domenica 10 agosto 2014

Le mie 10 applicazioni indispensabili su Mac.

Quando ci si siede davanti un computer che non è il nostro abituale di casa o dell'ufficio, anche solo per una breve sessione di lavoro o da un amico, può capitare di pensare: "ma come cacchio fai a vivere senza [nomesoftware]?", reprimendo la tentazione di cercarlo subito in Rete e installarlo senza manco chiedere il consenso al proprietario della macchina.

Ho pensato che una lista di applicazioni fondamentali potesse essere utile, escludendo naturalmente i grossi pacchetti software come Office o la Creative Suite, e magari copiarsi gli installer su una chiavetta USB da portarsi sempre appresso, ché non si sa mai.
Tenete presente che alcune sono legate strettamente all’uso che io faccio del Mac, altre invece sono utility che chiunque dovrebbe avere:


1) Skype (gratis)
Sapete tutti cos'è e a cosa serve.
Prima dell'acquisizione e della "cura" Microsoft, poi, era di un minimalismo e di una semplicità d'uso tali da renderlo uno dei software più amati e utilizzati in tutto il mondo, a ennesima riprova che queste ultime due caratteristiche sono e saranno sempre vincenti nella progettazione di una GUI.
Come forse vi sarete già accorti, recentemente tutte le vecchie versioni di Skype sono state bloccate "dall'alto", costringendovi a pensionare la gloriosa 2.8 e a scaricarvi la nuova 6.15... nonché, se siete utenti Mac e usavate ancora vecchie versioni di MacOS, ad aggiornare a Snow Leopard (ricordate il discorso su come si rendono forzatamente obsolete le vostre macchine? Ecco, questo è un caso esemplare).
Detto ciò, Skype è ancora un programmino insostituibile (in realtà ci sarebbe altra roba che fa più o meno le stesse cose e alcune anche meglio, ma Skype è ormai talmente diffuso che si fa prima ad abituarsi alle nuove relaese), richiede poca memoria, è più discreto della messaggeria di Facebook, se ne sta lì in un angolino senza chiedere troppo e, se lo usate anche sul tablet, ve lo trasforma a tutti gli effetti in un videotelefono a costo zero.
Se poi non vi piace la sua icona, ne trovate tante altre da scaricare. A me piacciono queste QUI.


2) PopChar (30 euro)
Lo uso dai tempi di System 7, e vi ho detto tutto.
Il software più semplice e meno invasivo che esista per la digitazione di tutti i caratteri "speciali" che possiate mai aver bisogno di inserire nella vostra vita. Dalle banali maiuscole accentate alle dieresi, gli accenti circonflessi, indicatori ordinali o i caratteri di alfabeti non italiani. Tutta roba che è già disponibile sulle vostre tastiere, solo che
a) dovete conoscere le complesse combinazioni di tasti che li attivano e
b) dovete comporle, facendo strane acrobazie con le dita.
Con PopChar basta un click nella minuscola "P" in alto nella barra del menù e avrete tutto disponibile in un attimo.
Io sto usando la 4.1.1 su Snow Leopard, ma sono state già rilasciate nuove versioni.


C'è più di un software per scaricare sul proprio hard disk un video pubblicato su YouTube, ma questo è il migliore in assoluto.
Tutto quello che viene chiesto all'utente è di incollare l'indirizzo web del video desiderato e di scegliere il formato in cui scaricarlo. Se vi imbattete spesso in video che volete conservare o trasferire nella library di un dispositivo portatile, MacX YouTube Downloader è lo strumento che fa per voi.

4) BitTorrent (gratis)
La rete BitTorrent è tra le più utilizzate per scaricare scambiare file. Esistono parecchi client per accedervi, ma BitTorrent è la più essenziale e affidabile.
Se vogliamo trovargli un difetto, è un poco esosa in termini di risorse di sistema e povera di opzioni, ma se siete utenti "basici" alla ricerca di un client P2P sicuro e garantito dall'ufficialità, BitTorrent è la scelta giusta.


5) VidConvert (7,99 dollari)
Converte qualsiasi formato video in un qualsiasi altro formato video.
Vi basta?
Metteteci che l'interfaccia è uno di quei rari connubi tra semplicità d'uso e completezza di opzioni, ed ecco che gli otto dollari della sua licenza vi appariranno un costo irrisorio.



6) VLC Player (gratis)
Difficile, veramente difficile trovare un file video che VLC non riesca a riprodurre. Io non ne ho ancora incontrato nessuno.
È il riproduttore multimediale più diffuso in circolazione, è gratuito, open-source, ha un mucchio di opzioni accessorie (ad esempio, per la gestione dei sottotitoli o il sincrono audio/video) che nasconde dietro un'interfaccia semplicissima, e potete comandarlo a distanza col telecomando incluso nel vostro Mac. Dimenticherete completamente il QuickTime Player.


7) SimplyUnRAR e SimplyRAR (gratis)

La prima è una minuscola utility che decomprime qualsiasi cosa con un semplice drag and drop.
La seconda fa l'inverso, con l'aggiunta che potete inserire una password a protezione dei vostri dati, il che la rende particolarmente adatta se avete bisogno di condividere dati criptati su piattaforme non-Mac. Da tenere sempre nel dock.


8) Dropbox (gratis)
Beh, davvero non sapete cos'è Dropbox? Ok, facciamo finta che siate nati stamattina. È un software che permette di caricare o copiare i vostri file su uno spazio virtuale on line, che sarà dunque accessibile da qualsiasi postazione con una connessione a Internet.
Questo significa che potete accedere ai vostri file non solo da qualsiasi computer, ma anche da dispositivi mobili, e renderli accessibili a chiunque vogliate, o caricarvi i contenuti del vostro blog (come sto facendo io, dopo aver constatato che ImageShack sono dei banditi).
Il tutto, gratis fino a 2GB, limite aumentabiile di 250 MB alla volta gratuitamente invitando altre persone. 


9) Save Screenie (gratis)
Una delle funzioni che amo ed uso di più di MacOS è quella di catturare delle istantanee dello schermo (o porzioni di esso) con una semplice combinazione di tasti.
Savescreenie aggiunge semplicemente quelle opzioni in più che Apple avrebbe dovuto integrare nel MacOS, e cioè la possibilità di scegliere in quale formato salvare la cattura dello schermo e la posizione di salvataggio (modificando quella di default, la scrivania).


10) Chipmunk (gratis)
Chipmunk serve a individuare i duplicati dei file sul vostro computer. E, badate bene, non si limita a trovarvi quelli con lo stesso nome (quello lo fa anche Spotlight), ma effettua una comparazione "byte per byte" e vi scova i file che sono effettivamente identici, anche se sono stati rinominati. Vi sembrerà una cazzata, ma la prima volta che l'ho lanciato, mi ha trovato quasi un gigabyte di file doppi, tripli e addirittura in quadruplice copia.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

oh, mi piace questo gioco :D
faccio sempre un po' fatica a trovare pareri validi su software mac...
dunque, sui tuoi suggerimenti:
skype lo uso mio malgrado nonostante la mia ritrosia a far sapere a redmond della mia esistenza, ma sto cercando alternative.
popchar no, con la sorgente input sulla menu bar riesco agilmente a passare tra italiano, inglese e spagnolo più caratteri speciali e unicode: non ne sento il bisogno.
per you tube, ormai sono anni che sono passato alla modalità html5 e lì basta clic secondario>scarica video.
bittorrent. un classico. preferisco transmission, ma cambia poco.
5-6-7-8 immancabili.
save screenie, forse non ne ho bisognissimo. col terminale e "defaults write com.apple.screencapture type" ho impostato jpg e sono apposto per la vita. magari chi ha esigenze come le tue...
chipmunk. bello e non lo conoscevo. grazie.

i miei:
cyberduck, daisydisk, easyfind, pixelmator, sigil, swiftpublisher, airfoil, paparazzi, slimbattery monitor, gpg.

più, vabbè, filemaker e iwork ('09, non l'ultima schifezza...)


F

CyberLuke ha detto...

Conosco Cyberduck, ma preferisco Transmit. Paparazzi lo uso anch'io, anche se non lo colloco tra i "se non ce l'ho, non posso vivere". Gli altri cosa fanno?

dactylium ha detto...

Pixelmator (ma magari già lo sai) è, per così dire, la versione di Photoshop per il resto di noi.

È un programma di fotoritocco, ovviamente non adatto all'utenza professionale, ma molto apprezzato dall'amatore per il prezzo abbordabile (meno di 30 €), una facile curva di apprendimento e, dicono, strumenti comunque potenti e avanzati che non fanno rimpiangere il colosso Adobe.
È sviluppato appositamente per Mac, sfrutta tutte le caratteristiche hardware delle macchine Apple e viene aggiornato di frequente.

Anzi, se posso permettermi, potresti provarlo e dirci magari cosa ne pensi, considerando che il tuo sarebbe un parere, oltre che personale, anche professionale, e potresti fare una comparazione di base con Photoshop (nei limiti del pubblico diverso cui si rivolgono i due prodotti).
Qualora volessi, sul sito di Pixelmator è disponibile una trial di 30 giorni.

Ciao,
dacty

Anonimo ha detto...

(PS: riguardo popchar, se a qualcuno è sfuggito, la gestione dei caratteri speciali da maverick in poi si fa anche con ctr - cmd - barra spazio)
cyberduck è un browser ftp, per gestire i dati su server (siti, dischi online, altri pc...). free.
daisydisk è un mapper per i file. mostra i file e lo spazio che occupano sul disco con una presentazione grafica a settori di torta molto pratica. assomiglia molto a baobab per linux. shareware.
easyfind è quello che avrebbe dovuto essere spotlight. trova TUTTO. free.
pixelmator è photoshop for the rest of us. ne ha tutte le funzioni principali ma pesa 70 Mb invece che 700 Tb e costa 22€ invece che 120 all'anno. per chi non ha esigenze professionali (e forse anche per chi ne ha ma sono semplici o non sa usare quelle più complesse) va benone.
sigil è un editor e convertitore in formato libro elettronico epub. in realtà, come tutti i programmi del suo tipo, genera un codice tutt'altro che pulito, quindi una ripassata a manina è sempre consigliabile. tuttavia per fare una conversione di base su cui poi lavorare è ottimo e free.
swiftpublisher è un semplice desktop publisher. abbastanza limitato nelle funzioni ma facile ed intuitivo è perfetto per progettare brochure, volantini, calendari, menù. per dire, ho scritto un libro con pages ma la copertina l'ho fatta con swift. viene 18 euri, forse ne potrebbero chiedere un paio in meno...
airfoil trasmette l'audio da un dispositivo all'altro. quando mi guardo i film sul proiettore e c'ho il portatile dall'altra parte della stanza, attacco le cuffie all'ipod e mi ascolto l'audio del film senza disturbare gli altri... shareware.
paparazzi lo sai.
slimbattery monitor risolve una delle immense CAGATE di apple, ovvero aver tolto la presentazione della durata residua IN ORE della batteria dei portatili da OSX. siccome secondo loro dobbiamo usare tutti gli iphone e fanculo se col mac ci lavori, bella grazia se ti diciamo che "ti resta il 37% di batteria". MACHISSENEFREGA! io voglio sapere quanto tempo posso ancora scrivere prima di restare a secco, non una percentuale ad cazzibus che potrebbe si e no essere forse sufficiente sul cellulare. grazie Dio per questo programmino free.
gpg serve a criptare e firmare digitalmente documenti e mail. in pratica la versione seria, standard (e gratuita) di quell'immane idiozia che è la PEC, utile solo a distribuire a qualche società di amicidiamici per mettere in piedi un sistema non necessario.
iwork è la suite office di apple. la versione '09 è l'ultima utilizzabile prima della iphonizzazione ed è ancora molto valida.
filemaker è un software per database. in pratica la versione molto più potente e interpiattaforma di access per windows

ti aggiungo, come extra, symbolic linker. (http://seiryu.home.comcast.net/~seiryu/symboliclinker.html) block di servizio intelligentissimo per creare link simbolici su mac. se per esempio usi molto dropbox ti evita un sacco di doppioni perchè permette di mettere in cartella DB solo il link simbolico a cartelle sparse per il mac, senza bisogno di metterle tutte per forza lì o di farne una copia. è in pratica la versione facile di ln -s e riporta una funzionalità di OSX prime versioni che permetteva una differenziazione più chiara tra un alias ed un symlink. sto cercando di capire però se e come funziona sulla beta di yosemite...

F

paroleperaria ha detto...

condivido in pieno... a volte lavoro sui computer dei clienti e, ogni tanto, non sono riuscita a trattenermi e ho scaricato qualche programma :)
primo fra tutti winrar, senza il quale non so come si faccia a "vivere" al giorno d'oggi!

Maura ha detto...

Io non uso Mac, ma anche su PC ci sono vari programmini per me insostituibili... non so se arrivo a dieci, comunque la mia lista è:

- 7-Zip (gestione archivi compressi)
- CDBurnerXP (masterizzatore CD)
-Chrome (il migliore browser che abbia mai usato)
-Freemake video converter (download e conversione video)
-Keepass Password Safe (gestione password)
.Lightscreen (cattura dello schermo)
-Mediamonkey (gestione mp3)

Anonimo ha detto...

@Maura:
prova sleipnir come browser...

F

Dama Arwen ha detto...

Ma veramente POP CHAR è così figo??
Cioè, io mi trovo benissimo a usare il Visore Caratteri del Mac, che ha dentro di tutto di più…

Dama Arwen ha detto...

Ah, anche io ti consiglio Trasmission anziché Bittorrent. Davvero. Prova.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...