venerdì 8 maggio 2020

Ho bisogno dei miei spazi.

Mentre stiamo lentamente cercando di riavviare la nostra vita sociale, qualcuno, tra le altre cose, si chiede come dovremmo riaprire quegli spazi (sale da concerto, cinema, location di eventi) dove è impossibile mantenere il giusto distanza sociale.
Reinventare gli spazi di fruizione in relazione alla nuova situazione comporta infiniti problemi logistici, investimenti ingenti e tempi lunghi.
E allora?
Se reinventassimo il nostro personal space, mettendo una barriera adeguata tra i nostri rispettivi spazi personali, di certo costerebbe di meno e avrebbe tempi di sviluppo e diffusione piú brevi.
BioVyzr è un DPI (dispositivo di protezione individuale) studiato per proteggersi da contaminanti esterni come il Covid-19 con uno scudo in plastica antiappannamento e un ingegnoso sistema di filtraggio dell'aria.
È leggero, si indossa come un gilet, si trasporta come fareste con uno zainetto, offre lo stesso livello di filtraggio della maschera N95, e riuscirete comunque a utilizzare la vostra visione periferica.
E, sì, sono d'accordo con voi, questa specie di scafandro ci farebbe apparire parecchio stupidi, ma ho il sospetto che non sarà l'ultimo che vedrete proporsi in giro.

mercoledì 6 maggio 2020

Florian Schneider, 1947-2020.

Il suo naso dritto e altero, il suo portamento da professore pazzo, il suo contegno statuario, il sorriso che sembrava sempre sul punto di comparire sul suo viso, Florian Esleben Schneider trasmetteva ai Kraftwerk (anche) una buona dose di humor, un tocco di bizzarria e di assurdità – assieme qualcosa di vagamente sinistro.
In una band che si è sempre presentata come incarnazione dell'efficienza meccanica, Florian ricordava ai fan che i Kraftwerk dopotutto erano umani.
Non posso quasi credere che l'abbiamo perso.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...