lunedì 6 gennaio 2020

L'iPhone nudo.

Nei primi anni Duemila, produrre oggetti hi-tech trasparenti era un trend di successo, e Apple si produsse in alcuni suoi pezzi di design più pregevoli, come il primo iMac o il PowerMac G4 Cube.
Gradatamente, la casa di Cupertino si è spostata sulla plastica bianca, sul titanio e quindi sull'alluminio – che tuttora impiega sulla stragrande maggioranza dei suoi prodotti.
Eppure, l'idea di mostrare la componentistica interna mi sembra tuttora un modo piuttosto seducente di presentare un computer (QUI avevo mostrato l'ottimo lavoro del designer Martin Hajeck sul Mac Pro), un tablet o un telefono.
Come me devono averla pensata anche i ragazzi di Curved Lab, che hanno presentato questo concept di iPhone con la scocca completamente in vetro, a rivelare la scheda logica, il chipset, il Taptic Engine e la batteria... io lo trovo superbo nella sua sfrontatezza.
Voi no?

1 commento:

Sauro ha detto...

Anche no. Poco pratico. Con l'utilizzo arrivano le prime righe, i primi graffi e l'effetto trasparente va a farsi benedire. Inoltre la scocca in alluminio funge anche da schermatura dai disturbi elettromagnetici, quindi credo sia difficile farne a meno.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...