sabato 27 febbraio 2016

10 cose da fare per un designer disoccupato.


Ok, avete seguito tutti i miei consigli.
Siete delle macchine da guerra. Sapete stanare i clienti, annusare i nuovi settori, preparare preventivi adeguati al centesimo al vero budget del cliente. Vi siete organizzati in modo da arrivare a una riunione in cinque minuti, potete chiamare per nome il direttore artistico di Vanity Fair ma…
non state battendo chiodo.
Il lavoro non arriva o semplicemente non c'è, e il vostro morale sta scivolando sotto i tacchi.
Non permettetelo. Ricordate che siete “artisti”, e che dovete anche nutrire, oltre che il vostro stomaco, i vostri moti interiori. Conservate l’ispirazione, la motivazione e tenetevi occupati anche quando telefono ed email tacciono.
Ecco alcuni consigli su come restare creativi anche in circostanze avverse.

1) Non dormite sugli allori. Arricchite il vostro portfolio aggiungendo i lavori personali e non solo quelli commissionati. In questo modo potrete anche influenzare le scelte dei committenti.

2) Nutrite la vostra ispirazione. Frequentate mostre. Esaminate attentamente il lavoro di altri professionisti. Esaminate tecniche e metodi nonché le idee alla base delle loro creazioni. Se vi avanza denaro, acquistate riviste specializzate con tutorial o libri di design e comunicazione visiva. 

3) Leggete narrativa. Ai designer viene chiesto di rappresentare visivamente testi scritti. Se leggete di più e create degli schizzi su ciò che avete letto, vi terrete in allenamento. Acquistate una Moleskine appositamente per lo scopo. 

4) Leggete più saggistica. I designer devono essere in grado di andare in profondità e comprendere le problematiche presentate dallo scrivente. Se riuscite a capire realmente un testo, avrete opportunità di gran lunga migliori di creare un’immagine appropriata. 

5) Andate al teatro e al cinema. Cimentatevi con la danza o l'opera. Soprattutto, interessatevi ad altre forme d’arte da cui trarre ispirazione. Può trattarsi di nuove combinazioni di colori in un costume teatrale o delle inquadrature di un lilm. La parola d'ordine è: ispirazione. 

6) Disegnate, disegnate e ancora disegnate. Portate con voi il vostro blocco per gli schizzi, la vostra Moleskine o il vostro tablet e usatelo nei caffè, nei bar, sull'autobus e nel parco. Se invece utilizzate prevalentemente le immagini fotografiche, portate sempre con voi la fotocamera. Alla peggio, accendete lo smartphone e fotografate tutto quello che vi colpisce. A fine giornata, scaricate tutto il materiale e fatelo “sedimentare”. Molta di quella roba sarà spazzatura, altra potrà servivi.
Se ancora sottovalutate il potere di una Moleskine. pensate che c'è chi ne ha fatto un libro e lo sta vendendo pure piuttosto bene.
7) Fatevi invitare ai vernissage in modo da incontrare altri artisti e designer in situazioni informali. Per farsi inserire nella mailing list di una galleria spesso è sufficiente telefonare. Ogni occasione è buona per prendere nuovi contatti e imparare dagli altri. Da cosa nasce cosa.

8) Se siete davvero a corto di incarichi, offrite gratuitamente la vostra collaborazione a un designer affermato o a uno studio importante: sarà un’esperienza istruttiva e vi permetterà di cogliere altri suggerimenti. Magari all’inizio vi occuperete di mansioni semplici, prenotare corrieri, fare ricerche di materiale, occuparvi dell’archiviazione dei lavori. In tanti hanno iniziato così. 

9) Utilizzate i tempi morti per realizzare lavori da presentare ai concorsi. È possibile alzare su un po’ di quattrini vincendo o entrando nella rosa dei candidati dei concorsi. Le vostre immagini possono essere viste (e apprezzate) dagli altri e molti designer sconosciuti si fanno un nome seguendo questa strada. 

10) Incontratevi a scadenze regolari con i vostri colleghi. Scambiatevi storie, consigli, contatti. È fondamentale tenersi aggiornati sugli sviluppi nel mondo della creazione di immagini. È anche positivo avere una spalla su cui piangere o un pubblico al quale raccontare gli eventi positivi.

3 commenti:

paroleperaria ha detto...

Ottimi consigli... l'immagine del disegno di Leonardo DiCaprio e Jack Nicholson è dentro quel libro che hai linkato?

CyberLuke ha detto...

No. ;)

paroleperaria ha detto...

è un tuo disegno?