sabato 14 maggio 2011

Franco, 1924-2011.

Si è spento ieri mio padre all'ospedale Forlanini.
Dopo sei settimane di ricovero per un'operazione al femore, le sue condizioni sono peggiorate irreversibilmente e non ha superato l'ultima crisi respiratoria.
Aveva 86 anni, e nonostante fosse conciato davvero male (tre ictus, insufficienza renale, bronchite cronica, diabete senza contare la testa del femore rotta), non si è mai lamentato di nulla.

Ha dedicato tutta la sua vita ai suoi studi, probabilmente trascurando tutto il resto, compreso lui stesso. Non è stato uno di quei padri che vedete nelle pubblicità dei biscotti, ma questo non significa che sia stato un cattivo padre.
È stato un uomo intelligente, creativo, paziente, profondamente umano... e incapace di fare del male a qualcuno.

Aveva senso dell'umorismo, sapeva parlare in pubblico per ore senza una riga di appunti, e fino a dodici anni fu lui a portare me e mia sorella al cinema o al parco. Sempre in autobus, perché mio padre aveva zero dimestichezza con qualsiasi oggetto meccanico più complesso della sua Olivetti Lexicon 80, sulla quale ha scritto i suoi venti libri – tutti saggi che approfondiscono il rapporto tra teologia e psicoanalisi e pubblicati tra gli anni sessanta e gli anni novanta.
Rappresentano il suo lascito, la summa di una vita consacrata alla ricerca di risposte a domande antiche e altre che non invecchiano mai.
Io e lui non abbiamo mai parlato un granché. Non si è mai intromesso nelle scelte della mia vita... ma mi mancherà come può mancarti il più dolce dei padri.

Se n'è andato com'è naturale che sia. Se n'è andato perché qui aveva finito, perché non riusciva più a trascinarsi in un corpo che, troppo spesso ingiustamente, degenera e si accartoccia più velocemente della mente.
Dovunque si trovi ora, starà bene.
Ne sono certo.
Grazie di tutto, papà.

Questo blog resta chiuso per un po'.
Riprenderò più avanti.
Se volete dirmi qualcosa, scrivete pure qui.
Un saluto a tutti e grazie anche a voi.

64 commenti:

elgraeco ha detto...

Luca, ti sono vicino.

Mawi ha detto...

Un antico proverbio magiaro dice che quando muori un angelo ti viene incontro e per decidere se sei degno del paradiso ti può chiedere tre cose:
raccontami una storia;
raccontami la tua storia;
dimmi quello che hai imparato.

In questo momento tuo padre lo sta massacrando in tutte e tre le materie.

Un abbraccio.

Licia ha detto...

Ti sono vicina e non solo per l'affetto che porto a te. Tuo padre, che ho avuto l'onore e il piacere di conoscere, mi ha incantato dal nostro primo incontro, tanti anni fa, quando mi ha invitato nel suo sancta sanctorum muovendosi tra pile di libri più alte di lui. Mi è piaciuto subito, come se ci fossimo sempre conosciuti, l'ho sempre sentito come una specie di amico personale. Porterò con me il ricordo limpido del guizzo bambino nel suo sguardo, che sembrava sempre annunciare una nuova marachella. Franco, immagino quante delle tue belle poesie scriverai ancora tra le nuvole!

Ariano Geta ha detto...

Mi dispiace davvero Luca.
É un momento di fronte al quale non siamo mai abbastanza pronti.
Prenditi tutto il tempo che ti serve.

Sauro ha detto...

Le mie più sentite condoglianze, Luca.
Ed il tuo post è bellissimo.

Uapa ha detto...

Un abbraccio forte Luca, per quello che può servire, per quel poco che posso, sono qui anche io.

Anonimo ha detto...

mi dispiace Luca...

un abbraccio...

Fernanda

La firma cangiante ha detto...

In momenti come questo non c'è molto da dire.

A presto.

dandia ha detto...

Ne sono certa anch'io, lui ora vive in una vita migliore. Non dubitarlo mai.
Anche se solo col pensiero, ti sono vicina e ti abbraccio.

Anonimo ha detto...

Mi dispiace; condoglianze.
Mauro.

Sam ha detto...

Le mie più sincere condoglianze, mi dispiace tanto...

Ettone ha detto...

condoglianze Luca...
ti sono vicino nonostante la lontananza...
UN ABBRACCIO E FATTI FORZA... in questi momenti ce ne va TANTA.

Davide Mana ha detto...

Le parole sono inutili.
Le mie condoglianze, Luca, per ciò che possono valere.

Valerio ha detto...

Condoglianze.

Valerio

Giovanni ha detto...

Un abbraccio. Forte.

Larsen ha detto...

un abbraccio, condoglianze.

Dalailaps ha detto...

le mie più sincere condoglianze, Luca.
Un abbraccio.

LUIGI BICCO ha detto...

Non so se abbia avuto rimpianti su questo pianeta, ma mi pare di capire che di irrealizzato abbia lasciato ben poco.

La sentenza su quanto sia stato bravo un padre, naturalmente spetta solo ai suoi figli. Ma da come lo dipingi, sembra che vi abbia dedicato l'attenzione dovuta.

Un responsabile, quindi. Un pensatore. E magari tante altre cose che non possiamo sapere.

La ruota gira purtroppo, ma da qualche altra parte, in un certo modo, tutto è destinato a ricominciare.

Mi dispiace e ti abbraccio forte, Luca, in attesa del tuo ritorno.

CyberLuke ha detto...

Le parole non sono inutili: me lo ha insegnato lui, che aveva il dono di saperle usare sempre nel modo migliore.
Le sue parole ammaliavano, blandivano, affascinavano, travolgevano.
E non sono inutili le vostre, che non siete qui in questo momento, ma avete un potere tra le mani. Non sprecatelo, ma usatelo sempre al meglio.

OniceDesign ha detto...

Sei di fronte al mistero ultimo della finitezza dell'uomo, al bivio tra disperazione e speranza, tra eternità e terra, tra uomo e dio: le parole non possono dare conforto, se non quelle che troverai per conto tuo. Buona fortuna.

Anonimo ha detto...

Ti sono vicino anch'io. Condoglianze.

Yahn

Angel-A ha detto...

Anchio sono certa che tuo papà ora sta alla stragrande, libero da ogni dolore e spinto in alto dal tuo amore.
Continua a ricordarlo.
Un bacio e un abbraccio

barbara ha detto...

Leggo che il suo campo era la teologia e la psicoanalisi.
Direi che ora sta ottenendo almeno una bella parte di quelle risposte che ha sempre cercato. :)
In fondo, tutto ha un senso.
Un abbraccio.

Christian ha detto...

Luca, anche se non ti conosco ti sono vicino.
Non dico altro, non saprei cosa.

Matteo ha detto...

Un bellissimo ricordo, tuo padre ne sarà felice. Anche se non avete parlato molto, queste parole riassumono anni di possibili conversazioni.
Un abbraccio

Andrea Giovannone ha detto...

Condoglianze Luca.
Un abbraccio.

Mr. Lunastorta ha detto...

Da un lettore affezionato, sincere condoglianze. Il post che hai scritto per ricordare tuo padre è molto bello e commovente.

Simone

Alessandra ha detto...

Sentite condoglianze Luca. Non so ancora cosa si prova a perdere i genitori ma posso immaginare quanto sia difficile. Le tue bellissime parole lo accompagneranno dolcemente dovunque lui sia.
Un abbraccio forte

amaui ha detto...

Ciao Luca,
ho letto ora questa tristissima notizia.
Sono sinceramente dispiaciuto, e spero davvero che tuo padre possa vedere da dove si trova ora queste belle parole che hai scritto per lui.

Un abbraccio.

Alex McNab ha detto...

Un abbraccio fraterno da chi, come me, ha subito lo stesso genere di lutto pochi anni fa.
Ti sono vicino.

claudia ha detto...

non ti ho mai sentito parlare in questi termini di tuo padre.
e' proprio vero che non si finisce mai di conoscere una persona, ogni momento puo' essere una sorpresa. e questa lo e' stata.

Anonimo ha detto...

Un abbraccio forte, ti sono vicina,
Ilana

Lorenzo ha detto...

condoglianze Luca, un abbraccio e a presto.

Gabriele Russo ha detto...

Un abbraccione Luca.

:(

Nicla ha detto...

Questo post mi ha molto commosso e toccato dentro. :'(

Un grosso abbraccio in questo brutto momento.

Bacio

Vale

Taka ha detto...

un abbraccio virtuale Lu.
nient'altro da aggiungere.

zaXon ha detto...

Condoglianze,


Angelo

marina ha detto...

Leggo solo ora. Un abbraccio e molta comprensione.

Anonimo ha detto...

leggo il tuo blog da qualche tempo e oggi ho trovato il tuo saluto a tuo padre. mi dispiace molto. a presto
angela

Thoughtful Blankness ha detto...

Fermarsi per dare una dimensione personale ad una sensazione iniziale di vuoto e di silenzio e poi rivivere le persone a noi care nei ricordi, nelle emozioni condivise e negli insegnamenti ricevuti. Un abbraccio

Viktor ha detto...

Mi aggiungo a chi con più tempismo mi ha preceduto facendoti le mie condoglianze.
Possa tu ritrovare al più presto la serenità, contando sul fatto che, se non altro non sei solo, c'è tanta gente pronta a tenderti la mano e ad offrirti un abbraccio di consolazione in questo brutto momento.
Possa tuo padre riposare in pace.

Anonimo ha detto...

le mie condoglianze Luca .
sicuramente tuo padre si trova in un posto migliore di questo mondo..

Beppe

Lady Simmons ha detto...

Forse sembreranno vane tutte queste parole in bocca ad una sconosciuta.
Ma...ho compreso mio padre con cui non avevo un ottimo rapporto solo dopo che se n'è andato.
E' morto. Ora riesco a dirlo.
Ma...la mitezza del suo sguardo e la paura della malattia non li dimenticherò mai.
Come insulta la vecchiaia...
Ti sono vicina. Che begli occhi tuo padre, che uomo speciale sarà sempre.

Dama Arwen ha detto...

Ti abbraccio forte, Luca.
Mi ha commossa tantissimo la foto di tuo papà...

Jack ha detto...

Un abbraccio.
J

Luca C. ha detto...

Rispetto e vicinanza per il tuo dolore.

Una grande perdita per te, la più grande, ma, a quanto leggo, una grande perdita per tutti noi che restiamo quì.

Condoglianze Luca.

claudio ha detto...

Le mie più sentite condoglianze.
Un abbraccio Luca.
Claudio

Angelo ha detto...

Rispetto, sempre e comunque. Dalle mie parti si dice che si devono ricordare le cose buone, io aggiungo che con il tempo si può riuscire a sorridere del ricordo dei nostri cari.

Adrian P. ha detto...

Non ti ho mai conosciuto,seguo il tuo blog( sono un patito di grafica e non solo) ma ti porgo le mie condoglianze ,Luca. Mi dispiace veramente.

Maura ha detto...

Mi dispiace.
da quello che leggo, tuo padre ci sapeva fare con la scrittura, e probabilmente ha passato un po' del suo talento a te, visto che neanche tu te la cavi male, anzi.
Prendilo come un altro suo lascito, più "personale" se vuoi, da padre a figlio.
Nulla va veramente perduto.
Un abbraccio.

Nussy ha detto...

Ti stringo forte, senza parole, quelle non servono. Ti aspetto presto.

Silvia ha detto...

Si leggono sul suo volto tutta la dolcezza e la profondità di cui parli... parole sensate non ce ne sono, solo un grande abbraccio anche da parte mia.

laFra ha detto...

Condoglianze.
Francesca

sekhemty ha detto...

Questi momenti mi lasciano sempre in imbarazzo e senza parole anche con le persone che conosco di persona.

Dopo tutto, che ci siano anche poche cose veramente sensate da dire in questi casi.

Anche se sono uno sconosciuto, ti faccio le mie condoglianze.

YTSEJAM74 ha detto...

Condoglianze.
Eugenio

YTSEJAM74 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

condoglianze anche se non ci conosciamo, però seguo il tuo blog

Ferruccio gianola ha detto...

:-(((

Deb® ha detto...

Luca, leggo solo adesso.
Mi dispiace...Ti faccio le mie condoglianze.

Fra ha detto...

Mi dispiace tanto Luca.

fotografo imperfetto ha detto...

Ti leggo spesso ma l'ho saputo solo adesso non ho parole ,non ho provato qualcosa di simile e non voglio inventarmele le prendo in prestito da cat stevens

http://youtu.be/Q29YR5-t3gg

elena ha detto...

Le mie più sentite condoglianze.

elena ha detto...

Le mie più sentite condoglianze.

Marco Bango Siena ha detto...

Condoglianze sincere. Mio padre ha un timer che sta per fermarsi, ma non sappiamo quando. Comprendo il momento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...