martedì 24 settembre 2013

10 loghi tridimensionali ben progettati.


Dopo l'abbuffata di effetti tridimensionali simulati, estrusioni, sfumature, ombre, riflessi vetrosi e mille altri accorgimenti grafici, il prossimo passo dovrà essere – quasi necessariamente – un ritorno al "piatto".

Un focalizzarsi sul colore e sulle forme pure per veicolare messaggi e mood. Ha iniziato, in sordina, Microsoft applicando questo concetto all'interfaccia della sua nuova versione di Windows e subito dopo a quella dei suoi Windows Phone, e, una volta tanto in scia, sta arrivando Apple che ha fatto piazza pulita di profondità simulate con il suo recentissimo iOS 7. 
Io non riesco a schierarmi da una sola delle due parti. Il nuovo trend "totally flat" non è, all'improvviso, l'unica scelta di stile possibile, per chi vuole creare un nuovo logo.
Aggiungere un elemento di profondità in un logo non significa che creare automaticamente qualcosa di datato… una volta di più, se si lavora bene, anche un logo tridimensionale può apparire moderno e perfettamente riuscito.

Un vantaggio di utilizzare la profondità nella progettazione è che, ora che la tendenza è quella di andare verso un'estetica più flat, i loghi così concepiti (e non semplicemente adattati) possono distinguersi più facilmente dagli altri: il che è uno dei primissimi requisiti da tenere conto nella progettazione di un logo.
Farsi notare e farsi ricordare.
Con qualsiasi mezzo.

Naturalmente, come la maggior parte del lavoro di progettazione, è più facile a dirsi che a farsi. Ci vuole fatica, pazienza, osservazione e molta pratica… per aiutarvi ad aggiungere profondità ai vostri loghi in modo realistico e naturale, voglio ispirarvi con i dieci loghi che usano tridimensionalità che attualmente sono in cima alle mie preferenze.
Utilizzano tutti almeno un elemento di profondità – alcuni in modo sottile, usando un pelo di ombra o uno smusso appena percettibile – mentre altri ricorrono al 3D in maniera molto più evidente, a volte utilizzando una vera e propria fuga prospettica.
Se ve ne piace uno in particolare, ditelo nei commenti.



Luce Clima


Stemford Institute of foreign Languages 


AST Design 


Applogix

Cube
2EM


Coder Evening


Copper


 Bear


Factory Business

8 commenti:

Larsen ha detto...

mi spiace, saranno belli al colpo d'occhio, faranno colpo sul cliente, ma io sono totalmente contro questo tipo di realizzazione per un logo istituzionale... accettabile in un logo di prodotto.

e infatti stanno tornando tutti al sano, svizzero, flat design... google, bing, microsoft ecc.ecc.ecc.

i loghi che riporti sono assolutamente un'incubo da riprodurre in stampa, su carta o, peggio ancora, su gadget.
senza contare che almeno un paio non rispettano i criteri corretti di progettazione per un logo in riduzione.

quindi son ben contento di notare l'inversione di tenendenza e la fine della moda di ombrine, 3d, sfumature e altre minchiate che sembrano fatte dal nipote del cliente perche' "son tanto caaaarine", di questi ultimi tempi.

pa ha detto...

naturalmente Bear mi affascina, è come un piccolo modellino. ma mi domando se possa essere considerato un vero logo, e se all'atto pratico risulti efficace quanto altri.

pa ha detto...

ps. sono per la bidimensione.

Dama Arwen ha detto...

Premetto che in realtà io sono negata nella progettazione di Loghi (al max me la cavo modificando font particolari) ma devo dire che nessuno mi esalta. Forse è una questione di gusti, perché riconosco la validità delle grafiche proposte.
Gli unici due che non mi dispiacciono sono LUCE CLIMA e 2EM

Simona ha detto...

La tazzina di caffé coi due tag al posto dei manici è un capolavoro. :)

BlackBox ha detto...

x Larsen: sì, è vero che questo tipo di logo è complicato da riprodurre in stampa, ma ormai, secondo me, bisogna pensare soprattutto a media digitali (quali sito web, app, modulistica su pdf etc etc) e questi li trovo molto più attraenti.
Una volta, nell'immagine coordinata mi chiedevano robe che oggi nessuno vuole più... tipo, le cartelline, o i tappetini del mouse, o i form per il fax... tutta roba morta.
Invece, mi hanno chiesto un'animazione flash di un loro vecchio logo, e ho fatto prima a riprogettarlo in 3D che ad animare quello "flat" vecchio che avevano...

Angel-A ha detto...

Il primo (Luce Clima) è molto elegante, e con un fondo nero e sulle tonalità del rosso lo vedrei alla stragrande su una maglietta uahahahahahahah ^______^

Larsen ha detto...

@blackbox
si, vero, poi pero' saltano fuori che "sarebbe bello metterlo in prespaziato sulle auto aziendali", oppure "abbiamo i divisori in vetro, facciamo delle vetrofanie"?

si, ok, vai di "bollone" adesivo e tanti saluti... ma francamente resto dell'idea che prima un logo debba funzionare su carta, tutto il resto e' una derivazione: che per il web ci si possa permettere qualche volo pindarico, ci sta... ma che si parta dalla versione "2.0" direttamente no, continuo a pensare che sia il modo sbagliato di progettare un logo/marchio.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...