domenica 11 febbraio 2018

Una faccenda di stile.


In occasione del suo decimo anniversario da Dior Homme, il direttore creativo Kris Van Assche ha deciso di ingaggiare, per la collezione SS18, due inglesi che più inglesi non si potrebbe: Neil Tennant e Chris Lowe, al secolo i Pet Shop Boys, che si sono lasciati convincere a posare davanti l’obiettivo di David Sims, un tizio che ha un curriculum lungo un braccio (è finito sul libro paga di Calvin Klein, Givenchy, Hugo Boss, Levi's, GAP, Louis Vuitton, Prada, L'Oréal, Valentino, Shiseido, Dunhill e parecchi, parecchi altri).
Ora, fermo restando che l'ambiente dell'alta moda – con annessi i suoi eccessi, le fighetterie e l'autocompiacersi di essere un mondo circoscritto e chiuso, totalmente avulso da quello reale è un macrocosmo che al sottoscritto è sempre interessato poco o niente... devo dire che il vecchio Neil e il suo socio continuano a fare una discreta figura anche da modelli (quel completo è semplicemente ridicolo, ma il cappotto di Chris ha un taglio fantastico).
E il loro pezzo che fa da soundtrack al visual (diretto dallo stesso Van Assche) della campagna è, una volta di più, perfetto e senza tempo.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...