lunedì 2 novembre 2009

Ambigrammi.



Per molti Angeli & Demoni è stato un film risibile, e su alcuni aspetti posso anche concordare con loro, anche se – lo ripeto – io mi sono piuttosto divertito.
Di certo (e di buono) c'è che mi ha fatto conoscere l'esistenza degli ambigrammi, forme grafiche assolutamente affascinanti di cui mi appresto a parlarvi.
Per dirla con la definizione di Wikipedia, l'ambigramma è una forma grafica nella quale si riconoscono delle lettere e/o dei numeri e che può essere letto in almeno due diverse maniere attraverso rotazioni, o inversioni a specchio della forma grafica stessa.
In altri termini, avete davanti un ambigramma se lo potete leggere allo stesso modo capovolgendolo... il che, progettualmente e tipograficamente parlando è tutt'altro che semplice.
Gli ambigrammi più riusciti sono esempi molto sofisticati di visual design.
Se volete fare un figurone alla vostra prossima occasione sociale, potete aggiungere che un ambigramma è detto omogramma se le due letture danno luogo alla stessa parola ed eterogramma se la parola ottenuta dopo la rotazione di 180° è differente.
Nel film tratto dal best-seller di Dan Brown, uno scienziato e sacerdote viene ucciso nel suo laboratorio al CERN in Svizzera e l'assassino, dopo aver rubato un campione di antimateria, lascia come traccia l'ambigramma degli Illuminati, che è quello che vedete in apertura del post.
Di seguito, alcuni dei miei ambigrammi preferiti, pescati dalla selezione operata da Vector Tuts qualche settimana fa.

Angeli & Demoni
Questo bellissimo ambigramma è stato disegnato dall'artista John Langdom per il film di Howard. L'ambigramma degli Illuminati in apertura porta sempre la firma di Langdom. Gli ambigrammi sembrano essere una vera passione per Langdon. Ne trovati parecchi altri sul suo sito.

Logos
Anche questo è opera di Langdom, e richiede una lettura allo specchio, essendo completamente simmetrico.

New man
Questo logo rappresenta la prima applicazione commerciale degli ambigrammi, e nonostante il suo aspetto straordinaraimente moderno, è stato disegnato dal designer Raymond Loewy nel 1969. È in uso ancora oggi. Quando si suol dire: soldi bene spesi.

Sun
Il logo di Sun Microsystems è un ambigramma simmetrico progettato da Vaughan Pratt nel 1982. La sua semplicità e la sua funzionalità sono uniche.

EdgeLink
Un altro eccellente ed elegantissimo esempio. Design di Raja Sandhu.

One Love ltd.
Nagfa è un design di Singapore. Questo è il mio preferito, ma potete trovarne di molti altri (e molto belli) sul suo blog.

Vegas
Design di Greg Williams.

Wikipedia
Questo ambigramma rotazionale è stato creato per Wikipedia da Daniele Raffo. Non è ancora entrato in uso, ma potrebbe farlo in futuro.

903 Creative
Splendido esempio di ambigramma numerico, creato da Aaron Gibson.

Philosophy
Anche questo ambigramma della parola Filosofia, molto delicato e riuscito, è opera di John Langdon.

Firefly
Anche questo ambigramma della parola firefly (lucciola) è di tipo simmetrico, e può essere letto allo specchio. Sempre di Nagfa.

Society 27
Un altro ambigramma numerico, disegnato da ZKA per un atelier di moda.


Light
Molto leggibile questo della parola Luce. Progettato da eXcezZive.

Grid
Semplicissimo ed efficace. A firma di Brett J. Gilbert.


The Princess Bride
Il film di Rob Reiner del 1987 La Principessa Bride riportava sulla locandina un ambigramma che forniva indicazioni sulla storia raccontata. Abile.

Wachovia
Wachovia offre servizi di tipo finanziario. Di recente, il loro logo è stato ristilizzato in quest'ambigramma creato da Brian Risk.

Honey
Semplice e attraente. Del designer Dalius Stuoka, di cui potete vedere altre sue opere sulla gallery su Behance Network.

Jaler
Adam P. Kuster è un designer di Budapest, che ha firmato questo elegante ambigramma rotazionale.


Il designer Von Glitschka (QUI il suo sito) ha realizzato questo ambigramma con una delle particelle del suo cognome. Piuttosto efficace.

12 commenti:

Angel-A ha detto...

Hai ragione, sono figure affascinanti... credi sarebbe possibile farne uno col mio nome? Non mi dispiacerebbe farmi un tatuaggio con il "mio" l'ambigramma... ^__^

Uapa ha detto...

Uau! :-O !!!

Dolceipnotica ha detto...

Molto interessante! Ricordo che non molto tempo fa una pubblicità della Audi utilizzava un ambigramma (almeno credo): sopra la macchina, scritta con caratteri simili a quelli gotici in uso in Germania fino a pochi anni fa ma con qualche ricciolo in più, con un pò di sforzo si riusciva a leggere: RAFFINATA.
In un secondo tempo si notava che le scitte in alto apparivano capovolte e allora incuriositi si girava la rivista, e la scritta capovolta che si trasformava in SELVAGGIA (la duplice natura della macchina pubblicizzata, insomma!).
Se la ritrovo, ti posto il link.

Simone ha detto...

Alcuni sono davvero notevoli!

Simone

Andrea Giovannone ha detto...

Illuminante davvero. Quello della Sun l'avrò visto molte volte senza mai rendermene conto, caspita!

OniceDesign ha detto...

Mi ricordano l'esoterico palindromo: "IN GIRUM IMUS NOCTE ET CONSUMIMUR IGNI" (Vaghiamo di notte, consumati dal fuoco), altrettanto carico di mistero e magia...

Maura ha detto...

Bella analisi, corredata da ottimi esempi.
Quanto al film che li ha riportati alla ribalta, mi sono riletta la tua recensione e magari quattro euro per un noleggio li investo... ti saprò dire. ;)

dandia ha detto...

Li adoro. Ma i disegni che si comportano allo stesso modo si chiamano sempre così?

CyberLuke ha detto...

@Angel-A: questo ti può piacere?
http://www.55cards.com/ambigrams/gallery/angela.htm

Angel-A ha detto...

Bellissimo!!!!! ^__^ Grazie!!!! smacksmackpciupciu

Fra ha detto...

Belli davvero questi ambigrammi...

Anonimo ha detto...

Douglas Hofstadter ha pubblicato un bel libro sugli ambigrammi. Il mio ebook (amazon) Tre uomini un volto: Gesù, Leonardo e Michelangelo, riprende il tema della ricorsività, dei giochi di specchi collegandolo al genio e alle sue più svariate manifestazioni. Un libro che ha tratto spunto da Hofstadter e che in un certo senso ne continua la ricerca. Se Leonardo da Vinci e Michelangelo Buonarroti hanno avuto un'intelligenza simile e un volto somigliante in tarda età, Leonardo è l'ambigramma di Michelangelo?.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...