giovedì 21 marzo 2013

[Recensione] Il canto di Kalì


Come dite?
Che questo film non esiste ma – semmai – esiste l'omonimo romanzo di Dan Simmons del 1985 e che Darren Aronofsky non ha neanche mai pensato di mettere in cantiere un progetto del genere?

È vero. Questo film non esiste.
Non in questo universo, almeno – non per ora.
Ma, altrove?

Diciamo che in un universo parallelo, molto simile al nostro ma non identico, questo film invece è stato prodotto ed è uscito regolarmente nei cinema, persino quelli italiani (con tanto di sottotitolo tipico della distribuzione italiana "vi sono luoghi troppo malvagi perché sia consentito loro di esistere").

Ricordate: da un'Altra Parte. Non qui.

Ma, per circostanze troppo complesse per spiegarle su un post, ogni tanto qualche recensore riesce a oltrepassare il confine e tornare indietro con le sue impressioni.
Che mette nero su bianco, come ha fatto Germano QUI.

L'idea fa parte del progetto Impossible Movie Project, varato da Giovanni sul suo blog e al quale, per ora, ho aderito realizzando il fake-poster che vedete qua sopra.

L'iniziativa (aperta a tutti ancora per circa una settimana) mi ha divertito così tanto che ho messo in cantiere un paio di recensioni tutte mie, di film che qui non vedremo mai… ma dall'Altra Parte, sì.

Sto andando. Ci sentiamo al mio rientro.

10 commenti:

Dama Arwen ha detto...

È un post… alla FRINGE!! :-)

Toglimi una curiosità… nel tuo immaginario hai scelto Sean bean tra i protagonisti (confesso di non conoscere il romanzo): ma… è un personaggio che MUORE????

XD

Hell ha detto...

E quindi aspetto di leggere dei tuoi film! :D

Hell ha detto...

@Dama

I protagonisti li ho scelti io.

LUIGI BICCO ha detto...

Madonna mia, quando ho visto la locandina per un attimo ci ho creduto davvero. Ho pensato: "hanno realizzato il film e io non ne sapevo nulla?"

Son un fan di Simmons. Anche se devo ammettere che all'epoca Il Canto di Kali mi aveva un po' annoiato. Gran bel libro comunque. Ma per me il primo Hyperion è un classico della fantascienza davvero troppo, troppo sottovalutato. Su quello un film dovrebbero farcelo davvero.

Comunque l'idea dei film mai realizzati è davvero carina.

Mr. Giobblin ha detto...

La locandina è fantastica! Aspetto i tuoi prossimi film impossibili, dunque :3

Ariano Geta ha detto...

Sarei tentato anch'io di partecipare, ma negli ultimi anni ho seguito poco le nuove uscite cinematografiche... comunque, se mi viene lo spunto giusto ci proverò.

La firma cangiante ha detto...

Bella l'idea e anche la locandina. Io da perfetto ignorante ammetto di non aver letto nulla di Simmons. D'altro canto in un altro mondo dell'autore ho letto tutto.

Maura ha detto...

Iniziativa molto originale.
Leggerò con piacere le recensioni di film inesistenti... potrebbe anche diventare virale, sta cosa.

CyberLuke ha detto...

@Luigi: mai letto Simmons.
@Mr. Giobblin: il primo è uscito giusto oggi.
@Ariano: vuoi farti pregare, eh?
@La Firma Cangiante: esatto. Lo stessi universo dove il libro sul Bradipo è alla pari nelle vendite con Zerocalcare e io sono sposato con Paris Hilton.

Anonimo ha detto...

il canto di kali' e' un vero e proprio capolavoro per diverse ragioni . la prima senza dubbio e' l'originalita' della storia e la descrizione di calcutta con le sue miserie e orrori . il personaggio lungi dall'essere un eroe banale a tutto tondo , si trova in un contesto tanto affascinante quanto inquietante . il romanzo e' a tutti gli effetti un esempio ( difficilmente arrivabile ) di come dovrebbe essere un romanzo fantastico/ orrorifico . inoltre
simmons ci dimostra con poche pagine ( 265 ) che non e' necessario scriverene 1200 per raggiungere pathos e atmosfera .
leggere di notte questa opera
e arrivare alla fine significa quasi sentire la risata mentale e beffarda di una divinita' cosi' crudele quanto straordinaria .
un romanzo che potrebbe significare una metafora sulla violenza terribile che ci circonda
senza scampo .
pensare di tradurre sullo schermo un'opera del genere per ragazzini coatti americani e' semplicemente ridicolo . basta vedere quello che hanno combinato con il film su dylan dog .