. Usare una vecchia versione significa mantenere il proprio sistema aperto a intromissioni dall'esterno, furto di dati, virus, etc etc.
E' un mondo difficile...
Dov'è il mio vecchio Nokia 3310?

CyberLuke ha detto...

Sì: ma molte app, per fortuna, continuano a funzionare bene. Oltre l'Air, continuo a usare un vecchio iPad 2 con iOS6, dove funziona ancora tutto a dovere.
In fondo, si tratta di resistenza: quando renderanno impossibile usare le app che riteniamo indispensabili, dovremo arrenderci.
Per ora, iOS8 è ancora valido.