mercoledì 18 marzo 2015

Yosemite e la regressione infantile.


Forse siete utenti Apple, o forse no.
Forse avete installato sul vostro Mac Yosemite, l'ultima release di Mac OS, o forse no.
Ma, se l'avete fatto, avrete notato i cambiamenti all'interfaccia Mac, orientati – platealmente – verso l'estetica di iOS 7, priva di sfumature, piena di livelli traslucidi e uso dell'Helvetica come font di sistema.
Lo scheumorifismo (parola in apparenza difficile, ma che QUI trovate spiegata bene) è stata la grande vittima del nuovo design delle interfacce Apple, ma neanche le icone sono uscite indenni da questo colpo di spugna.
Tutte le icone più importanti di Yosemite sono state ridisegnate.
E sembrano uscite dritte da un libro illustrato per bambini.

Ho
raccolto in questo post le vecchie icone Apple, rimaste sostanzialmente invariate fino a Mavericks, e le ho messe a confronto con i loro omologhi Yosemite.

Cosa penso io del nuovo design, in parte l'ho già detto QUI.Voi fatevi un'idea vostra guardando questo confronto.


8 commenti:

Glauco Silvestri ha detto...

Hai notato il vuoto?
Le applicazioni di scrittura mostrano una pagina vuota, mentre un tempo avevano raffigurato un testo. E iphoto ora mostra un paesaggio privo di persone, mentre prima c'era il volto di un bambino.

E la calcolatrice? Fino a Mavericks mostrava un numero che richiama la nascita del Mac (qui), ora invece è pigreco! Perché?

Marco ha detto...

Guarda, non ne parliamo…
Sono passato a Yosemite una settimana fa, provenendo da Snow Leopard.
E inoltre dalla CS4 sono passato alla CC.
Devo dire che il passaggio è stato traumatico…
A parte le icone e l’interfaccia in generale di OSX (che mi ricorda molto le prime finestre trasparenti di Windows 7), quello che mi ha lasciato basito è che sembra si sia andati all’indietro.
Prima usavo un iMac del 2009 con 8 GB di RAM e un HDD, ora sono passato ad un nuovissimo iMac super pompato con 16 GB di RAM e disco a stato solido.
Beh, non ho notato un miglioramento che sia uno né nell’usabilità né tantomeno nella velocità (a parte quella di lettura/scrittura diretta dei file). Anzi, molte scorciatoie da tastiera sembrano scomparse, il tutto sembra più lento e con la CC aggiornata ci sono talmente tanti bug tra suite e sistema che rimpiango davvero di non essere rimasto dov’ero.
Mi domando come sia possibile che dopo tanti anni di aggiornamenti non sia possibile percepire la differenza del “nuovo”, dell’ultimo modello, di miglioramenti visibili… Sembra che il tempo che impiegavo prima per fare una cosa, adesso mi richiede esattamente lo stesso tempo, con la differenza che devo farla in modo diverso.

Anonimo ha detto...

Caro Marco, mi dispiace e ti capisco.
Il tuo commento (oltre che terrorizzarmi) mi convince a rimanere il più possibile dove sono e dov'eri tu fino a poco tempo fa. E questo è triste, molto triste. Soprattutto detto dagli utenti che, una volta, non vedevano l'ora dell'arrivo degli aggiornamenti. Ad Apple (ma anche ad Adobe) non lo perdonerò mai!

Nonu Aspis.

Susanna ha detto...

Non sei l'unico che trova la grafica di Yosemite uno schifo... e c'è già qualcuno che insegna a correre ai ripari...
https://www.youtube.com/watch?v=HBTwILVK1us

BlackBox ha detto...

Sono stata sempre favorevole alle novità, non mi è dispiaciuto passare da Mac OS 9 alla più moderna interfaccia utente di Mac OS X, e lo stesso è capitato con iOS 7.

Del nuovo OS X 10.10 Yosemite mi piace un po’ tutto, ma non l’icona del Finder. Va bene togliere riflessi ed effetti 3D, ma il rinnovato “viso sorridente” del Finder è sicuramente l’icona del nuovo sistema operativo meno riuscita... E' terribile, sul serio XD

Fabrizio Spinelli ha detto...

Ehm... il link del secondo QUI è sballato :P

CyberLuke ha detto...

@Glauco, Marco e Anonimo: certe volte, e lo dico anche per esperienza diretta, avvengono dei cambiamenti solo perché bisogna pur cambiare qualcosa. Anche se quella "cosa" funziona bene.
È così che tanti prodotti "perfetti" vengono rovinati o snaturati (vedi l'iPod, tanto per restare in Apple).
Snow Leopard era un sistema prtaicamente perfetto, le versioni successive non hanno fatto altro che farlo assomigliare inutilmente ad un iOS da scrivania, oltre, naturalmente, a spingere gli utenti ad orientarsi su un disco a stato solido (questo articolo è illuninante, a tal proposito).

@Blackbox: grazie.

@Fabrizio: sistemato, grazie.

Saval Sal ha detto...

Anche l'occhio vuole la sua parte... io ripeto fino all'inverosimile che NON sono contrario alle innovazioni, e anzi spesso sono il primo ad esaltarmi quando qualcosa viene rinnovato. ma ci sono innovazioni e innovazioni, mica devono per forza piacere tutte SOLO perchè sono "innovazioni". a me lo stile flat fa schifo, che ci devo fare?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...